Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

BookSprint Edizioni Blog

Più di ogni altra forma di letteratura, la fantascienza è un work in progress e ci arriva con una data di scadenza. Certa vecchia fantascienza può diventare illeggibile. La fama di alcuni autori non resiste all'erosione del tempo. Ma se la data di scadenza è trascorsa, e desta ancora una reazione emotiva dentro di noi, be', quella è arte e forse è anche verità.” (Neil Gaiman)

Pubblicato in News

Tutti i grandi sono stati bambini una volta. Ma pochi di essi se ne ricordano.”( Antoine de Saint- Exupery).
Eppure quasi tutti i grandi lettori ricordano queste parole, impresse a fuoco nella storia della letteratura di ogni tempo da uno dei libri più amati: Il Piccolo Principe. Ancora oggi, a distanza di moltissimi anni dalla sua pubblicazione risulta essere uno dei libri a cui generazioni di ragazzi sono affezionati, e rileggono anche da adulti.

Pubblicato in News

“L'Historia si può veramente deffinire una guerra illustre contro il Tempo, perché togliendoli di mano gl'anni suoi prigionieri, anzi già fatti cadaueri, li richiama in vita, li passa in rassegna, e li schiera di nuovo in battaglia.” (A.Manzoni).
Tutti ricordiamo la famosa introduzione a “I Promessi Sposi”, capolavoro della letteratura italiana e “bestia nera” di milioni di studenti che negli anni hanno dovuto affrontare lo studio del “romanzo storico”.

Pubblicato in News

Esiste il libro sul comodino?

Martedì, 08 Gennaio 2013 10:38

Cosa leggere prima di andare a dormire? A chi dedicare gli ultimi istanti della nostra giornata? Il libro sul comodino… qualcosa che non può mai mancare.


Anno nuovo, vita nuova… ma libro vecchio sul comodino. Perché, si sa, le vecchie abitudini non devono morire mai. Ma proprio mai. E i lettori, di buone e sane abitudini, ne hanno tante, come quella di dedicarsi a poche pagine di un romanzo prima di chiudere gli occhi e iniziare a sognare.

Pubblicato in News

In un certo senso, ogni vita raccontata è esemplare; si scrive per attaccare o per difendere un sistema del mondo, per definire un metodo che ci è proprio. Ma non è meno vero che le biografie in genere si squalificano per una idealizzazione o una denigrazione a qualunque costo, per particolari esagerati senza fine o prudentemente omessi; anziché comprendere un essere umano, lo si costruisce. (Marguerite Yourcenar)

Pubblicato in News

"Voltato l'angolo forse ancor si trova Un ignoto portale o una strada nuova; Spesso ho tirato oltre, ma chissà, Finalmente il giorno giungerà, E sarò condotto dalla fortuna, A Est del Sole, a Ovest della Luna."
Queste righe sigillano la conclusione della saga fantasy più amata dell’ultimo secolo: “Il Signore Degli Anelli”. Il fantasy è un genere letterario sviluppatosi nell’Ottocento che narra di avventure fantastiche mescolate a magia e leggende.

Pubblicato in News

Fine del mondo: nell’aldilà con Oscar Wilde

Giovedì, 20 Dicembre 2012 12:22

In molti rinuncerebbero volentieri, nel viaggio verso l’eternità, a “I promessi sposi” e alla “Divina commedia”. Troppo pesanti.

Chi portereste con voi nell’aldilà? Una semplice domanda che ha scatenato i lettori e i giovani scrittori di tutto il mondo, alle soglie di quello che, per i Maya, sarà il giorno del giudizio. Loro, i Maya, lo hanno predetto molti secoli addietro e le loro previsioni di solito non hanno sbagliato. Dunque, perché non pensare che la resa dei conti sia davvero imminente per tutti noi?

Pubblicato in News

Il Romanzo Horror: quando leggere mette i brividi

Mercoledì, 19 Dicembre 2012 13:22

Il sentimento più forte e più antico dell'animo umano è la paura, e la paura più grande è quella dell'ignoto (Howard Phillips Lovecratf). Sul timore dell’ignoto e su tutte le altre paure ancestrali dell’uomo si sviluppa il filone narrativo dell’orrore o horror. Scrivere un libro che incuta repulsione e spavento nel lettore vuol dire giocare con l’irrazionalità, portando elementi di un mondo sovrannaturale a contatto con quelli della realtà quotidiana, e rompendo gli schemi tradizionali, esasperando temi  come la morte, la malattia, la violenza, il buio e i luoghi inesplorati.

Pubblicato in News

Prima regola: nella satira non ci sono regole. E questo penso sia fondamentale. Per di più ti dirò che la satira è un'espressione che è nata proprio in conseguenza di pressioni, di dolore, di prevaricazione, cioè è un momento di rifiuto di certe regole, di certi atteggiamenti: liberatorio in quanto distrugge la possibilità di certi canoni che intruppano la gente. (Dario Fo) Con queste parole il più grande mattatore del teatro italiano definisce il mondo della satira, genere letterario e drammaturgico di cui è massimo esponente. 

Pubblicato in News

L'umorismo è un fenomeno di sdoppiamento nell'atto della concezione; è come un'erma bifronte, che ride per una faccia del pianto della faccia opposta. (L. Pirandello)
Il maggiore esponente del Romanzo Umoristico Italiano definisce con queste parole l’ingrediente saliente dei suoi scritti, intrisi di dolceamara ironia.  Il Fu Mattia Pascal e Il Saggio sull’umorismo sono infatti fulgidi esempi di questo stile narrativo, in cui si racconta il “sentimento del contrario” , il dramma che vive l’uomo alla perenne ricerca di un equilibrio tra la realtà esterna, la forma e l’inconscio.

