Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

BookSprint Edizioni Blog

1. Ci parli un po' di Lei, della Sua vita. Da dove viene? Come e quando ha deciso di diventare scrittore? Sono calabrese e vivo a Gimigliano, un piccolo paese di montagna in provincia di Catanzaro. Sono un grande appassionato di musica rock, viaggi e trekking culturale. In particolare:  per quanto riguarda la musica ho lavorato, in passato, per una piccola radio locale e questa passione mi ha portato ad assistere, in tutt’Italia, a concerti rock di grandi musicisti (fra i quali Bruce Springsteen, U2, The Cure, REM, ecc.). Mi piace viaggiare (quando posso) per conoscere realtà molto distanti non solo geograficamente ma anche dal punto di vista socio-culturale; mi piace molto camminare nei boschi per trovare equilibrio mentale e, nello stesso tempo, scoprire/vedere siti ricchi di avvenimenti del passato.
1. Ci parli un po' di Lei, della Sua vita. Da dove viene? Come e quando ha deciso di diventare scrittore? Sono nato il sei ottobre del millenovecento novantadue a Pompei, dopo la mia nascita la mia famiglia si è trasferita a Lacco Ameno a Ischia. La mia decisone di diventare scrittore l’ho intrapresa nell'estate del duemila e quindici al rientro dalla Scozia perché proprio lì avevo scoperto di avere anche la vena poetica oltre a quell’artistica.
1. Parliamo un po’ di Lei, dove è nata e cresciuta? Imma: sono nata a Napoli e cresciuta in un paese appena fuori la città. Il contesto che mi circondava mi ha dato la possibilità di incontrare persone professionalmente "ricche" che mi hanno permesso di approfondire sempre di più questa materia così complessa e affascinante. Alla base una famiglia solida, amorevole e ricca di emozioni che mi ha sempre guidata nella giusta direzione.
Lunedì, 06 Agosto 2018 13:20

Intervista all'autore - Silvana Privitera

1. Parliamo un po’ di Lei, dove è nato e cresciuto? Sono nata a Palermo, ma posso ben dire di essere cresciuta in buona parte della Sicilia. La mia infanzia l'ho vissuta nella Sicilia occidentale, le mie vacanze e i miei svaghi in quella orientale, i miei percorsi formativi in quella centrale. Oggi mi sono fermata nell'affascinante capoluogo dell'isola, dove vivo con la mia famiglia e dove lavoro. Mi sento fiera, orgogliosa e anche fortunata di farne parte. Oserei dire che l'adoro!
Lunedì, 06 Agosto 2018 13:03

Intervista all'autore - Enza Mastellone

1. Che cos’è per Lei scrivere, quali emozioni prova? Scrivere è stata da sempre una delle mie più grandi passioni. Fin dall'età di dieci anni conservo diari su cui appunto giorno dopo giorno i pezzi più importanti della mia vita e, spesso li vado a rileggere nei momenti di gioia o di sconforto. Si è rivelato, fin da piccola, un modo per sfogare le mie emozioni più vere, quelle per cui spesso trovo difficoltà. Scrivere apre nuovi orizzonti, lascia intravedere il lato più vero di me stessa con paure e delusioni, gioie e speranze. Mi aiuta nei momenti in cui pensare fa male, nei momenti di profonda delusione o di paura ma soprattutto suscita quelle emozioni che, chi non scrive, non è in grado di poter capire veramente.  
Lunedì, 06 Agosto 2018 12:17

Intervista all'autore - Luciano Martucci

1. Ci parli un po' di Lei, della Sua vita. Da dove viene? Come e quando ha deciso di diventare scrittore? Sono nato ad Aversa, in provincia di Caserta, ma oggi vivo a Bologna. Dopo il diploma artistico e vari corsi mi sono trasferito per motivi di lavoro, dove mi sono specializzato in vetrate artistiche, restauro del vetro e tessere mosaici, ma poi ho perso il lavoro per la crisi così ho svolto altri lavori di diverso genere che mi han costretto a continui cambiamenti di residenza. Nel frattempo ho comunque avuto la possibilità di fare molti viaggi in vari Paesi attratto da costumi e culture diverse dalla nostra dove ho appreso molte cose che oggi mi han portato a quello che sono. Poi con l'ultimo licenziamento, mi sono ritrovato senza lavoro e così un mio amico mi ha detto: "ma perché non ti prendi una laurea in antropologia? così puoi sfruttare tutte le tue conoscenze ed esperienze di viaggio e perché no diventare un antropologo o ricercatore!!! Così mi sono iscritto ad una triennale in Antropologia, religioni e Civiltà Orientali e poi alla Magistrale.
Lunedì, 06 Agosto 2018 11:19

Intervista all'autore - Giustina Pnishi

1. Che cos’è per Lei scrivere, quali emozioni prova? Scrivere per me è tutto, significa dare un senso alla mia vita, dare forma ai miei sogni, ai miei pensieri.   2. Quanto della sua vita reale è presente in questo libro? La protagonista di questo libro è forte e coraggiosa; è una che cade sempre in piedi proprio come me.
1.Che cos’è per Lei scrivere, quali emozioni prova? Giovanna Capasso: Scrivere per me ha sempre significato aprire la porta di un mondo parallelo, nel quale poter vivere realtà diverse, provare emozioni contrastanti, calarmi nei panni di innumerevoli personaggi, dare sfogo a quell’angolino della mente che guarda il mondo con occhi diversi; crea, elabora e fantastica. Nella mia vita ho sempre sperato un giorno di potermi fermare e trovare una storia che valesse la pena di essere raccontata e poi ho incontrato Antonio che con il suo vissuto così intenso mi ha convinto a mettermi in gioco.
Sabato, 21 Luglio 2018 13:12

Intervista all'autore - Nicoletta Liguori

1. Ci parli un po' di Lei, della Sua vita. Da dove viene? Come e quando ha deciso di diventare scrittore? Provengo da Polla in provincia di Salerno, ho sempre avuto un diario, in un momento di sconforto un paio sono finiti bruciati nel caminetto perché ritenuti mal scritti. Mi riscattai all'esame di maturità classica svolgendo un tema sull'ecologia e ottenni un'ottima valutazione. Una volta a Napoli si andarono delineando i miei interessi di scienze occulte, di macrobiotica, di paleoantropologia, medicine orientali, di agricoltura biodinamica.
Sabato, 21 Luglio 2018 12:35

Intervista all'autore - Elena Di Giorgio

1.  Che cos’è per Lei scrivere, quali emozioni prova? Per me la scrittura è elettricità, è una scossa che mi fa sentire viva e in pace con me stessa. É quella scintilla che migliora anche la giornata peggiore. Nello scrivere ci metto tutto l’impegno possibile, lasciandomi guidare dalla corrente dei miei pensieri e abbandonandomi ad essa. Costellare di stelle nere un foglio bianco è sempre una sfida. Puntualmente mi domando “Cosa riuscirò a creare questa volta?” e la risposta a volte si fa attendere, poiché magari l’ispirazione non viene.

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

I contenuti e i pareri espressi negli articoli sono da considerarsi opinioni personali degli autori che
non possono impegnare pertanto l’editore, mai e in alcun modo.

Le immagini a corredo degli articoli di questo blog sono riprese dall’archivio Fotolia.

 

BookSprint Edizioni © 2016 - Tel.: 0828 951799 - Fax: 0828 1896613 - P.Iva: 03533180653

La BookSprint Edizioni è associata alla AIE (Associazione Italiana Editori)