Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

BookSprint Edizioni Blog

Intervista all'autore - Giulia Rossi

1. Parliamo un po’ di Lei, dove è nata e cresciuta? Sono nata e cresciuta a Castel di Tora un borgo medioevale che fluttua tra passato e presente.   2. Che libro consiglierebbe di leggere ad...

Intervista all'autore - Roxana Anton

1. Ci parli un po' di Lei, della Sua vita. Da dove viene? Come e quando ha deciso di diventare scrittore? Vengo dal meraviglioso paese che è la Romania, mi sono laureata a Bucarest ed ho avuto l'occas...

Intervista all'autore - Massimiliano Calzati

1. Che cos’è per Lei scrivere, quali emozioni prova? Scrivere per me significa mettere nero su bianco tutto ciò che mi passa per la testa, che siano un'idea, un pensiero o altro. Mi fa sentire tranq...

Intervista all'autore - Isabella Serra

1. Ci parli un po' di Lei, della Sua vita. Da dove viene? Come e quando ha deciso di diventare scrittore? Sono calabrese, di Cosenza, ma dall'età di diciassette anni ho vissuto a Roma, dove mi sono la...

Intervista all'autore - Giorgia Franco

1. Che cos’è per Lei scrivere, quali emozioni prova? Scrivere equivale ad attribuire sensi perpetui alle Emozioni che ti hanno spinto a farlo: le risenti, le rivedi, ne percepisci nuovamente la fragra...

Intervista all'autore - Silvia Reginato

1. Che cos’è per Lei scrivere, quali emozioni prova? Quando prendo un libro in mano la prima cosa che faccio è annusarlo, l'odore della carta mi inebria la mente e sento, in quel breve istante, la men...

Intervista all'autore - Christian Scarda

1. Che cos’è per Lei scrivere, quali emozioni prova? Credo che scrivere sia come avere nuova vita e le parole non sono altro che le seconda possibilità del nostro cuore per parlare ed esprimersi, dato...

Intervista all'autore - Grazia Bertini

1. Parliamo un po’ di Lei, dove è nata e cresciuta? Sono nata e cresciuta ed ho sempre abitato a Lucca. Ho avuto un'infanzia normale ed ho frequentato le scuole fino alla seconda maturità in lingue ch...

Intervista all'autore - Tatiana Cavola

1. Parliamo un po’ di Lei, dove è nata e cresciuta? Sono nata a Roma, ma quando avevo 9 anni i miei hanno deciso di trasferirsi in un paesino fuori porta chiamato Valcanneto, quindi da quel momento so...

Intervista all'autore - Massimo Ferretti

1. Ci parli un po' di Lei, della Sua vita. Da dove viene? Come e quando ha deciso di diventare scrittore? Sono nato a Pescara 51 anni fa ed è qui che vivo. Le mie sono state un'infanzia e un'adolescen...

Intervista all'autore - Francesca Luce

1. Parliamo un po’ di Lei, dove è nata e cresciuta? Sono nata in un piccolo e caratteristico paesino di 1000 abitanti della Puglia in provincia di Bari di nome Binetto, ho vissuto lì per pochi anni ...

Intervista all'autore - Francesca Cadili

1. Che cos’è per Lei scrivere, quali emozioni prova? È dare sfogo al proprio vissuto.   2. Quanto della sua vita reale è presente in questo libro? Credo ci sia molto di me nelle parole che em...

Giovedì, 11 Giugno 2015 15:21

Intervista all'autore - Pietro Arigò

1. Che cos’è per Lei scrivere, quali emozioni prova? Quando scrivo riesco ad esprimere me stesso e provo un grande senso di libertà! Quando scrivo non penso a niente, piuttosto ascolto! Se pensi scrivi con la testa, se invece ascolti scrivi con il cuore e chi legge lo percepisce. Chi ha letto il mio libro mi ha dato come feedback proprio questo, si è sentito toccare il cuore. L'obiettivo era questo: scuotere in qualche modo le coscienze delle persone! Cosa che ritengo bellissima lo rileggono più volte, questo significa che oltre le parole il libro sprigiona anche tanta energia positiva!
Giovedì, 11 Giugno 2015 10:00