Pubblicato in News

Un autore a caso: Edward Dahlberg

Lunedì, 03 Dicembre 2012 11:19

Nella grande America, nell'anno del Signore 1900, il corpo di Lizzie Dahlberg partoriva il piccolo Edward. Quel bambino ebreo figlio di padre ignoto sarebbe diventato un grande autore. Avrebbe cantato la strada e i sogni d'asfalto, la ricerca della gloria e la consunzione della quotidianità.
Poiché ero carne racconta la sua storia. Al centro della vicenda svetta la figura minuta della madre, Lizzie. Lizzie che lavora nel suo salone di donne-barbiere.

Pubblicato in News

Sono io disposto a mettermi coscienza e controcoscienza sotto le suole delle scarpe e cercare solo quel che mi fa essere felice, che mi fa star bene, che mi fa ridere, per sentirmi vivo sul serio? Sì, sono io disposto. Questo si promette il protagonista inquieto e sempre alla ricerca di uno stabile equilibrio di Jack Frusciante è uscito dal gruppo, libro di Enrico Brizzi degli anni ’90 che tanto ha colpito la giovane generazione di quell’epoca e che ha riportato al successo un genere difficilmente riconoscibile, ma estremamente importante: il Romanzo di Formazione.

Pubblicato in News

Ma il personaggio deve prendere il sopravvento sull’autore e raccontare da solo la sua storia

Quando si comincia a scrivere un libro ci sono molti fattori da dover valutare, ma l’aspetto probabilmente più importante di un’opera letteraria sono i suoi personaggi. Nessun lettore sarà coinvolto da un libro i cui personaggi sono poco credibili, poco reali, e non permettono l’immedesimazione, e finirà con l’abbandonare la storia.

Pubblicato in News

Incipit: come tutto ha inizio

Mercoledì, 28 Novembre 2012 11:12

Foglio bianco, pagina uno, prime righe, in una parola: Incipit. In questo spazio così ristretto si gioca il futuro di chi si appresta a scrivere un libro. Centinaia di pagine rischiano di non arrivare mai ai lettori, se quelle parole non riescono nel loro intento. Se l’incipit non funziona, il romanzo tornerà pericolosamente nello scaffale, e neppure la sua struttura muscolosa lo salverà – prima o poi il libraio lo impacchetterà per renderlo alla casa editrice.

Pubblicato in News

Il romanzo rosa: quando scrivere è femmina

Martedì, 27 Novembre 2012 11:48

L’Amore è una parola di luce, scritta da una mano di luce, su una pagina di luce.”(K.Gibran) Piene di luce sono dunque le pagine dei Romanzi Rosa, genere letterario che concentra la sua narrazione intorno all’Amore, il sentimento più vissuto e discusso di ogni tempo. Questo tipo di Romanzo nasce ufficialmente in Gran Bretagna agli inizi del Novecento con Constance Heaven e Georgette Heyer, ispirate da Jane Austen, celeberrima autrice inglese del passato che tanta parte di pubblico ha conquistato grazie al racconto di una delle storie d’Amore più sognate da generazioni di donne: quella tra Elisabeth Bennett e Mr.Darcy. 

Pubblicato in News

Eroi di ieri e di oggi nel Romanzo Di Avventura

Mercoledì, 21 Novembre 2012 11:51

Ho letto millanta storie di cavalieri erranti di imprese e di vittorie dei giusti sui prepotenti. Così esordisce il Don Chisciotte di Guccini, metafora dell’insofferenza verso le ingiustizie odierne ispirato al ben più celebre Don Chisciotte della Mancha, eroe simpatico e sfortunato nato dalla penna di Miguel de Cervantes e simbolo del Romanzo D’Avventura. Questo genere letterario fa risalire le sue origini al poema omerico, alle ardimentose imprese di eroi come Ulisse, che mostrano i tratti caratteristici del protagonista di questo tipo di scritti: il desiderio di conoscere, l’attrazione verso l’ignoto, il coraggio e l’intraprendenza.

Pubblicato in News

L’importanza del dialogo

Lunedì, 19 Novembre 2012 12:51

Semplici e brevi regole per migliorare la scrittura

Avete mai pensato a come sarebbe scrivere un libro senza dialoghi? Dagli ultimi libri usciti ai grandi classici, cosa diventerebbero queste opere se si eliminano i personaggi che interagiscono fra loro, parlandosi, scambiando battute, o parole dolci?
«Oh Romeo Romeo perché sei tu Romeo!? Rinnega tuo padre, rifiuta il tuo nome, o se non vuoi, giura che mi ami e non sarò più una Capuleti.
Solo il tuo nome è mio nemico: tu sei tu.»

Pubblicato in News

Erotismo è quando l'immaginazione fa l'amore con il corpo (E.Dongala). Scrivere un libro che parli di erotismo è molto difficile: saper gestire la tensione sessuale crescente e il gioco di seduzione reciproca che si sviluppa ad ogni pagina, senza cadere nella bieca e volgare pornografia è una vera e propria arte. Eppure, da sempre, gli scrittori di tutto il mondo e di ogni tempo si sono cimentati con la difficile narrazione della sensualità e delle sue realizzazioni fisiche.

Pubblicato in News
Pagina 2 di 2

 

Ultimi Commenti

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

I contenuti e i pareri espressi negli articoli sono da considerarsi opinioni personali degli autori che
non possono impegnare pertanto l’editore, mai e in alcun modo.

Le immagini a corredo degli articoli di questo blog sono riprese dall’archivio Fotolia.

 

BookSprint Edizioni © 2016 - Tel.: 0828 951799 - Fax: 0828 1896613 - P.Iva: 03533180653

La BookSprint Edizioni è associata alla AIE (Associazione Italiana Editori)