Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

BookSprint Edizioni Blog

Intervista all'autore - J | B

1. Che cos’è per Lei scrivere, quali emozioni prova? Per me scrivere è una specie di sfogo. Se ti accade qualcosa che ti scatena delle emozioni, non esiste modo migliore per tirarle fuori.   ...

Intervista all'autore - Jessica Albanese

1. Che cos’è per Lei scrivere, quali emozioni prova? Mi piace scrivere, è un modo per lasciare impresse le mie emozioni. Mi è sempre piaciuto scrivere lettere, lettere cartacce dove si affida alla pen...

Intervista all'autore - Nike V.

1. Ci parli un po' di Lei, della Sua vita. Da dove viene? Come e quando ha deciso di diventare scrittore? Vengo da Novara ma mi sento da sempre un po’ Alassina. Il mare, quel mare, è il mio porto sicu...

Intervista all'autore - Giovanna Del Regno

1. Ci parli un po' di Lei, della Sua vita. Da dove viene? Come e quando ha deciso di diventare scrittore? Sarò breve ma coincisa: vengo da Salerno, sono ultima di otto figli, da piccola amavo disegnar...

Girotondo d’estate

Quattro racconti per quattro personaggi dall’aspetto bizzarro, curioso, ma pronti a tutto per difendere la loro reciproca amicizia. Quattro storie che raccontano le vicende fantastiche di piccoli gran...

Intervista all'autore - Paola Cocchia

1. Ci parli un po' di Lei, della Sua vita. Da dove viene? Come e quando ha deciso di diventare scrittore? Sono nata a Napoli, dove ho conseguita la laurea in Economia, poi per lavoro mi sono trasferit...

Manuale estemporaneo di geometria irrequieta

Possono coesistere realtà e finzione? La concretezza matematica è realmente l’altro lato della medaglia delle visioni oniriche? Le immagini di racconti vagheggiati e gli studi su figure geometriche ha...

Intervista all'autore - Duilio Carpitella

1. Ci parli un po' di Lei, della Sua vita. Da dove viene? Come e quando ha deciso di diventare scrittore? Sono arrivato a Roma dalla Sicilia con la mia famiglia d’origine quando avevo dieci anni. Dici...

Il sole esiste per tutti

Una storia appassionante e intensa quella della protagonista Linda, che catturerà tutti i lettori grazie ad una grande sensibilità, ma anche tanta forza. Editto dalla Casa Editrice BookSprint Edizioni...

Intervista all'autore - Alessia Bufi

1. Parliamo un po’ di Lei, dove è nata e cresciuta? Io sono nata a Lecco e ho passato lì tutta la mia infanzia. La mia adolescenza invece l'ho vissuta in un piccolo paesino poco distante, Civate, ed è...

Er Poeta

Dall’esaltazione del dialetto romanesco arriva in libreria una raccolta di poesie dall’animo intimo e introverso, ma anche leggermente goliardico, capace di trasformare anche i versi in ritmo e musica...

Intervista all'autore - Umberto De Rocco

1. Che cos’è per Lei scrivere, quali emozioni prova? Un continuo attingere dal passato che mi sono reso conto essere fonte inesauribile di ricordi ed emozioni.   2. Quanto della sua vita real...

Venerdì, 20 Gennaio 2017 12:08

Intervista all'autore - Corrado Corradi

1. Ci parli un po' di Lei, della Sua vita. Da dove viene? Come e quando ha deciso di diventare scrittore? Beh, in quarta di copertina c'è un sunto stringato ma preciso della mia vita e il libro stesso parla di un pezzo, forse il più pregnante, di essa. Non escludo tuttavia di passare a descrivere l'altra parte, quella più ampia, iniziata nel 1965 quando da bambino, al seguito dei miei genitori, sono emigrato in Marocco ove ho trascorso infanzia e adolescenza e mi sono fatto giovanotto per poi rientrare in Italia proprio per fare il soldato. La parte che mi vede in armi è già nota con questo libro, ma ad essa è succeduta quella del passaggio agli OO.II.SS. che mi hanno spedito a pascolare nei paesi del mondo arabo islamico dove, "in terram infidelium" ho provvidenzialmente incontrato alcuni, chiamiamoli così "maestri spirituali", in realtà preti in carne e tonaca che con il coraggio del miglior soldato, testimoniavano e continuano a testimoniare il Nazareno e che sono riusciti a recuperarmi a Lui, a Gesù, io che guardavo al Vangelo con sufficienza perché ero infatuato dal Bahagavad Gita. Un altro incontro (casuale?) ha marcato la parte ormai vissuta (mi si passi il gioco di parole) della mia vita... l'incontro con una donna, musulmana, che diventerà la mia compagna e con la quale, eros a parte, ho assunto che spiritualmente ci divide tutto ... eppure continuiamo da 7 anni a star bene assieme... paradigma di come si può realizzare un dialogo interreligioso: sancire con franchezza le profonde diversità e non rinunciarvi, ossia evitare di depauperare una fede a favore dell'altra per ricercare un sincretismo a tutti i costi.
Venerdì, 20 Gennaio 2017 10:31

