Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

BookSprint Edizioni Blog

19 Apr
Vota questo articolo
(2 Voti)

Digitale e cartaceo insieme: la sfida del futuro

Digitale e cartaceo insieme: la sfida del futuro © rolffimages

In fase di sperimentazione tecnologie che permettono di amalgamare due mondi finora semplicemente contrapposti. Ecco cosa c’è da aspettarsi nel futuro dell’editoria

Le vendite degli ebook spopolano, quelle dei libri cartacei calano. Eppure la tendenza d’oltreoceano è quella di trovare un’alternativa al nuovo “immateriale” digitale e all’antico “tangibile” cartaceo. Sono sempre più, infatti, le aziende e le case editrici che stanno sperimentando dei punti di incontro tra i due mondi, perché, come si sa, si riesca a superare una dicotomia che fa più male che bene alla letteratura, al libro in generale e al mercato delle case editrici.

Queste sperimentazioni viaggiano tra il fascino irresistibile del passato e l’incertezza accattivante del futuro. Si tratta di soluzioni alternative che uniscono il meglio dei due mondi (cartaceo e digitale, appunto) cercando di arrivare ad una tecnologia vincente nel presente e nel futuro, all’interno di un sottosuolo culturale in cui la riscoperta del vintage sembra avere la meglio. Basti pensare al film muto e in bianco e nero (“The artist”) che ha spopolato durante la serata degli Oscar lo scorso anno, oppure alla protesi che cerca di trasformare l’iPhone nella vecchia e amata Polaroid.
Voglia di tornare indietro? Nostalgia? Può darsi, ma è evidente che il legame tra passato e presente è un filo sottile che difficilmente si spezza. E questo sta accadendo anche nel mondo dell’editoria.
Ad esempio la Moleskine America ha lanciato, con Evernote, lo scorso anno, il taccuino “Evernote Smart Notebook”, un taccuino particolare perché permette di acquisire facilmente gli appunti in digitale e di trasportarli e sincronizzarli su tutti i dispositivi elettronici (computer, tablet, smartphon, eReader).
La casa editrice newyorkese Melville House ha creato un connubio interessante tra analogico e digitale. Grazie ad una fotocamera e un software particolare, si può passare dal libro in formato cartaceo direttamente ai contenuti multimediali sul web.
L’ebook card di EnThrill (così come le gift card di Livrada) permette di acquistare pubblicazioni digitali all’interno delle vecchie librerie per volumi cartacei. Come? Semplice. Questa card è un foglio di quattro facciate che contiene, oltre alla copertina del libro e le informazioni su autore e trama, anche il famoso codice QR. Acquistando il prodotto si riceve questo codice e si può quindi scaricare tranquillamente il romanzo sul proprio dispositivo di lettura.
La casa editrice argentina Eterna Cadencia ha realizzato una raccolta di libri intitolata “The book can’t wait – Il libro non può aspettare”. Si tratta di una serie di libri di giovani scrittori emergenti pubblicati con un inchiostro particolare che si cancella, in 60 giorni, appena entra in contatto con l’aria. Un modo (alquanto) originale (che richiama i lucchetti degli ebook a noleggio) per invogliare a leggere e a leggere in poco tempo.
Ma le sperimentazioni non si fermano qui. Le nuove tecnologie stanno spingendo verso la realizzazione di piccoli microchip, da inserire all’interno delle pagine di libri e riviste, sensibili al tocco. In questo modo, sfiorando il chip, si può accedere ad approfondimenti aggiuntivi e multimediali.
Insomma, a quanto pare, il futuro non è solo nel digitale.

 

 

 

Venerdì, 19 Aprile 2013 | di @Dario D’Auriente

Lasciaun commento

 

Ultimi Commenti

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

I contenuti e i pareri espressi negli articoli sono da considerarsi opinioni personali degli autori che
non possono impegnare pertanto l’editore, mai e in alcun modo.

Le immagini a corredo degli articoli di questo blog sono riprese dall’archivio Fotolia.

 

BookSprint Edizioni © 2016 - Tel.: 0828 951799 - Fax: 0828 1896613 - P.Iva: 03533180653

La BookSprint Edizioni è associata alla AIE (Associazione Italiana Editori)