Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

BookSprint Edizioni Blog

Pirata & Gentiluomo

"Sono il pirata Roby B. Ray, capitano del Diavolo Rosso e quelle che vi apprestate a leggere sono le mie avventure e quelle della mia ciurma di filibustieri". Si apre con queste parole, che lasciano g...

Intervista all'autore - Tiziana Costa

1.  Ci parli un po' di Lei, della Sua vita. Da dove viene? Come e quando ha deciso di diventare scrittore? Vivo con la mia famiglia a Latina, mia città natale, un luogo meraviglioso e tranqu...

Intervista all'autore - Alessia Di Guglielmo

  1. Che cos’è per Lei scrivere, quali emozioni prova? Per me scrivere è soprattutto uno sfogo, una sorta di "liberazione" da tutte le cose che mi porto dentro.   2. Quanto della sua vi...

Intervista all'autore - Gio Magenda

1. Che cos’è per Lei scrivere, quali emozioni prova? Per me scrivere è stato a lungo il metodo più naturale per comunicare, soprattutto le mie emozioni e tutto quello che mi risultava difficile da dir...

Intervista all'autore - Martin Maiuri

1. Ci parli un po' di Lei, della Sua vita. Da dove viene? Come e quando ha deciso di diventare scrittore? Vivo a Marino, una cittadina in provincia di Roma, per la maggior parte dell'anno, mentre l'es...

Argomenti di Psicologia Clinica

Così come anticipa il titolo: “Argomenti di psicologia clinica”, l'Opera degli autori Gian Luigi dell'Erba ed Ernesto Nuzzo si presenta come  un’analisi approfondita e dettagliata di questa speci...

Intervista all'autore - Gian Luigi Dell'Erba

1. Che cos’è per Lei scrivere un libro?Fare delle pubblicazioni, quindi scrivere articoli scientifici o scrivere un volume è, in qualche modo, parte del lavoro di uno psicologo clinico, di un sanitari...

Intervista all'autore - Antonio Causi

1. Ci parli un po' di Lei, della Sua vita. Da dove viene? Come e quando ha deciso di diventare scrittore? Ho cominciato scrivendo per il teatro e mi sono appassionato.   2. Nell’arco della gi...

Diario di una spia da due soldi

Avere come sogno quello di entrare a far parte dell'Arma dei Carabinieri. Coltivare questa passione sin da giovane, riuscendo poi finalmente a coronare il desiderio di una vita, fino a scalare i ruoli...

Intervista all'autore - Flavio Canfora

1. Che cos’è per Lei scrivere, quali emozioni prova? Parlo con gente che non conosco. Quindi è un'emozione bella.   2. Quanto della sua vita reale è presente in questo libro? L'80%.

Intervista all'autore - Roberta Maria Primavera

1. Ci parli un po' di Lei, della Sua vita. Da dove viene? Come e quando ha deciso di diventare scrittore? Sono nativa di Roma ma vivo ad Orte, un meraviglioso paesino in provincia di Viterbo... devo d...

Intervista all'autore - Floriana Contestabile

1. Parliamo un po’ di Lei, dove è nata e cresciuta? Sono nata a Roma e sono cresciuta a Fiumicino, che poi è il luogo dove io mi sono formata e dove continuo a godere di spazi che fanno parte, tra l’a...

Lunedì, 27 Luglio 2015 11:26

Intervista all'autore - Silvia Danei

1. Che cos’è per Lei scrivere, quali emozioni prova? In passato mi sono dedicata alla saggistica: si trattava di studiare per avere una formazione scientifica al fine di esporre nei miei elaborati le conoscenze apprese con l’analisi dell’oggetto di ricerca. Il romanzo richiede altre prove di scrittura, implicaemozioni e strutture compositive per me più difficili. 2. Quanto della sua vita reale è presente in questo libro? Abbandonata la saggistica, ho scelto di scrivere storie reali e riportare sentimenti veri. Non saprei inventare storie che non hanno corrispondenze nella realtà. Lo stesso si dica per gli stati d’animo.
Lunedì, 27 Luglio 2015 10:37