Intervista all'autore - Angelo Pirri

1. Ci parli un po' di Lei, della Sua vita. Da dove viene? Come e quando ha deciso di diventare scrittore? Come si può evincere dal titolo del mio saggio, sono nato a Francavilla Sicilia (Me).Sono entrato in giovane età alla Sicilcassa di Palermo presso cui ho lavorato per tanti anni, dieci dei quali trascorsi come direttore in diverse agenzie della Sicilia. Sono sposato da oltre trenta anni con Franca e abbiamo una splendida figlia di nome Liana. Quando mi sono ritirato dal lavoro, ho potuto finalmente dedicarmi alla mia grande passione per i libri, specialmente quelli di storia. La decisione di fare lo scrittore non è stata mia, ma credo che da "lassù" qualcuno a cui ho voluto bene mi abbia ispirato. Ed io ci ho provato!
Lunedì, 08 Giugno 2015 12:12

Intervista all'autore - Franca Zona

1. Che cos’è per Lei scrivere, quali emozioni prova? Scrivere è come respirare, come lasciar spazio alla libertà di essere. È come imprimere, attraverso la fantasiosa creatività, l'innocente verità di noi stessi, delle persone e delle cose che ci circondano. Le emozioni che scaturiscono dai momenti di totale affidamento alla scrittura, si esprimono, anche se non integralmente, attraverso un appagamento interiore che si manifesta esternamente come accettazione ed equilibrio di un mondo che si vorrebbe veder ruotare attorno ai pensieri e alle azioni che contano. Scrivere comporta sempre la capacità e il desiderio di distendere ogni conflitto che mi si presenta dentro: per affrontare, comprendere, svelare e, finalmente raggiungere la mia “quiete dopo la tempesta”.
Lunedì, 08 Giugno 2015 10:12

La matematica dell'amore

Sarà presentato in tre diversi appuntamenti "La matematica dell'amore", il primo libro di Federico Mazzaron, ventenne scrittore novarese, incentrato sulla tematica del cyber bullismo. Il volume, edito per i tipi di BookSprint Edizioni, e disponibile esclusivamente nel classico formato della brossura cartacea, inizialmente sarà esposto il giorno venerdì 5 giugno alle ore 21 a Bellinzago Novarese, grazie al patrocinio del Comune e della biblioteca locali e con la partecipazione della senatrice Elena Ferrara, autrice del disegno di legge sul cyber bullismo. A seguire, due incontri con la scuola: martedì 9 giugno l'appuntamento è all'Istituto Tecnico Mossotti di Novara, dove l'autore incontrerà gli studenti delle classi prime; per finire, giovedì 11 giugno presentazione al Liceo Scientifico Carlo Alberto di Novara, sempre con la partecipazione degli studenti.
Venerdì, 08 Maggio 2015 12:12

Intervista all'autore - Francesco Colangelo

1. Che cos’è per Lei scrivere, quali emozioni prova? Scrivere, in generale, per me significa innanzitutto fare una sorta di autoterapia in quanto mi fa stare bene e, questo, è molto importante. Che poi allo scrivere per me stesso si possa aggiungere in qualche modo anche lo scrivere per gli altri, per agire con la parola nel mondo, è non affatto cosa secondaria ma segna di fatto un secondo livello di necessità. Quando mi cimento nella scrittura faccio i conti con me stesso, mi muovo nel labirinto della mia anima alla ricerca di una "verità-per-me".
Giovedì, 07 Maggio 2015 17:38

Intervista all'autore - amicodicinzia

1. Ci parli un po' di Lei, della Sua vita. Da dove viene? Come e quando ha deciso di diventare scrittore? Sono nato e vissuto nel Salento, eccetto la parentesi universitaria a Bologna. Non essendo mai stato nella polvere né sull’altare, temo che il mio percorso esistenziale non solletichi nessuno. Sono intollerante ma discretamente allenato alla pazienza, riflessivo e lento a muovermi, cambio raramente opinione (il che, si sa, è tipico degli imbecilli, ma voglio illudermi di essere l’eccezione), detesto ciò che è artificiale, mi sforzo di mettere un freno alle emozioni negative: la paura, la noia, la vergogna, la gelosia, il disgusto. Il risultato non è sempre lusinghiero. Il capriccio di scrivere qualcosa l’ho perseguito in brevissimi spazi di tempo distribuiti in due o tre lustri.
Lunedì, 04 Maggio 2015 16:05

