Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

BookSprint Edizioni Blog

Giovedì, 16 Gennaio 2020 11:16

Intervista all'autore - Sara Braccini

1. Che cos’è per Lei scrivere, quali emozioni prova? Scrivere mi porta in una dimensione parallela in cui tutto è possibile, le emozioni sono molto forti, sono quelle di veder realizzarsi le cose che desideri, affrontare paure o vivere situazioni stando in una comoda zona di confort che permetta di fare lo stesso esperienze sia positive che negative. Una vera vita parallela fatta di personaggi, situazioni e cose che alla fine diventano reali. Uno spettacolo nello spettacolo.  
Giovedì, 16 Gennaio 2020 10:26

Intervista all'autore - Rachele Baccetti

1. Ci parli un po' di Lei, della Sua vita. Da dove viene? Come e quando ha deciso di diventare scrittore? Sono nata e vivo a Grosseto, sinceramente la scrittura ha sempre costituito una valvola di sfogo fin dall'infanzia, in quanto mi ha sempre permesso un’infinita libertà di espressione che è poi quello che in ogni cosa cerco.  
Martedì, 14 Gennaio 2020 12:00

Intervista all'autore - Vincenzo Di Tanto

1. Ci parli un po' di Lei, della Sua vita. Da dove viene? Come e quando ha deciso di diventare scrittore? Dopo un corso regolare di studi, ho conseguito la laurea in Giurisprudenza ed ho intrapreso la professione di Avvocato. Penso che diventare scrittore non possa essere deciso, quanto piuttosto che qualcosa di indefinito ti spinga a sederti ad un tavolo e iniziare a scrivere qualcosa. Fin da ragazzo ho sempre composto poesie sino a quando in età adulta ho pensato di cimentarmi nella narrazione.  
Martedì, 14 Gennaio 2020 10:17

Intervista all'autore - Romina Qerimi

1. Parliamo un po’ di Lei, dove è nata e cresciuta? Sono nata a Melito di Porto Salvo in provincia di Reggio Calabria, ma sono cresciuta in Liguria, precisamente a Badalucco (IM). All'età di diciotto anni ho lasciato la mia famiglia per andare a studiare psicologia a Padova, città di cui mi ero innamorata fin da bambina quando l'ho vista per la prima volta. Da sempre il mio sogno nel cassetto è quello di diventare Psicoterapeuta perché ritengo che sia una professione valida, quanto quella del medico, per la promozione della salute e la prevenzione di qualsiasi problematica.
1. Ci parli un po' di Lei, della Sua vita. Da dove viene? Come e quando ha deciso di diventare scrittore? Sono nato e risiedo ad Arezzo. Dopo aver fatto studi classici ho scelto la professione di architetto che mi ha portato a lavorare nei dintorni della mia città e in provincia, in particolare nella valle del Casentino. Ho iniziato a scrivere prestissimo, quasi per naturale predisposizione. Il mio primo racconto (era di fantascienza, fin dall'inizio) l'ho scritto sotto forma di tema scolastico a dodici anni. Il primo racconto su rivista invece l'ho pubblicato a quindici anni (ricordo che uscì in edicola proprio il giorno del mio compleanno).  
1. Parliamo un po’ di Lei, dove è nato e cresciuto? Sono nato in un paesino della provincia di Salerno, San Pietro al Tanagro nel Vallo di Diano, ormai molti anni fa. Ho bei ricordi della mia infanzia: sul serio mi rispecchiavo in situazioni vicine a quelle narrate da Twain o Molnàr; da adolescente poi divenni girovago e ovviamente tormentato; poi, dopo il liceo classico di Sala Consilina, mi iscrissi all'Università di Salerno ove conseguii la laurea in Giurisprudenza. Oggi vivo sempre nel Vallo di Diano ma in un altro paese: Sassano, ove svolgo la professione forense.  
1. Che cos’è per Lei scrivere, quali emozioni prova? Ritengo che scrivere sia la massima forma di espressione di se stessi, attraverso la scrittura è possibile trasferire la propria conoscenza, i propri sentimenti e le proprie sensazioni ad altri individui, ampliando, talvolta, anche le vedute di questi ultimi. Mentre scrivo provo delle fantastiche sensazioni, credo che sia paragonabile allo scultore che pian piano realizza la sua opera dando concretezza a ciò che prima era solo astratto.  
Sabato, 04 Gennaio 2020 12:16

Intervista all'autore - Monia Di Biagio

1. Ci parli un po' di Lei, della Sua vita. Da dove viene? Come e quando ha deciso di diventare scrittore? Mi chiamo Monia Di Biagio e ho 45 anni (...sono "datata", lo so!) i primi 26 anni della mia vita li ho vissuti tra le premurose mura dei miei genitori: a Capodimonte, provincia di Viterbo (Lazio) sul meraviglioso e incomparabile Lago di Bolsena; poi da sposata mi sono trasferita in Versilia (dove la mia carriera letteraria è esplosa, con tante cose scritte e tanti Premi Letterari vinti); e adesso sono tornata a vivere nella Tuscia, a Viterbo, la terra che mi ha dato i Natali, e dove vivo una vita famigliare come tutti voi, tra i mille impegni quotidiani che può avere una mamma... E in più io ho la scrittura, alla quale non rinuncerò mai perché fa parte di me, da sempre.
Venerdì, 03 Gennaio 2020 17:10

Intervista all'autore - Laura Vignanelli

1. Che cos’è per Lei scrivere, quali emozioni prova? La scrittura rappresenta il mio rifugio emotivo, in cui entrare ogni qualvolta sento la necessità di prendere contatto con il mio Sé interiore, di esprimere ciò che provo senza censurare stati d'animo e sensazioni; belli o brutti che siano, essi fanno parte di me e sento il bisogno di dargli una forma imprimendoli nel libero fluire delle parole. Le mie poesie nascono dal profondo, raccontano il mio vissuto circostanziato rispetto a determinati momenti e quando finalmente sono lì, scritte, provo un senso liberatorio, di sollievo e diventano una parte di me che resterà per sempre: per non dimenticare ciò che sento, ciò che vivo, ciò che sono.
Venerdì, 03 Gennaio 2020 16:07

Intervista all'autore - Annamaria Sperduto

1. Che cos’è per Lei scrivere, quali emozioni prova? Partendo dal presupposto che ogni personalità, ogni modo di essere ed ogni voluto apprendimento possono dal riuscire a fare del proprio tempo il proprio modo di crescere e svilupparsi, possano dire alla mia personalità si addice la scrittura, si addice quel magico modo di raccontare le cose facendole passare dal polso, ultima via delle emozioni del cuore. Scrivere è liberare la mia energia vitale, approfondire la conoscenza che ho di me stessa e carpire con gioia o riflessioni tutto ciò che la voce, forse, preferisce non esprimere. Si vive in un contesto magico quando si riesce a comprendere il proprio non detto. Questo provo io.
Pagina 2 di 225

 

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

I contenuti e i pareri espressi negli articoli sono da considerarsi opinioni personali degli autori che
non possono impegnare pertanto l’editore, mai e in alcun modo.

Le immagini a corredo degli articoli di questo blog sono riprese dall’archivio Fotolia.

 

BookSprint Edizioni © 2016 - Tel.: 0828 951799 - Fax: 0828 1896613 - P.Iva: 03533180653

La BookSprint Edizioni è associata alla AIE (Associazione Italiana Editori)