Intervista all'autore - Valentina Fontan

1. Che cos’è per Lei scrivere, quali emozioni prova? È il mezzo con cui dare vita ai miei pensieri, alle mie idee e ai miei personaggi immaginari, che per quanto siano fittizi, prendono spunto dalla mia realtà quotidiana. 2. Quanto della sua vita reale è presente in questo libro? La mia passione per l'oscurità. Non a caso il libro viene principalmente narrato dal punto di vista del popolo degli stregoni neri che vivono nel loro regno buio e tetro, ma allo stesso tempo così affascinante. Anche la presenza dei colori nero e viola scuro, i miei colori preferiti, rappresentato questo mio punto di vista.
Lunedì, 27 Luglio 2015 10:11

Terre della mia memoria

Una raccolta di racconti brevi per ripercorrere l’intensa vita dell’autore fatta di viaggi, incontri e nuove scoperte. “Terra della mia memoria – Disordinate come la mia vita” è il nuovo libro di Mauro Baldassini, edito dalla giovane casa editrice BookSprint Edizioni, disponibile anche nel formato elettronico dell’ e-book.
1. Parliamo un po’ di Lei, dove è nato e cresciuto?Sono nata a Corato, una cittadina dell'entroterra Barese. Lì sono rimasta fino all'età di 19 anni, quando, finita la maturità classica, dopo perplessità e dubbi su ciò che sarei voluta diventare, ho deciso di partire alla volta di Roma per entrare all'ISEF. A propendere per quella decisione hanno giocato un ruolo importante l'attitudine per lo sport, il consiglio di una persona autorevole che, un giorno, vista la mia indecisione nella scelta, mi ha detto: “Scegli la strada che ti convince meno, così da persona responsabile quale sei, la percorrerai impegnandoti al massimo e nello stesso tempo non trascurerai le altre” (parlava della scrittura, del disegno ecc.)! Ma , soprattutto, l'amore. Da quei tempi risiedo a Roma, insegno Scienze Motorie in un liceo della capitale, sono sposata da 34 anni con lo stesso uomo e ho due figlie. 
Sabato, 25 Luglio 2015 13:01

Intervista all'autore - Mauro Baldassini

1. Ci parli un po' di Lei, della Sua vita. Da dove viene? Come e quando ha deciso di diventare scrittore? Sono nato in Italia, ma a pochi mesi di vita la mia famiglia si è trasferita in Venezuela, dove mio padre, medico, ha fatto il malariologo e l'epidemiologo. Per questo motivo sono diventato venezuelano a tutti gli effetti, non come un abitante delle città, ma vivendo sempre in ambienti rurali, tra le Ande, il "llano". In questi luogo, mio padre è stato trasferito per combattere una epidemia di febbre gialla, un focolaio di malaria, di malnutrizione infantile e altre pesti tropicali. Solo a venti anni sono tornato a vivere in Italia, a Roma, dove ho studiato e mi sono laureato in medicina. Ho poi lavorato come medico ospedaliero, sempre a Roma, per trentacinque anni. Ma non ho mai interrotto i miei rapporti con l'America Latina, tanto che la mia prima moglie è stata una brasiliana. Per lavoro e per tradizione di famiglia, sono stato consulente di un ordine religioso ospedaliero con ospedali in terre di missione nel terzo mondo, e ho avuto occasione di fare frequenti viaggi in Sud America, Africa e Medio Oriente. Ora, da pensionato, scrivo delle cose che mi sono successe o che ho visto durante questi miei trasferimenti. Solo da qualche anno vivo in provincia e passo il mio tempo a raccontare di queste cose.
Sabato, 25 Luglio 2015 10:27

