Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

BookSprint Edizioni Blog

Sabato, 11 Novembre 2017 15:27

Intervista all'autore - Giovanna Acquaviva

1. Ci parli un po' di Lei, della Sua vita. Da dove viene? Come e quando ha deciso di diventare scrittore? Mi chiamo Giovanna Acquaviva, sono nata a mola di bari e ho 53 anni. Sono sposata e ho un figlio. Dipingo, sono un auto didatta. Mi piace l'arte. Visitare musei. In passato ho lavorato come baby sitter, mi piacciono i bambini. Adesso sono a casa, assisto mia suocera allettata e mi prendo cura della mia famiglia. Ho deciso di cominciare a scrivere da marzo di quest'anno. Ho cercato su Google una casa editrice e ho trovato Book Sprint, che mi ha dato la possibilità di vedere realizzata la mia prima opera.   2. Nell’arco della giornata qual è il momento che dedica alla scrittura? Assistere mia suocera mi porta via tanto tempo. Ho colto il lato positivo di questo impegno, passando tante ore a casa, (ci sono dei giorni che non esco) appena ho un po’ di tempo libero scrivo, quindi può succedere in qualsiasi ora del giorno. Adesso sto scrivendo un altro libro.   3. Il suo autore contemporaneo preferito? Il mio autore preferito è Ken Follett, sto leggendo il suo ultimo libro.
Venerdì, 10 Novembre 2017 17:17

Intervista all'autore - Marzia D'ippolito

  1. Ci parli un po' di Lei, della Sua vita. Da dove viene? Come e quando ha deciso di diventare scrittore? Sorrido e faccio dell'ironia. Ho meno difficoltà a scrivere un libro che ha raccontarmi. Ho vissuto a Roma fino all'età di ventinove anni e mi sono trasferita "per amore" in provincia di Frosinone quando è nata mia figlia. Col tempo l'"amore" si è esaurito, o per lo meno, è gravitato verso un altro genere di "amore ": mi sono innamorata di questa terra. Ci sono luoghi bellissimi e di grande ispirazione dove poter scrivere ai piedi di un albero con le cuffie alle orecchie, pomeriggi interi.   2. Nell’arco della giornata qual è il momento che dedica alla scrittura? Sorrido. Tutto il tempo a disposizione.   3. Il suo autore contemporaneo preferito? Laurell k. Hamilton
Martedì, 07 Novembre 2017 09:43

Intervista all'autore - Liliana Nigro

1. Che cos’è per Lei scrivere, quali emozioni prova? Penso che una delle espressioni creative più belle dell'essere umano sia il pensiero. Quando si sente e si prova piacere nello scriverlo, nel metterlo fuori, mi sembra che si metta in moto un'attività mentale molto importante. Mi è sempre piaciuto scrivere e ne ho quasi avvertito la necessità di farlo, esprimendo così il mio pensiero ed il mio sentire, anche se, nello stesso tempo, ho amato molto anche il silenzio. Penso che lo scrivere sia molto legato a quel cosiddetto silenzio pieno e mai vuoto. Non so come esprimerlo in poche parole... Nel silenzio mi emoziono e quindi mi viene quasi naturale scrivere. Sono le emozioni che scatenano tutto il processo e danno vita a quella splendida attività mentale che è il pensiero. Non riuscirei mai a scrivere se non avessi questa carica emotiva, che mi fa amare la parola scritta e verbale. Per me scrivere è proprio questo: il piacere, la gioia di dar voce alle mie emozioni ed al mio pensiero.
Lunedì, 06 Novembre 2017 16:38

Intervista all'autore - Lamberto Spinaci

1. Ci parli un po' di Lei, della Sua vita. Da dove viene? Come e quando ha deciso di diventare scrittore? Sollecitato continuamente nell'ambiente della pesca sportiva da molti amici, conoscenti e personaggi importanti conosciuti visti i miei trascorsi nel settore mi sono deciso di scrivere questo libro in episodi da me vissuti. 2. Nell’arco della giornata qual è il momento che dedica alla scrittura? Quando trovo il momento e la lucida dei ricordi passati. 3. Il suo autore contemporaneo preferito? Faletti Giorgio.
Lunedì, 06 Novembre 2017 12:44

Intervista all'autore - Rita Fiori

1. Parliamo un po’ di Lei, dove è nato e cresciuto? Sono nata a Cagliari nel quartiere Poetto poco distante dal mare, dove ho vissuto con la mia famiglia numerosa la mia prima infanzia. 2. Che libro consiglierebbe di leggere ad un adolescente? AMICI di Yamoto Kazumi, bellissima storia di tre amici 3. Cosa pensa della progressiva perdita del libro cartaceo a favore dell’ e-book? Io preferisco il libro cartaceo e non ho mai letto un libro e book. Forse lo farò. Chissà…
Lunedì, 06 Novembre 2017 12:21

Intervista all'autore - Caterina Fregoli

1. Parliamo un po’ di Lei, dove è nato e cresciuto? Sono nata a Prato ma non mi sento di appartenere a questa città. Il mio babbo è nato e cresciuto a Livorno, la mia mamma a Piombino, ho parenti sparsi fra Siena, Pisa, la splendida Val d’Orcia. Per cui non mi sento di appartenere a nessun luogo in particolare ma tutti sono nel mio cuore. 2. Che libro consiglierebbe di leggere ad un adolescente? Il mio! Scherzi a parte, consiglierei “Il mondo di Sofia” romanzo di Jostein Gaarder o “Illusioni di Richard Bach”. Comunque a parte questi che sono datati, ci sono autori nuovi che stanno cercando di aprire le menti e che sono anche più attuali.
Lunedì, 06 Novembre 2017 10:17

