Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

BookSprint Edizioni Blog

Lunedì, 02 Gennaio 2017 15:23

Intervista all'autore - Elena Drug

1. Ci parli un po' di Lei, della Sua vita. Da dove viene? Come e quando ha deciso di diventare scrittore? Vivo a Ostia dal 2006, ma sono nata in Romania nel 1979. La mia famiglia era molto povera e non ho avuto una vita facile da piccola ma nemmeno da grande. A venti anni ho partorito un bambino prematuro quale è morto dopo tre giorni. Poco tempo dopo sono entrata in dialisi Avevo una insufficienza renale cronica molto grave della quale non mi sono accorta. Quattro ore in dialisi per tre volte a settimana erano tante e mi annoiavo. Nonostante il fastidio e il dolore dei aghi, ho deciso di distrarmi iniziando a scrivere. E tutte le volte che stavo in dialisi scrivevo se non stavo molto male. Prima di scrivere, la psicologa che lavorava con noi dializzati mi ha insegnato a fare dei quadri punto zero cinque. Così quando la testa me lo permetteva lavoravo al quadro e, se mi sentivo tropo stanca iniziavo a scrivere per un’ ora almeno. Poche volte riuscivo a lavorare per tutte le quattro ore di dialisi, normalmente dopo le due ore di dialisi stavo male. Ma ero felice che quel tempo non è passato senza che io non facessi nulla.
Venerdì, 30 Dicembre 2016 16:41

Intervista all'autore - Battista Cava

1. Parliamo un po’ di Lei, dove è nato e cresciuto? La gentile Calabria, terra sorridente nella sua provincia di Cosenza, pur non potendomi conoscere affatto, il giorno 21 dicembre del 1969, fidandosi di un appena nascituro, ha deciso, comunque, di ospitarmi tra la sua gente… ed è in tal modo che, sin dai miei primi aneliti, sono potuto crescere all'ombra dei monti della Sila, ai suoi "piedi", per meglio essere aderente alla realtà (la Sila, infatti, inizia un po’ più in là), respirando, per un dono limpidamente gratuito, l'aria pura di questo posto meraviglioso… meraviglioso come tanti, come tutto ciò che, direttamente o indirettamente vedo, percepisco, intuisco di tutto ciò che viene a lambire ogni parte del mio essere.
Venerdì, 30 Dicembre 2016 12:23

Intervista all'autore - Loredana Dufour

1. Che cos’è per Lei scrivere, quali emozioni prova? Scrivere è condivisione, è esprimere con maggiore "onestà" pensieri, emozioni, stati d'animo che verbalmente non riuscirei, forse, a far comprendere. Tutto viene facilmente davanti ad un foglio bianco, anche raccontare "segreti e peccati".Non temo il giudizio. 2. Quanto della sua vita reale è presente in questo libro? Tutto. Dalla prima pagina all'ultima.
Venerdì, 30 Dicembre 2016 10:25

Intervista all'autore - Carla Salvatori

1. Parliamo un po’ di Lei, dove è nato e cresciuto? Sono nata e vivo a Roma. 2. Che libro consiglierebbe di leggere ad un adolescente? Consiglierei un classico, "Il piccolo principe". 3. Cosa pensa della progressiva perdita del libro cartaceo a favore dell’ e-book? Dispiaciuta, il libro il fascino della copertina, il profumo dell'inchiostro e il tocco della carta. Ma l'e-book è il modo più comodo di leggere la notte.
Giovedì, 29 Dicembre 2016 15:28

Intervista all'autore - Mariagrazia La Rosa

1. Ci parli un po' di Lei, della Sua vita. Da dove viene? Come e quando ha deciso di diventare scrittore? Sono nata a Milano nel 1955, sono cresciuta negli anni del “boom” e della speranza. Ho frequentato il liceo classico negli anni ’70, poi ho scelto la facoltà di Chimica e subito dopo la laurea sono stata chiamata da una grande azienda di informatica. Mi sono occupata di informatica per più di trent’anni con impegno, soddisfazione e curiosità, svolgendo attività commerciali che attraverso gli incontri con le persone hanno reso il mio lavoro sempre diverso e appassionante. L’impronta “umanistica” è rimasta viva in me: nel tempo libero mi piace scrivere piccole composizioni, e ogni anno partecipo ad un concorso letterario in cui ho vinto diversi premi. L’idea di scrivere un libro è sempre stata un sogno nel cassetto, ma gli impegni e la preoccupazione di non riuscire a portarlo a termine mi hanno sempre trattenuta dal farlo.
Giovedì, 29 Dicembre 2016 11:44

