Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

BookSprint Edizioni Blog

Ebook, dove se ne acquistano di più?

Venerdì, 29 Marzo 2013 12:17

Che gli ebook stiano conquistando una fetta sempre più grande del mercato editoriale è ormai una certezza. A testimoniarlo i numeri delle vendite dei libri online che, anno dopo anno, fanno registrare un incremento, in alcuni casi anche considerevole. In cima alla classifica dei paesi in cui i libri elettronici hanno avuto, e continuano ad avere, un grande successo non possono che esserci gli Stati Uniti.

Pubblicato in News

Specie per gli autori emergenti, organizzare delle serate per presentare il romanzo può essere un buon modo per promuoverlo. Ecco alcuni consigli utili.

Ogni anno le case editrici pubblicano centinaia di opere di scrittori emergenti dedicandogli più o meno attenzione, a seconda del budget della casa editrice stessa e, quindi, della grandezza dell’editore. Il discorso cambia se parliamo di self-publishing. Spesso, infatti, questi libri in uscita finiscono nel dimenticatoio se non sono gli stessi autori a occuparsi della loro promozione.

Pubblicato in News

In-book: apri il libro ed entra

Mercoledì, 27 Marzo 2013 11:47

Era una notte buia e tempestosa… E se fuori c’è il sole? Certo non è la stessa cosa. Un storia che ci racconta della caduta della casa degli Usher andrebbe letta in una notte di tempesta, non sotto l’ombrellone, col bambino che per l’ennesima volta schizza sabbia sulla pagina. Ci vorrebbe un libro in grado di sentire l’ambiente e adattarsi ad esso, non vi pare?
E la cosa davvero interessante è che tutto questo esiste già, e ha un nome: in-book.

Pubblicato in News

Prendi il joystick… e leggi!

Venerdì, 22 Marzo 2013 12:33

Ricordate com’erano i videogiochi fino a qualche anno fa? Joystick con un solo bottone, suoni rari e metallici, rigorosamente a due dimensioni. Ci voleva un certo sforzo d’immaginazione per ricreare quel mondo che sullo schermo era solo suggerito. Tutto è cominciato con il “C:\>” in alto a sinistra sullo schermo nero, per arrivare ai giochi attuali, in grado di offrire un’esperienza totalizzante che si avvicina sempre più alla perfezione.

Pubblicato in News

Cina, scrivere conviene

Giovedì, 21 Marzo 2013 11:38

Il gigante asiatico vede sempre più scrittori emergenti trasformarsi in nuovi ricchi. Spopolano gli ebook

Scrivere in Cina conviene, specialmente ora che la lettura è diventata un hobby per tutta la popolazione. Lo rivela la rivista finanziaria cinese Investment & Finance che, in una ricerca effettuata sui lavori più pagati del 2012, ha individuato nella scrittura virtuale uno dei quattro impieghi meglio remunerati dell’anno.

Pubblicato in News

Il destino dei libri perduti

Mercoledì, 20 Marzo 2013 16:32

La dura legge della classifica degli ultimi libri usciti non lascia scampo: vince chi vende. Più sei in alto, più sei comprato, recensito e (forse) letto. E se prima è la cuoca tv, secondo il calciatore, e terzo il tronista, è legittimo chiedersi quanta qualità ci sia dietro l’ennesimo “libro rivelazione dell’anno”. Molti di quei titoli non sopravvivranno al prossimo inverno. Molti di quei lettori non entreranno in libreria l’anno prossimo.

Pubblicato in News

Ebook, la scelta ecologica

Martedì, 19 Marzo 2013 11:41

Dopo anni e anni di studi ed analisi, una ricerca inglese ha rivelato che i libri digitali sono realmente più ecologici dei cugini cartacei, ma solo su larga scala

Ora ci siamo, ora è realtà, ora è vero. Il libro digitale, l’ebook, è effettivamente più ecologico del libro cartaceo. A rivelarlo una ricerca scientifica di due ecologisti inglesi, Leo Hickman e Lucsy Siegle, che hanno dato risposta sul “Guardian” alla domanda: “Dovremmo smettere di comprare libri e passare agli ebook per fare una scelta davvero verde?”.

