Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

BookSprint Edizioni Blog

Mercoledì, 25 Settembre 2013 17:42

Ebook@women.it, la libreria delle donne

Lanciata nel 2012, questa piattaforma digitale si pone come obiettivo quello di rilanciare l’editoria femminista in un periodo in cui la violenza sulle donne è tornata all’ordine del giorno Una libreria digitale dedicata alle donne e al femminismo. Stiamo parlando di Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. , la prima libreria al mondo completamente femminile. Si tratta di un’iniziativa dell’Associazione di donne Orlando di Bologna, in collaborazione con il Server Donne, la Biblioteca Italiana delle Donne e l’Archivio di Storia delle Donne. Una piattaforma elettronica, a dire il vero, già lanciata l’anno scorso, ma che quest’anno sta riscontrando importanti feedback, perché vuole pubblicare racconti e raccontare storie di e per le donne.
Martedì, 24 Settembre 2013 11:25

Il bisogno di... leggere

Sempre più case editrici si specializzano nelle letture da toilette. Ecco alcune curiosità sul fenomeno Il bagno, si sa, è uno dei luoghi preferiti per la lettura. Leggere tra le quattro mura, seduti sulla tazza, è un’esperienza a dir poco gratificante. Lo fanno gli italiani, lo fanno i tedeschi, lo fanno gli inglesi, i russi e anche gli americani (non è una barzelletta!). Insomma, indipendentemente dalla longitudine e dalla latitudine, sono in molti sul nostro pianeta a preferire la cultura sul gabinetto (e non stiamo parlando di quello comunale!).
Blog, social network & Co. sempre più pieni di sgrammaticature. Ecco alcuni consigli per evitarle “Un minuto e sono l’hi”. Beh, certo, basterebbe capire dove si trova geograficamente l’”hi” per poterci incontrare, ma sono piccolezze queste.E sì, succede anche questo nel nostro BelPaese. Una nazione di scrittori, di poeti, che non può permettersi certi… errori carta in mano. È vero che scrivere è bello, libera la mente, ed è vero anche che la grammatica italiana è forse tra le più complicate dell’intero universo, ma troppo spesso capita che, girovagando tra forum più o meno interessanti, purtroppo ci si perda nei meandri delle storture, e si finisca catapultati in un mondo magico, dove la fantasia la fa da padrona. E allora può anche accadere che “ci vediamo all’ago”, perché una bella abbronzatura sulla punta di una siringa è sicuramente più piacevole di un comodo lettino sulle rive del lago.
Arriva dagli U.S.A. l’idea che permette di scaricare sulla metropolitana l’anteprima digitale dei libri in commercio Le biblioteche reali sono sempre più vuote per mancanza di tempo e informazioni, ma quelle digitali sono sempre più piene di utenti pronti a scaricare i romanzi dei nuovi autori, o gli ultimi best seller acclamati dall’editoria nazionale e internazionale. Ecco che, allora, l’idea venuta a Max Pilwat, Keri Tan e Ferdi Rodriguez, tre studenti della Miami Ad School, e riportata dal magazine americano “Bookriot”, è destinata ad avere grande successo.
Martedì, 17 Settembre 2013 15:34

Walter Tumino: la voce che uccise il gigante

Si chiama Walter Tumino ed è nato ventitré anni fa. Avrebbe dovuto crescere e parlare, come tutti gli altri bambini, correre e sbucciarsi le ginocchia, come tutti gli altri bambini. Ma qualcosa non ha funzionato. Oggi Walter è inchiodato a una sedia a rotelle, e ci resterà per la vita. Oggi Walter non parla, e nessuno conoscerà mai il suono della sua voce. La sua storia comincia più di vent’anni fa, con un libretto di carta di pochi fogli.
Per il nuovo eReader Amazon possibilità di accedere direttamente alla community di Goodreads, nonché link con Facebook e Twitter Fino ad ora ne avevamo viste di tutti i colori, ma quello che Amazon è riuscita a fare con il nuovo Kindle Paperwhite ha dell’incredibile. Un mix di tecnologia allo sviluppo massimo, genialità estetica e ricercatezza nelle funzioni. Tutto questo è il nuovo Kindle, un eReader capace di trasformare l’esperienza della lettura in social. Sarà disponibile in Italia dal prossimo 9 ottobre al prezzo di 129€ (dal 12 novembre e al costo di 189 euro la versione WiFi+3G).
Oltre 5mila anni di storia e ancora una forza comunicatrice unica: è questo il segreto delle lettereSono passati più di 5mila anni da quando l’umanità ha iniziato a fare uso delle lettere. Le prime scritte risalgono, infatti, al 3000 a.C. ed avevano carattere commerciale e amministrativo. Stiamo parlando delle tavolette d’argilla dei Sumeri e dei primi papiri egizi. Le lettere ne han fatta poi di strada per arrivare ai giorni nostri. Ce ne sono alcune che hanno avuto la forza di cambiare la storia di un intero continente, come quella inviata da Carlo V, re di Spagna, nel 1538 e diretta al viceré spagnolo in terra americana, con lo scopo di ordinare la distruzione dei templi degli Indios.
È l’azienda nordamericana Google inc. ad essersi accaparrata l’invenzione, nella speranza di anticipare e battere l’agguerrita concorrenza Suoni e rumori accompagnavano già alcuni ebook, e precisamente quelli in formato epub3. Ma da qualche giorno l’idea, evidentemente non originalissima, è stata brevettata da Google. Non è quindi l’azienda statunitense ad aver inventato la possibilità di introdurre rumori, suoni e canzoni all’interno degli ebook, ma di sicuro la compagnia nordamericana ha visto lungo e, con un’abile strategia di marketing, si è coperta le spalle mettendo la propria firma su di un formato che unisce al piacere della lettura anche quello del sonoro.
Si chiama “divagAzioni”, l’ultima pubblicazione di Don Sergio Andreoli, targata BookSprint Edizoni. Nelle 86 pagine che compongono il volume, parroco della cattedrale di Foligno mette nero su bianco pensieri e considerazioni frutto dell’esperienza di una vita – il suo sacerdozio è cominciato nel 1964. L’obiettivo è stimolare una riflessione abbastanza forte da innescare la scintilla che porta ad agire: dalla testa ai muscoli, dalla pura divagazione all’azione.
Un breve ritratto della giovane pakistana candidata al premio Nobel per la pace per la sua battaglia pacifista a favore del diritto all’istruzione Malala Yousafzai è una ragazzina di 16 anni, pakistana, una studentessa. Ma non è solo una ragazzina, non è solo una studentessa. Malala è molto di più. Malala è il simbolo della lotta al terrorismo, Malala è il segnale che la rivoluzione, quella pacifica, può e deve partire dal basso, Malala è il messaggio che un libro può sconfiggere la tirannia, l’oppressione, persino la guerra.

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

I contenuti e i pareri espressi negli articoli sono da considerarsi opinioni personali degli autori che
non possono impegnare pertanto l’editore, mai e in alcun modo.

Le immagini a corredo degli articoli di questo blog sono riprese dall’archivio Fotolia.

 

BookSprint Edizioni © 2016 - Tel.: 0828 951799 - Fax: 0828 1896613 - P.Iva: 03533180653

La BookSprint Edizioni è associata alla AIE (Associazione Italiana Editori)