Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

BookSprint Edizioni Blog

22 Apr
Vota questo articolo
(3 Voti)

Kindle Paperwhite vs Kobo Glo: una sfida al buio

Kindle Paperwhite vs Kobo Glo: una sfida al buio © littleny

In testa alle classifiche dei desideri di molti lettori accaniti, c’è sicuramente lui, l’ebook reader. Per chi voglia concedersi questo sfizio o per chi vuol fare un gradito regalo agli appassionati di libri & Co., però, non è sempre così semplice scegliere il modello giusto. Due sono i grandi pretendenti al trono: Kobo Glo da una parte, Kindle Paperwhite dall’altra. Identico il prezzo (circa 130 euro), identiche le funzioni. Ma allora quale scegliere?

Entrambi dotati di touch screen e di illuminazione non aggressiva, i due lettori hanno avuto grande fortuna e un successo che è andato, forse, oltre le stesse aspettative delle due aziende rivali.
Ma iniziamo da Kobo Glo. Prima di acquistarlo potrete vederlo dal vivo nelle librerie, e non è cosa da poco. Kobo (nome ricavato dall’anagramma di book) è disponibile in varie colorazioni, è dotato di uno slot per micro sd e di un’interfaccia user friendly. Non ci sono formati proprietari, potrete tranquillamente leggere i vostri epub sperimentando le possibilità infinite di regolazione di carattere, interlinea, bordo pagina e tanto altro. La luce integrata è confortevole soprattutto a bassa intensità; se proviamo ad aumentare la luminosità tende a sfociare in un blu abbastanza fastidioso. Le note dolenti riguardano soprattutto il software, che non sembra all’altezza della concorrenza. Probabilmente la fretta di arrivare sul mercato prima delle feste natalizie si è concretizzata in un firmware immaturo, che presenta numerose incertezze, scarsa reattività e qualche freeze di troppo. C’è da aspettarsi un aggiornamento a stretto giro che risolva questi bug.
Kindle Paperwhite non potete vederlo, dovete fidarvi delle info che trovate in rete. Di certo è un reader che non ha bisogno di presentazioni, ma a differenza del concorrente non è dotato di una memoria espandibile, e soprattutto vi obbliga a leggere nel formato proprietario. Occorre dunque ricorrere a Calibre, o a un altro software che consenta di convertire gli epub nel formato richiesto. Riguardo al colore non c’è molto da scegliere, è disponibile solo il nero. La luce integrata è più fedele alla carta stampata, non perde in bianchezza neppure a luminosità elevata. Le regolazioni del carattere sono inferiori rispetto al rivale, ma comunque più che sufficienti ad accontentare la maggioranza dei lettori. Il software, vero punto di forza, si presenta stabile e reattivo, forte della maggiore esperienza acquisita sul campo.
Certo è che, per entrambi i dispositivi, si ha una scelta molto vasta di titoli da “sfogliare”: nuovi scrittori, classici in nuove edizioni, scrittori emergenti e non, così come non è difficile incontrare l’editore del momento o la casa editrice di poesie. La scelta tra i due dispositivi, però, resta ardua.
Kobo appare al momento con un certo svantaggio, ma tra qualche mese potrebbe eguagliare il rivale. Chi vuole andare sul classico sicuro e non ha problemi ad aspettare qualche secondo per la conversione può orientarsi verso il Kindle. Chi vuole sperimentare qualcosa di nuovo e non tollera formati proprietari potrebbe preferire il Kobo.
Io ho già deciso, e voi?

 

 

Lunedì, 22 Aprile 2013 | di @Carmine Morriello

1 COMMENTO

  • Link al commento barbagianni39 inviato da barbagianni39

    Io ho il Kobo Glo da circa un anno e ne sono entusiasta.
    Prima ho provato il Kindle (non Paperwhite) e il Sony.
    Il Sony è forse il più bello dal punto di vista estetico, ma non ha l'illuminazione; di Kindle non mi piace, come per Apple, l'obbligo dei formati proprietari e la non apertura a ePub.
    Ho saputo che di Kobo è uscito anche Aura, che sembra essere più evoluto. Andrò a provarlo.

    Mercoledì, 02 Luglio 2014 12:09

Lasciaun commento

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

I contenuti e i pareri espressi negli articoli sono da considerarsi opinioni personali degli autori che
non possono impegnare pertanto l’editore, mai e in alcun modo.

Le immagini a corredo degli articoli di questo blog sono riprese dall’archivio Fotolia.

 

BookSprint Edizioni © 2016 - Tel.: 0828 951799 - Fax: 0828 1896613 - P.Iva: 03533180653

La BookSprint Edizioni è associata alla AIE (Associazione Italiana Editori)