Pubblicato in News

I sogni del libraio

Lunedì, 18 Marzo 2013 13:12

Occhiali sulla punta del naso, capelli bianchi, intento ora a leggere, ora a individuare per noi proprio quel libro che stavamo cercando. È il libraio, ed è così che molta gente ancora lo immagina. Ma per essere un buon libraio, occorre fare qualcosina in più che imparare a memoria la disposizione dei volumi e starsene seduti in cima a uno sgabello ad attendere gli avventori.

Pubblicato in News

Letture da... Papa

Venerdì, 15 Marzo 2013 15:37

Due millenni di storia in cui i 266 successori di Pietro hanno avuto a che fare con i libri e la letteratura, non solo religiosa.

Come da pronostico, al secondo giorno del conclave la sede vaticana ha trovato il suo nuovo proprietario, il cardinale argentino Jorge Mario Bergoglio, il primo vescovo di Roma latino-americano, che ha scelto per il suo pontificato il nome Francesco.
Tra i suoi interessi, lo stesso Bergoglio ha evidenziato quello per la lettura e i libri. Un hobby non insolito nel mondo della chiesa e del papato in particolare.

Pubblicato in News

Edi Touch, il tablet anti-dislessia

Mercoledì, 13 Marzo 2013 11:24

In sperimentazione a Roma il primo tablet a favore dei bambini dislessici, appositamente studiato per l’apprendimento e la scuola

Arriva nelle scuole Edi Touch, il primo tablet ideato e realizzato per l’apprendimento dei bambini dislessici. Edi Touch è in fase di sperimentazione a Roma, in sette scuole primarie della capitale, ed è a disposizione di 230 bambini e delle loro famiglie in comodato d’uso per 18 mesi.

Pubblicato in News

BiblioTech, la prima biblioteca digitale

Giovedì, 07 Marzo 2013 11:45

10mila volumi e oltre 100 postazioni per poter accedere agli e-book. Nella biblioteca dei libri digitali non ci sarà spazio per la carta.

Nascerà a San Antonio, in Texas, entro la fine dell’anno e sarà la prima biblioteca pubblica senza… libri. Già, la BiblioTech, infatti, sarà la prima biblioteca digitale in cui il cartaceo sarà completamente sostituto dagli ebook. L’unica carta sarà, eventualmente, quella che fuoriuscirà dalle stampanti quando ci sarà il bisogno di portare a casa qualche appunto.

Pubblicato in News

In Italia si legge poco e, a giudicare dalla classifica degli ultimi libri usciti, spesso si legge male. I dati dell’AIE (Associazione Italiana Editori) non lasciano scampo. Il 39,8% degli italiani acquista almeno tre libri l’anno, contro il 63,7 del Regno Unito. Circa i tre quarti dei sudditi di Sua Maestà acquista almeno un libro ogni dodici mesi; nel Paese della cultura poco più della metà della popolazione si reca in libreria per comprare l’unico libro dell’anno (meglio non chiedere di quale testo si tratti). Se osserviamo i dati per fasce d’età, si nota una brusca disaffezione dopo la fine degli studi. Forse a scuola ci hanno fatto odiare i libri?

Pubblicato in News

Il futuro di uno scrittore emergente, sempre in cerca di una casa editrice e di un pubblico, si gioca anche sui nuovi dispositivi per la lettura elettronica. Ma quale eReader scegliere per i propri libri stampati in digitale?
Dopo le promesse non del tutto mantenute dal Kobo Glo (freeze improvvisi lamentati dagli utenti), in molti sono tornati a guardare al Kindle. L’eReader di Bezos si presenta sul mercato forte della propria esperienza.
Amazon non offre vie di mezzo. Escludendo il Kindle Fire (più tablet che eReader), la scelta cade tra Kindle base e il fratellino evoluto Paperwhite. Il Kindle Touch è “attualmente non disponibile”, e tutto fa pensare che l’azienda ha deciso di non puntare più su questo modello.

Pubblicato in News

Più di ogni altra forma di letteratura, la fantascienza è un work in progress e ci arriva con una data di scadenza. Certa vecchia fantascienza può diventare illeggibile. La fama di alcuni autori non resiste all'erosione del tempo. Ma se la data di scadenza è trascorsa, e desta ancora una reazione emotiva dentro di noi, be', quella è arte e forse è anche verità.” (Neil Gaiman)

Pubblicato in News

Bookshared: da Casa Sanremo a...

