Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

BookSprint Edizioni Blog

24 Set
Vota questo articolo
(4 Voti)

Il bisogno di... leggere

Il bisogno di... leggere © olly

Sempre più case editrici si specializzano nelle letture da toilette. Ecco alcune curiosità sul fenomeno

Il bagno, si sa, è uno dei luoghi preferiti per la lettura. Leggere tra le quattro mura, seduti sulla tazza, è un’esperienza a dir poco gratificante. Lo fanno gli italiani, lo fanno i tedeschi, lo fanno gli inglesi, i russi e anche gli americani (non è una barzelletta!). Insomma, indipendentemente dalla longitudine e dalla latitudine, sono in molti sul nostro pianeta a preferire la cultura sul gabinetto (e non stiamo parlando di quello comunale!).

Ci sarebbe da sorridere (specie i più pudici), eppure sfido chiunque ad affermare che nella propria casa, o in quella di amici, alla toilette, non c’è almeno un libricino, o una rivista, appoggiato sul mobiletto, al lato del wc, a portata di mano.
Ecco perché l’ennesima statistica sul fenomeno ha ricordato che oltre il 50% della popolazione mondiale porta con sé, nel bagno (dove passa quotidianamente circa 18-19 minuti), un libro. Che si tratti di pubblicazioni frivole, riviste di gossip, quotidiani o volumi fotografici, c’è sempre qualcosa da poter fare mentre si è comodamente seduti sul water.
Non si tratta certo di letture di serie B, anzi. Tanto è vero che alcune case editrici si sono specializzate, o stanno pensando di farlo, nelle cosiddette “letture da toilette”. Un fenomeno in grande ascesa e di particolare attenzione anche per l’editoria italiana che, sulla scia delle statunitensi Uncle John’s Bathroom Reader e Red-Letter Press, Inc, strizza l'occhio al bagno. Questi editori si sono indirizzati verso opere leggere e divertenti, spesso raccolte di barzellette (ma non solo), sempre più in formato digitale dato che, anche nel bagno, ormai, spopolano smartphone, eReader e tablet.
E se nei paesi anglosassoni è stata inventata la tenda da doccia in Pvc con su stampato uno dei monologhi di “L’opera struggente di un formidabile genio”, in Germania addirittura sono ricorsi alla carta igienica con le poesie di Heinrich Heine, per poi passare ai rotoli con incisi interi libri.
Insomma, è proprio il caso di dirlo: quando leggere diventa un… bisogno impellente!

 

 

 

 

Martedì, 24 Settembre 2013 | di @Dario D’Auriente

1 COMMENTO

  • Link al commento Emmanuela Iannace inviato da Emmanuela Iannace

    via via via dal sito!

    Lunedì, 30 Settembre 2013 14:58

Lasciaun commento

 

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

I contenuti e i pareri espressi negli articoli sono da considerarsi opinioni personali degli autori che
non possono impegnare pertanto l’editore, mai e in alcun modo.

Le immagini a corredo degli articoli di questo blog sono riprese dall’archivio Fotolia.

 

BookSprint Edizioni © 2016 - Tel.: 0828 951799 - Fax: 0828 1896613 - P.Iva: 03533180653

La BookSprint Edizioni è associata alla AIE (Associazione Italiana Editori)