Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

BookSprint Edizioni Blog

Giovedì, 07 Settembre 2017 10:08

Intervista all'autore - Luisa Picciano

1. Che cos’è per Lei scrivere, quali emozioni prova? Per me scrivere rappresenta una parte del mio essere che voglio mettere a nudo. I miei sentimenti più veri e nascosti che non riuscirei a dirle con voce, ma solo scrivendole , è un mio bisogno di dare vita a ciò che penso in quel momento, sento di dargli consistenza e di conseguenza renderlo visivo. Una grandissima emozione provo ogni volta che riesco a scrivere un mio pensiero oppure una storia. Amo molto le poesie, e quando mi sento emotivamente colma di sensazioni positive o negative, allora che dò sfogo a tutto ciò che interiormente mi tormenta o mi dà gioia. 2. Quanto della sua vita reale è presente in questo libro? Molto, anche se il mio romanzo è un Fantasy. La lotta, la conquista della propria libertà a costo di sacrifici e rinunce è un tema di sempre. Ogni giorno per me è una lotta, in tutti i campi, mettersi sempre in discussione, non perdere mai di vista i propri valori, non scendendo mai a compromessi. Diciamo che ho lasciato una mia impronta personale ad ognuna delle protagoniste femminili.
Mercoledì, 06 Settembre 2017 14:46

Intervista all'autore - Antonio Bellacicco

1. Parliamo un po’ di Lei, dove è nato e cresciuto? Roma. 2. Che libro consiglierebbe di leggere ad un adolescente? Non ne ho idea. Forse, una introduzione alle scoperte scientifiche dietro la tecnologia con cui viene a contatto, televisione, treno, aereo, auto, forno a microonde, cellulare. 3. Cosa pensa della progressiva perdita del libro cartaceo a favore dell’ e-book? In confronto all'e-Book, il libro cartaceo è una presenza fisica la cui collocazione nella biblioteca di casa rispetta la scelta della particolare concezione del mondo del proprietario.
Mercoledì, 06 Settembre 2017 12:42

Intervista all'autore - Giovanni Amarù

1. Parliamo un po’ di Lei, dove è nato e cresciuto? Sono siciliano, nato e cresciuto a gela in provincia di Caltanissetta. 2. Che libro consiglierebbe di leggere ad un adolescente? Ad un adolescente, consiglierei naturalmente di leggere il mio libro, senza però tralasciare tutti gli altri libri che lo formeranno nel campo lavorativo e nella vita sociale. 3. Cosa pensa della progressiva perdita del libro cartaceo a favore dell’ e-book? Sono a favore del libro formato e-book, ma penso anche che sarebbe una grossa perdita far scomparire il libro in forma cartaceo, potremmo perderne la memoria. 4. La scrittura è un colpo di fulmine o un amore ponderato? Per me la scrittura è un fulmine a ciel sereno, che colpisce colui che ha tanto amore per la scrittura stessa.
Mercoledì, 06 Settembre 2017 11:44

Intervista all'autore - Paola Manusia

1. Che cos’è per Lei scrivere, quali emozioni prova? Scrivere per me rappresenta un ottimo modo per discostare la quotidianità. Vivo freneticamente dunque scrivere mi consente di vivere in un tempo collaterale. Varcando i miei mondi immaginari e colloquiando con i miei personaggi mi apro ad una sfera emotiva straordinaria e della quale non posso più fare a meno. 2. Quanto della sua vita reale è presente in questo libro? Sono presenti alcuni fatti che ho volutamente romanzato. Nello specifico, la separazione dal contesto famigliare del mio personaggio principale. Non ho ricordi positivi della mia famiglia così ho voluto che l'intera vicenda di Marta Phipps avesse come punto iniziale un distacco dalla sua. Una nota amara purtroppo ma necessaria per poter scandagliare le mie emozioni in tutte le loro forme. 3. Riassuma in poche parole cosa ha significato per Lei scrivere quest’opera. Scrivere quest'opera ha rappresentato per me un vero e proprio mettermi alla prova. Sono appassionata sia della scrittura che della lettura. Produrre un libro però è ben altra cosa. Mi sono messa in gioco fino in fondo, ogni giorno. Ammetto di esserne stata orgogliosa nel momento in cui ho digitato il punto finale nell'ultimo capitolo.
Mercoledì, 06 Settembre 2017 11:34

Intervista all'autore - Lorenzo Avincola

1. Che cos’è per Lei scrivere, quali emozioni prova? Fin da ragazzo ho cercato di mettere su carta le mie emozioni. Per me scrivere significa raccontare, trasformando in piccole o grandi storie, anche con l'aiuto della fantasia e del sogno, la realtà che ci circonda. Spesso in prosa e qualche volta in poesia. 2. Quanto della sua vita reale è presente in questo libro? In questo romanzo c'è tutta la mia vita reale, anche se è una storia completamente inventata. Paul Auster sostiene, in un suo romanzo, che le storie capitano solo a chi le sa raccontare, io non so se sono riuscito a raccontarla bene questa mia storia (bisogna essere bravi scrittori) so solo che ho cercato di raccontarla…e quindi posso dire che a me è capitata e per questo ora esiste.
Mercoledì, 06 Settembre 2017 10:12