Intervista all'autore - Rosanna Guastini

1. Che cos’è per Lei scrivere, quali emozioni prova? Scrivere per me è il desiderio di condividere il mio modo di interpretare la bellezza. 2. Quanto della sua vita reale è presente in questo libro? Tutto rispecchia la realtà, una realtà rispecchiata, fantasticata ed elaborata. 3. Riassuma in poche parole cosa ha significato per Lei scrivere quest’opera. La speranza che qualcosa di me continui a vivere. 4. La scelta del titolo è stata semplice o ha combattuto con se stesso per deciderlo tra varie alternative? La scelta del titolo è stata molto semplice, quasi spontanea.
Sabato, 04 Novembre 2017 15:28

Intervista all'autore - Lorenzo Marra

1. Ci parli un po' di Lei, della Sua vita. Da dove viene? Come e quando ha deciso di diventare scrittore? Sono nato e vivo tuttora in un piccolo paese della Bassa Pianura Padana, in provincia di Cremona. Ho cominciato a scrivere verso i 13 anni, poesie, racconti brevi. Il mio primo romanzo risale all'età della scuola media. Sognavo di diventare uno scrittore, di vedere i miei libri esposti in vetrina delle librerie, accanto ai grandi nomi che su di me avevano un fascino indescrivibile. Ma il mio esordio in letteratura è invece avvenuto tardi, nel 2013, con una raccolta di poesie scritte appena dopo l'adolescenza. È strano, ma mi è successo, crescendo, di diventare geloso di quello che scrivevo e pubblicare un libro ha significato un passo non facile. Ho dovuto vincere un certo pudore. 2. Nell’arco della giornata qual è il momento che dedica alla scrittura? Scrivo quando posso. Durante le mie occupazioni, mi succede di prendere appunti sparsi su quello che dovrò scrivere. Di preferenza, mi piace scrivere di mattina presto, ma per un certo periodo ho scritto di notte, fino a tarda ora. Ho bisogno della solitudine assoluta e del silenzio.
1. Che cos’è per Lei scrivere, quali emozioni prova? Scrivere è riappropriarsi della propria vita, è stabilire legami con chi legge. Mi permette di rivivere emozioni del passato con la consapevolezza e la maturità di oggi. Mi ha permesso, soprattutto, di superare la paura di vivere e abituarmi alla vita. 2. Quanto della sua vita reale è presente in questo libro? Sono presenti le emozioni vissute, le persone incontrate, i luoghi visitati, la cultura che costituisce il mio bagaglio personale, i miei amori, i miei tormenti ma il bello della scrittura consiste nel fatto che lo scrittore è il dominus assoluto, è colui che può raccontare i fatti o decidere, alla fine, di stravolgerli a suo piacimento, di sconfinare, di dettare le sue leggi. Non esiste ordine cronologico.
Sabato, 04 Novembre 2017 14:50

Intervista all'autore - Vanessa Riitano

1. Ci parli un po' di Lei, della Sua vita. Da dove viene? Come e quando ha deciso di diventare scrittore? Sono un ingegnere ambientale, ho 32 anni e vivo a Roccella Jonica, in provincia di Reggio Calabria. Ho due figli, insegno nella scuola superiore e sono anche un consigliere comunale, ma ho un'infinità di interessi molto variegati: amo l'arte figurativa, la musica e lo sport (danza e pallavolo su tutti). Sono sempre stata interessata alla letteratura e in particolare alla poesia: la mia ispirazione è Eugenio Montale, l'ho amato sin dalle scuole medie e sono rimasta folgorata da ognuna delle sue poesie, ma non disdegno assolutamente gli altri poeti italiani del Novecento e gli ermetici in particolare. Trovo molto interessanti le poesie visive, sia italiane che straniere e rimango ammaliata di fronte agli scritti di Nietzsche, Gibran, Kundera e Hikmet. I versi di Neruda e di Alda Merini poi, sono secondo me sono uno struggente inno all'amore, dal quale nessuno che dica di amare la poesia può sottrarsi. Il "verso" è stata una scelta molto naturale per me, visto che la musicalità, il ritmo, la rima, le figure retoriche, la metrica ma soprattutto la potenza della parola, rappresentano per me una sorta di attrazione fatale. Ho sempre avuto la tendenza a scrivere poesiole e a comporre canzoncine per i miei figli, ma la prima vera poesia è nata in una splendida notte d'estate in cui la luna era di una bellezza rara e imbarazzante, che mi ha spinto ad alzarmi dal letto, affacciarmi alla finestra e scrivere tutto ciò che quella visione mi ispirava.
Pagina 1 di 111

 

Ultimi Commenti

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

I contenuti e i pareri espressi negli articoli sono da considerarsi opinioni personali degli autori che
non possono impegnare pertanto l’editore, mai e in alcun modo.

Le immagini a corredo degli articoli di questo blog sono riprese dall’archivio Fotolia.

 

BookSprint Edizioni © 2016 - Tel.: 0828 951799 - Fax: 0828 1896613 - P.Iva: 03533180653

La BookSprint Edizioni è associata alla AIE (Associazione Italiana Editori)