Intervista all'autore - Barbara Bugani

1. Che cos’è per Lei scrivere, quali emozioni prova? Mi è sempre piaciuto scrivere fin da ragazzina. Mi piace mettere su carta le mie emozioni perché' ho la sensazione di renderle più vere ed importanti. Scrivere mi piace e quando ho un'idea in testa sono capace di scrivere per ore senza accorgermi del tempo che passa. Devo riportare tutto quanto su carta per poi rileggerlo quando ho finito ma non prima. Non rileggo mai prima di aver finito di scrivere quello che ho in mente. È un senso di appagamento e soddisfazione che è difficile spiegare con le parole. Io spesso mi dico "Ecco ho fatto...tutto quello che volevo dire l'ho detto. Tutte le mie emozioni sono in queste righe" .
L’età di mezzo è quel momento in cui è forse più semplice cominciare nuove avventure, concedersi nuovi spazi e, parallelamente, completare i percorsi della propria vita. Lasciandosi guidare dall’esperienza e dal desiderio di trasmettere al prossimo un messaggio di saggezza, anche Paolo Nava si è avviato alla stesura del suo libro d’esordio, di cui oggi si riconosce l’estrema utilità. Curato in fase di pubblicazione dallo staff della casa editrice BookSprint Edizioni, il libro - dal singolare titolo - “Il manager, il Budda e… Quel fischietto che non suonava mai” si configura come un racconto autobiografico in cui si documentano i fatti salienti della vita professionale dell’autore. Come in un mosaico, le tessere si incastrano per dare forma al disegno della sua vita, ben narrata nelle 268 pagine del libro, edito nella tradizionale versione cartacea.
Martedì, 21 Aprile 2015 16:24

Intervista all'autore - Corrado Barghigiani

1. Ci parli un po' di Lei, della Sua vita. Da dove viene? Come e quando ha deciso di diventare scrittore? Sono nato a Livorno, città con un passato e una storia dell'urbanistica molto particolari che pochi conoscono. Sono vissuto per diversi anni anche in altre città d'Italia tra le quali La Spezia, Napoli, Pisa, per periodi più o meno lunghi in altri Paesi (Germania, Gran Bretagna, Stati Uniti) e per brevi periodi in paesi dell'Africa. Ho viaggiato molto per un forte interesse verso culture e modi di vivere diversi dai nostri e per motivi di lavoro come ricercatore del CNR e consulente di ricerca in campo ambientale. Per un breve periodo, nel 2012, ho anche insegnato in un'università cinese: esperienza molto particolare e interessante. Ho sempre sentito la necessità di mettere per scritto le sensazioni che provavo e le considerazioni che facevo durante le mie esperienze di vita e di lavoro, e in una fase particolare della mia vita ho cominciato a scrivere il primo romanzo.
 Mi fa molto piacere ringraziare veramente tutti voi che mi avete seguito, affiancato e apprezzato e data la possibilità di portare a termine questo mio modesto lavoro e cioè la pubblicazione e la presentazione del libro: “ I sogni dell’universo..e poi..! parte seconda “ che ho amato e amo moltissimo per quanto di mio abbia potuto esprimervi. Grazie, mi avete dato tutta e tanta energia umana di cui ogni essere umano dovrebbe sempre godere nella vita.

 

Ultimi Commenti

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

I contenuti e i pareri espressi negli articoli sono da considerarsi opinioni personali degli autori che
non possono impegnare pertanto l’editore, mai e in alcun modo.

Le immagini a corredo degli articoli di questo blog sono riprese dall’archivio Fotolia.

 

BookSprint Edizioni © 2016 - Tel.: 0828 951799 - Fax: 0828 1896613 - P.Iva: 03533180653

La BookSprint Edizioni è associata alla AIE (Associazione Italiana Editori)