Intervista all'autore - Antonio Sanna

1. Ci parli un po' di Lei, della Sua vita. Da dove viene? Come e quando ha deciso di diventare scrittore? Sono originario di Samugheo, un piccolo paese della provincia di Oristano. Dopo la morte di mio figlio, ho deciso di intraprendere questa strada, anche per evadere dal calvario che giornalmente il destino mi ha assegnato. 2. Nell’arco della giornata qual è il momento che dedica alla scrittura? Soprattutto la notte, in quanto non riesco a prendere sonno e dedico quei momenti alla scrittura di romanzi e poesie. 3. Il suo autore contemporaneo preferito? Non ho preferenze anche se mi piacciono le opere in poesia, poiché è da quando ero ragazzo che ero affascinato dalle poesie.
Martedì, 05 Settembre 2017 12:49

Intervista all'autore - Giusy Pacinella

1. Ci parli un po' di Lei, della Sua vita. Da dove viene? Come e quando ha deciso di diventare scrittore? Sono una mamma di due splendidi bambini a cui dedico tutto il mio tempo, sono alle porte dei 40 anni ma non li sento, sono socievole, altruista, allegra e amo circondarmi di persone allegre e alla mano, mi rilassa molto leggere e stare con i mei amici. faccio regolare attività fisica e non riesco a stare ferma un attimo. Sono cresciuta in un piccolo in provincia di Agrigento, Naro, già noto per via del famoso cantante Piero Barone de il Volo. È un paese molto ricco di cultura, arte, e storia. Avevo scritto un romanzo circa due anni fa, ben custodito in un cassetto, quando in un momento della mia vita ho capito che non dovevo sprecare un attimo per esaudire i miei desideri ed essere felice così parlando con un zio di mio padre anche lui scrittore, ho ricevuto consigli su come elaborare meglio romanzo.
Martedì, 05 Settembre 2017 12:35

Intervista all'autore - Chiara Pettirossi

1. Che cos’è per Lei scrivere, quali emozioni prova? Per me scrivere è esternare tutti i tipi di sentimenti, felicità, dolore, sofferenza, emozioni che dette a voce non si riesce a far capire, scrivendo invece vengono fuori tutte le sfumature dettate dal cuore. 2. Quanto della sua vita reale è presente in questo libro? Tutte le poesie rappresentano una parte della mia vita. 3. Riassuma in poche parole cosa ha significato per Lei scrivere quest’opera. Per me realizzare questa opera, è stato un piccolo ma grande sogno, ogni tanto tiravo fuori dal cassetto queste poesie e ne aggiungevo altre ogni volta che la vita mi dava delle esperienze, che mi portavano a scrivere. Ma soprattutto poter gridare al mondo che alcune cose esistono e bisogna ancora crederci piccole cose, un gesto, un tramonto, una carezza, un sentimento, una emozione…
Lunedì, 04 Settembre 2017 14:45

Intervista all'autore - Gigica Vladut Prisecaru

1. Che cos’è per Lei scrivere, quali emozioni prova? Molto importante è il fatto di essere coscienti che non è l'autore a fare il romanzo, ma è il romanzo a fare l'autore. A tutti, almeno una volta nella vita, capita di avere una voglia incontenibile di scrivere, esprimere un qualcosa degno di rimanere conservato su un foglio di carta lasciato ad ingiallire, sulle pagine di un diario dimenticato in qualche cassetto, nella memoria di un PC in compagnia di innumerevoli inutili file, qualcosa a cui si possa tornare prima o poi, una frase, un pensiero, un emozione, una poesia, un racconto, un saggio, un romanzo. Per me è questo la scrittura: idee, pensieri, parole, che fuoriescono dalla punta di una penna, e messi insieme su un pezzo di carta danno luogo a un qualcosa di meraviglioso. La scrittura non impone limiti di fantasia e di espressione, ed questo che più mi affascina.
Lunedì, 04 Settembre 2017 13:05

Intervista all'autore - Linda Cipoloni

1. Ci parli un po' di Lei, della Sua vita. Da dove viene? Come e quando ha deciso di diventare scrittore? Mi chiamo Linda Cipoloni, ho 21 anni e sono nata a Melzo, in provincia di Milano. Tuttavia, ricordo poco o niente perché i miei genitori si sono trasferiti in un paesino dell'Oltrepò pavese, dove vivo attualmente, quando avevo pochi mesi. La mia passione per la lettura, e di conseguenza, per la scrittura, mi ha sempre accompagnata in ogni aspetto della mia infanzia e adolescenza. In particolare, mi hanno sempre affascinato i libri fantasy, popolati da creature come vampiri, streghe e lupi mannari. Di conseguenza, non mancavano di certo storie di questo genere tra quelle che mi divertivo a scrivere. Ho sempre scritto. Questo non vuole dire che portavo a termine ogni singola storia, ma mi divertivo a creare nuovi personaggi e a fargli vivere mille avventure. E lo stesso è avvenuto con "London's Calling". 2. Nell’arco della giornata qual è il momento che dedica alla scrittura? La voglia di scrivere caratterizza ogni attimo delle mie giornate, ma devo ammettere che prediligendo la sera in generale mi viene più facile scrivere una volta calato il sole.
Pagina 10 di 111

 

Ultimi Commenti

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

I contenuti e i pareri espressi negli articoli sono da considerarsi opinioni personali degli autori che
non possono impegnare pertanto l’editore, mai e in alcun modo.

Le immagini a corredo degli articoli di questo blog sono riprese dall’archivio Fotolia.

 

BookSprint Edizioni © 2016 - Tel.: 0828 951799 - Fax: 0828 1896613 - P.Iva: 03533180653

La BookSprint Edizioni è associata alla AIE (Associazione Italiana Editori)