In filosofia con Del Noce

“In Filosofia con Del Noce” è un breve saggio di filosofia edito dalla casa editrice BookSprint Edizioni. L’autore Matteo Candido, non nuovo a questo genere di opere narrative, testimonia ancora – mediante questo scritto – il suo interesse tanto per la l’antica forma di sapere (qual è la filosofia, appunto) quanto per il pensiero di Augusto Del Noce. Politolo, filosofo, politico italiano e docente universitario alla cattedra di “Storia delle dottrine politiche” presso l’Università La Sapienza di Roma, Del Noce è stato un personaggio di spicco del mondo culturale del ‘900 italiano. 
Venerdì, 24 Luglio 2015 16:56

Una profuga anomala

Seconda Guerra Mondiale. Il post esodo degli istriani dai territori assegnati alle popolazioni dell'ex Jugoslavia. Fanny è solo una ragazzina, che deve crescere velocemente tra speranze e illusioni, che sono il fulcro di "Una profuga anomala", il nuovo romanzo a firma di Silvia Danei. Edito per i tipi di BookSprint Edizioni, e disponibile sia nel formato del libro digitale che del volume in brossura cartacea, il libro è un viaggio nella storia, triste, di un intero popolo costretto a trasformarsi in profughi per scappare dalle conseguenze della guerra.
Venerdì, 24 Luglio 2015 16:23

Un segreto da dimenticare

Ha affrontato gli anni più bui della storia d'Italia, quelli del fascismo e della Seconda Guerra Mondiale, ha superato le difficoltà dei campi di lavoro, ha viaggiato per molti anni per affari e finalmente, dopo una lunga vita, Severino Osvaldo Arzani è riuscito a coronare il suo più grande sogno: scrivere e pubblicare un libro, dal titolo "Un segreto da dimenticare". Edita per i tipi di BookSprint Edizioni e disponibile sia nel formato moderno del libro digitale che nella classica versione cartacea, l'opera si divide tra realtà e fantasia, con situazioni a metà tra cronaca e immaginazione.
1. Ci parli un po' di Lei, della Sua vita. Da dove viene? Come e quando ha deciso di diventare scrittore? Sono nata in Calabria e. precisamente a Cosenza, una bella e piccola città, nel lontano 1939. Ci conoscevamo tutti! All'epoca per me era molto importante avere parenti ed amici sempre molto vicini e presenti... Avevo perso mio padre il 31 maggio del 1942 stroncato da un male incurabile (il cancro dei fumatori). Io avevo solo tre anni e cinque mesi: questo dolore mi è rimasto sempre dentro rodendomi l'animo come un tarlo cattivo. Mio fratello aveva quasi sei anni, mia mamma, una donna meravigliosa, ci ha fatto sempre sentire come ovattati e protetti dal suo grande amore. La seconda guerra mondiale sarebbe finita più o meno dopo un anno e mezzo! Io non posso dire che la guerra ci abbia fatto soffrire.... ero molto piccola. Eravamo andati ad abitare dalla nonna di mia madre che accolse tutti i pronipoti nella sua grande casa con un bel giardino pieno di alberi da frutta.
Venerdì, 24 Luglio 2015 15:51

Un bouquet de chansons napolitaines

 Traduzione, adattamento, interpretazione. Un lavoro certosino è quello che ha realizzato Loretta Maria Gagliardi per il suo "Un bouquet de chansons napolitaines – Adattamenti in lingua francese di canzoni classiche napoletane", volume pubblicato dalla BookSprint Edizioni e disponibile sia nel classico formato della brossura cartacea sia nella versione del libro elettronico.

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

I contenuti e i pareri espressi negli articoli sono da considerarsi opinioni personali degli autori che
non possono impegnare pertanto l’editore, mai e in alcun modo.

Le immagini a corredo degli articoli di questo blog sono riprese dall’archivio Fotolia.

 

BookSprint Edizioni © 2016 - Tel.: 0828 951799 - Fax: 0828 1896613 - P.Iva: 03533180653

La BookSprint Edizioni è associata alla AIE (Associazione Italiana Editori)