Intervista all'autore - Giovanna Vitaliti

1. Ci parli un po' di Lei, della Sua vita. Da dove viene? Come e quando ha deciso di diventare scrittore? Sono nata a Catania e sono figlia di una pediatra di libera scelta, Giuseppina Spataro, mia madre, a cui ho dedicato il libro e tutti i miei successi professionali, e di un impiegato di banca, mio padre, ma di lui preferisco non proferire parola. Sin da bambina ho nutrito una grande passione per la lettura e la letteratura. La mia preparazione la devo soprattutto al mio professore di italiano delle scuole medie, Angelo Emanuele Intorre, che mi ha impartito un'ottima preparazione linguistica e trasmesso profondi contenuti etici e morali. A sedici anni leggevo Dostoevskij e frequentando il liceo linguistico, l'istituto Sant'Orsola di Catania, ho maturato una visione della letteratura più ampia, confrontando gli stili letterari europei. Ad oggi scrivo principalmente articoli di carattere medico scientifico, su siti di divulgazione medica mondiale, quali PubMed. Tuttavia necessitavo di divagare dal matematico mondo della scienza e per tale motivo, nel tempo libero, mi sono dilettata, e tutt'ora lo faccio, a scrivere romanzi.
Giovedì, 19 Gennaio 2017 16:14

Il commissario Stasi

Un thriller ispirato a fatti di cronaca realmente accaduti, ricco di suspense e colpi di scena. Così si può definire il libro di Ottavio Renzo Menichelli, “Il commissario Stasi”. Il libro che ha come protagonista, per l’appunto il brillante e arguto commissario Max Stasi, è pubblicato dalla casa editrice BookSprint Edizione ed è quindi fruibile sia nella classica veste del libro cartaceo che in quello e-book.
Giovedì, 19 Gennaio 2017 12:10

I hate but I love you

La giovanissima Chiara Molinaro esordisce nel mondo della narrativa con un romanzo leggero e delicato: “I hate you but I love you”. Affidato allo staff della casa editrice BookSprint Edizioni, questo romanzo di quasi duecento pagine, sa attrarre lettori di ogni fascia d’età, ma in virtù della freschezza dello stile narrativo e dell’argomentare frizzante e giovanile, si adatta perfettamente a lettori giovani che cercano nella lettura un mondo che li rappresenti, delle pagine in cui ritrovare se stessi. E “I hate you but I love you” è tutto questo: è un romanzo che ha il sapore di un racconto lungo in cui si narra principalmente della vita di due adolescenti, due giovanissimi che si affacciano nel mondo adulto, ricco di controversie.
Giovedì, 19 Gennaio 2017 11:58

Intervista all'autore - Chiara Molinaro

1. Parliamo un po’ di Lei, dove è nato e cresciuto? Sono nata e cresciuta in un piccolo paese in Calabria chiamato Lamezia Terme. 2. Che libro consiglierebbe di leggere ad un adolescente? Dipende dai gusti personali di ogni ragazzo. Se al ragazzo piace il genere fantasy, personalmente gli consiglierei la saga di “Divergent” una delle più belle che abbia mai letto. Invece per quanto riguarda le storie d'amore, consiglierei “Colpa delle stelle”.
Martedì, 17 Gennaio 2017 15:11

Ciro Conti - Belladonna

Una serie di omicidi compiuti nell'ambiente degli "accompagnatori" della città tedesca di Francoforte sconvolge la routine di Ciro Conti, uno dei gigolò più famosi della zona. Parte così la caccia all'assassino. Ci porta alla scoperta del killer Fabio Marchese, autore, di "Ciro Conti – Belladonna", il nuovo fumetto edito per i tipi di BookSprint Edizioni, la giovane casa editrice di Vito Pacelli. L'opera, disponibile nel formato cartonato e presto anche in versione e-book, è una piacevole graphic novel incentrata sulla ricerca della felicità.
Martedì, 17 Gennaio 2017 15:01