Giovedì, 21 Febbraio 2013 16:14

Dopo un’intensa settimana, passata a pane e premiazioni, siamo tornati, non senza un pizzico di nostalgia, alla “solita” vita quotidiana. Vi abbiamo raccontato passo dopo passo, giorno dopo giorno, attimo dopo attimo, la nostra avventura a Casa Sanremo. Pensate di sapere tutto ormai: nomi dei vincitori, volti dei finalisti, titoli dei libri in gara eppure qualcosa vi è sfuggito, garantito.

Pubblicato in News

L’ultima “fatica” dello scrittore e giornalista calabrese è tra le opere in concorso a “Casa San Remo Writers 2013”

Quando la satira arriva a Roma e ai personaggi biblici, quando l’ironia e la curiosità si lanciano sulla storia e su come essa ci è stata tramandata, quando il lettore si diverte a leggere e lo scrittore a scrivere, allora stiamo parlando di Mario Nirta, brillante e interessante autore satirico, nato a San Luca, in provincia di Reggio Calabria.

Pubblicato in News

L’opera dell’autore campano, in lizza per il concorso “Casa San Remo Writers 2013”, racconta una storia d’amore avvolgente e commuovente sul ravvedimento

Quando dal fango si può rinascere, quando dalle difficoltà si può risalire, quando l’amore è l’unica forza capace di reggere e sorreggere il mondo, allora si parla di “Fiore di loto” e di Agostino Moschettino, poliedrico ed eclettico autore campano, nativo di Marigliano, giunto al suo secondo romanzo.

Pubblicato in News

Quando i dettagli fanno la differenza. L’opera prima del genovese Vincenzo Galati è in concorso per il premio “Casa San Remo Writers 2013”.
Quando scrivere è uno sfogo, quando scrivere è un modo di manifestare la propria creatività repressa da un lavoro in cui non c’è spazio per la fantasia, ma soprattutto quando scrivere è libertà, allora si parla di Vincenzo Galati, sorprendente scrittore genovese quarantenne autore di “Lo strano mistero di Torre Mozza”, opera in corso per il premio “Casa San Remo Writers 2013”.

Pubblicato in News

Il libro ipermediale

Giovedì, 31 Gennaio 2013 15:27

C’era una volta un libro con un principio, una fine e una storia nel mezzo. Era fatto di carta, inchiostro e parole, ma dentro c’erano persone, paesaggi, sensazioni. Bastava aprirlo e le lettere smettevano di essere segni per trasformarsi in entità pulsanti. Nessuno sapeva come fossero realmente quelle entità; tutti potevano immaginarle in libertà.
C’è questa volta il libro ipermediale. Dimenticate la sequenzialità, dimenticate la pagina uno e la parola fine. Il libro ipermediale è fatto di sintesi e non prevede percorsi obbligati.

Pubblicato in News

Il Libro Numero Zero

Mercoledì, 23 Gennaio 2013 12:31

Il Libro Numero Zero non ha immagini di copertina né ISBN. Non è mai stato in testa alla classifica degli ultimi libri usciti, anche se ogni editore vorrebbe stamparlo, ogni scrittore emergente vorrebbe emularlo. Nessuno sa quante pagine lo compongano, poiché alcune sono state consumate dal tempo, altre sono fresche di inchiostro. Parla la Lingua sorgiva, che nessuno conosce ma che ognuno comprende, perché è quella la lingua madre per eccellenza, il codice assoluto con cui si esprime lo spirito universale.

Pubblicato in News
Pagina 4 di 5

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

I contenuti e i pareri espressi negli articoli sono da considerarsi opinioni personali degli autori che
non possono impegnare pertanto l’editore, mai e in alcun modo.

Le immagini a corredo degli articoli di questo blog sono riprese dall’archivio Fotolia.

 

BookSprint Edizioni © 2016 - Tel.: 0828 951799 - Fax: 0828 1896613 - P.Iva: 03533180653

La BookSprint Edizioni è associata alla AIE (Associazione Italiana Editori)