Intervista all'autore - Salvatore Di Palma

1. Ci parli un po' di Lei, della Sua vita. Da dove viene? Come e quando ha deciso di diventare scrittore? Sono nato a Manfredonia, in provincia di Foggia. Dopo la Maturità classica sono espatriato in Svizzera dove nel 1966, ho perseguito la Licenza in Scienze economiche presso l'Università di Ginevra. Nel 1966 sono stato assunto dall'Organizzazione Mondiale della Proprietà Intellettuale. Nel 1974 ho conseguito la Laurea in Scienze politiche alla Statale di Milano pur continuando il mio lavoro a l'OMPI dove ho svolto la mia attività professionale fino al 2002 data della mia partenza in pensione, col grado di Direttore del dipartimento delle registrazioni internazionali dei marchi, dei disegni e modelli e delle appellazioni di origine. Una volta in pensione mi è venuta l'idea di far profittare gli altri della mia conoscenza della Proprietà intellettuale, particolarmente dei marchi di fabbrica. Così, decisi di scrivere un libro sulla storia dei marchi nell'antichità tanto più che nessuno aveva mai scritto qualcosa del genere.
Martedì, 27 Dicembre 2016 16:32

Intervista all'autore - Laura Spadera

1. Ci parli un po' di Lei, della Sua vita. Da dove viene? Come e quando ha deciso di diventare scrittore? Diciamo che non c'è stato un momento preciso in cui io abbia deciso di diventare scrittrice, anche se questa mi sembra un parolone. Non c'è stato un momento preciso in cui io abbia deciso di voler scrivere, direi. Mi sono trasferita in questo piccolo comune di Jesi all'età di tre anni lasciando tutti i miei parenti a Napoli. Io, i miei fratelli e i miei genitori ci siamo catapultati in una avventura del tutto ignota lasciando la nostra casa natale, ma devo dire che non mi ha causato alcun trauma avendo pochi anni di vita. Ricordo poco di Napoli, la amo e adoro tutto ciò che riguardi quella bellissima città, ma casa mia è questa, Jesi.
Venerdì, 23 Dicembre 2016 11:39

Intervista all'autore - Libero Pensiero

1. Parliamo un po’ di Lei, dove è nato e cresciuto? Nato in Italia, da mamma di provenienza ciociara e papà viterbese, però, di provenienza alta Savoia, oggi francese. Il luogo dove sono nato è uno splendido paesino del basso viterbese, dove sorgono tantissimi ricordi etruschi, romani e medievali. All'età di otto anni trasferito a Roma con la famiglia per motivi di lavoro di mio padre. L'estate la passavano tra la Ciociaria e l'alta Savoia. Erano anni davvero belli e spensierati. Le persone erano diverse, se potevano, davano volentieri una mano e la dignità delle persone era vera. La moralità aveva un senso.
Mercoledì, 21 Dicembre 2016 12:44

Intervista all'autore - Daniela Romano

1. Ci parli un po' di Lei, della Sua vita. Da dove viene? Come e quando ha deciso di diventare scrittore? Sono Daniela Romano, ho vissuto e vivo tuttora ad Avellino, ma i miei studi mi hanno portato a trascorrere qualche anno a Roma, un periodo molto importante per me non solo dal punto di vista formativo, ma anche e soprattutto umano. Da sempre amo leggere e viaggiare. Credo, infatti, che siano un po’ la stessa cosa: in entrambi i casi si possono esplorare e conoscere nuove realtà diverse dalla propria. E al mondo non esiste arma più potente di questo per arricchirsi e aprire i propri orizzonti personali. Non mi considero una scrittrice, almeno non ancora, ma la lo scrivere il mio primo romanzo è stata un'esperienza talmente coinvolgente che mi ha fatto comprendere quale sia la mia strada.
Martedì, 20 Dicembre 2016 16:15

Intervista all'autore - Rocco Granese

1. Ci parli un po' di Lei, della Sua vita. Da dove viene? Come e quando ha deciso di diventare scrittore? Sono nato in un paese della provincia di Avellino, a Montella. A 11 anni sono entrato in seminario, ma solo dopo circa tre anni ne sono uscito. La mia era una falsa vocazione e mi convinsi che era meglio cercare di essere un buon cattolico che un cattivo prete. Gli studi li ho condotti tra il mio paese (IPSIA), Salerno (ITIS) e Napoli fino a laurearmi in Ingegneria Elettronica. Due insegnanti di Lettere quando studiavo a Salerno, la D’Amore e la Sparano mi hanno fatto innamorare della letteratura. Amavo studiare la letteratura italiana. Ho sempre letto, ma non in maniera costante anche quando il lavoro e la famiglia erano priorità imprescindibili. Sono andato in pensione a novembre del 2015 e ho potuto finalmente dedicarmi alla mia passione: scrivere. Devo dire però che il mio libro “La storia di Roberto”, ho cominciato a scriverlo già da qualche tempo prima e principalmente di sera.

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

I contenuti e i pareri espressi negli articoli sono da considerarsi opinioni personali degli autori che
non possono impegnare pertanto l’editore, mai e in alcun modo.

Le immagini a corredo degli articoli di questo blog sono riprese dall’archivio Fotolia.

 

BookSprint Edizioni © 2016 - Tel.: 0828 951799 - Fax: 0828 1896613 - P.Iva: 03533180653

La BookSprint Edizioni è associata alla AIE (Associazione Italiana Editori)