Intervista all'autore - Fabio Marchese

1. Come e quando ha deciso di diventare fumettista? Come è nata l'idea legata alla realizzazione di questo fumetto? Già da bambino ho avuto la passione e la vocazione per il disegno. Un giorno vedendo un programma di Maurizio Costanzo, che intervistava un giovane fumettista, è partita la voglia di fare fumetti. Così cominciai a creare delle storie e disegnarle. Nel corso degli anni si é rafforzata la voglia di diventare fumettista di professione e di pubblicare qualcosa, infatti andai in una casa editrice a Francoforte con il mio fumetto inedito. L'editore, fu colpito dal mio lavoro e mi propose di creare una nuova storia con un personaggio italiano e così nacque L'idea di “Ciro Conti” che fu pubblicato ad episodi su una rivista. Dopo qualche tempo, la casa editrice chiuse e quindi fu interrotta la pubblicazione del fumetto. La delusione fu forte ma non mollai e decisi di creare una nuova storia riproponendo lo stesso personaggio.
1. Ci parli un po' di Lei, della Sua vita. Da dove viene? Come e quando ha deciso di diventare scrittore? Sono un uomo sostanzialmente amante della tranquillità desideroso di stare in pace con le persone che mi circondano, anche se la vita spesso mi ha riservato di scontrarmi con l'ipocrisia di alcune di loro. Vivo e lavoro a Chieti ma sono di origini salentine, per l'esattezza sono cresciuto sin dall'età di appena un anno a Santa Maria di Leuca, ultimo lembo di terra ad est dell'Italia. Il mare, sin da subito, è stato il mondo che mi ha attratto come un magnete e dal mare ho tratto tutto ciò che potevo trarre, i suoi profumi, la sua dolcezza ed al tempo stesso la sua esuberanza più volte affrontata in navigazione. È stato anche la mia musa ispiratrice ed ancora oggi mi consente di scrivere, chiuso nella mia barca. Secondo me diventare scrittore non è stata una scelta, ho iniziato a scrivere trent'anni fa alcune novelle che passavo ad un amico giornalista che pubblicava su alcuni settimanali femminili consentendomi modesti compensi. Le storie nascevano per strada, dietro il tavolino di un bar. E fu proprio lì che nacque la prima; un uomo ed una donna discutevano sorseggiando un caffè, poi si alzarono e andarono via prendendo direzioni diverse e mentre andavano via ogni tanto si voltavano e si guardavano consapevoli, forse, che quella era l'ultima volta che si sarebbero guardati in faccia. Ed è così che nascono ancora le mie storie, le mie poesie, proprio dalla naturalezza della vita.
Lunedì, 16 Gennaio 2017 16:27

Verde foglia: il mio essere l'ha deciso!

L’estro creativo di un giovanissimo autore si traduce nella realizzazione di un’opera che, curata e pubblicata dalla casa editrice BookSprint Edizioni, si impone per peculiarità e per qualità narrative. L’originalità del testo, il cui titolo è “Verde foglia: il mio essere l’ha deciso” consta non solo nella giovane età del suo autore – Andrea Malorni – ma soprattutto nella maturità stilistica che emerge nelle pagine del libro. Esso mostra di possedere tutte le carte per poter essere definito un buon romanzo. Il dato peculiare di questo libro è la presenza di una struttura che è lecito poter definire a doppio binario, esso infatti sembra essere organizzato su due differenti livelli di lettura. Ad un piano di lettura più superficiale, che si riferisce esclusivamente alle avventure dei protagonisti della storia, l’autore ne accosta un altro più profondo che spinge il lettore a compiere un lavoro di riflessione a partire dai fatti narrati.
Lunedì, 16 Gennaio 2017 16:08

Intervista all'autore - Andrea Malorni

1. Ci parli un po' di Lei, della Sua vita. Da dove viene? Come e quando ha deciso di diventare scrittore? Ciao! Mi chiamo Andrea Malorni. Sono un ragazzo di 15 anni, vivo in una piccola città di nome Vignate, in provincia di Milano, in Lombardia. La mia vita è stata molto sofferente, per tutto l'arco delle scuole medie per via degli ignari indecenti, dei miei ex compagni che avevo da sopportare. Sono una persona molto sensibile, mi ritengo intelligente, vivace e molto emotiva. Mi dispiace essere giudicato negativamente per quello che non dimostro di essere. In questo ultimo anno è tutto cambiato, tutti mi rispettano e l'essere più grande e maturo mi ha attribuito un ribaltamento totale. Mi sento molto bene quest'anno alle superiori e sono fiero di esserne libero senza esserne traumatizzato e minacciato da nessuno! Sono molto emotivo e un grandissimo sognatore, penso in grandissimo nei sogni...

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

I contenuti e i pareri espressi negli articoli sono da considerarsi opinioni personali degli autori che
non possono impegnare pertanto l’editore, mai e in alcun modo.

Le immagini a corredo degli articoli di questo blog sono riprese dall’archivio Fotolia.

 

BookSprint Edizioni © 2016 - Tel.: 0828 951799 - Fax: 0828 1896613 - P.Iva: 03533180653

La BookSprint Edizioni è associata alla AIE (Associazione Italiana Editori)