Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Errore
  • JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 69

BookSprint Edizioni Blog

12 Apr
Vota questo articolo
(0 Voti)

Bambini e libri, alcuni buoni consigli per farli avvicinare alla lettura

Bambini e libri, alcuni buoni consigli per farli avvicinare alla lettura © Anna Omelchenko

Saranno i lettori di domani ma per far sì che diventino degli appassionati lettori è fin dall’infanzia che devono essere avvicinati al mondo della lettura. I bambini, infatti, fin dai primi anni di vita, dovrebbero imparare ad apprezzare il piacere di leggere un buon libro e scoprire come la lettura sia uno dei piaceri e degli strumenti più importanti della nostra vita.
Ad avvicinarli ai libri dovranno essere i genitori, cui spetta un compito non facile, soprattutto oggi che i bambini sono immersi in mille altre attività e non riescono a cogliere quanto può essere bella l’esperienza di leggere un libro.

In aiuto dei genitori accorrono, però, gli esperti, secondo i quali ci sarebbero alcune regole da seguire per sollecitare nel bambino l’amore per i libri.
La prima regola è quella di cominciare subito. Gli esperti, infatti, sostengono che è già nei primi mesi di vita del bambino che gli si deve narrare una storia e non importa di cosa parli, o chi siano gli scrittori di racconti, ma è importante come si fa tutto questo, perché il bambino è attratto dalla voce narrante. Altra regola fondamentale riguarda il tempo e lo spazio dedicato alla lettura. Si devono scegliere dei momenti fissi da dedicare alla lettura durante tutta la giornata e un posto che diventi l’angolo dove il bambino possa rifugiarsi tra i libri. Anche fargli visitare biblioteche o librerie può essere un modo per avvicinarlo alla lettura e fargli scoprire quanto i libri siano una finestra sul mondo, in grado di farci scoprire la realtà che ci circonda. Queste regole sono valide fin quando i bambini non acquistino una loro autonomia. A questo punto, i genitori non possono più molto anche se non è ancora detta l’ultima parola.
In questa nuova fase, ad incoraggiare i bambini alla lettura possono essere gli editori. Sempre più spesso, infatti, ogni casa editrice, tra una pubblicazione e l’altra, si mette alla ricerca di disegnatori che possano pubblicare fumetti o cura apposite collane per bambini ed adolescenti, che rispecchino il loro mondo e raccontino storie i cui personaggi diventano modelli per i piccoli lettori che si affezionano a loro, creando un legame che dura nel tempo. Non è difficile immaginare che oggi anche gli e-readers, con una conseguente vasta scelta di ebook, siano un’arma vincente per conquistare giovani lettori. I ragazzi, amanti della tecnologia e sempre più circondati da strumenti tecnologici, infatti, potrebbero tornare ad apprezzare la lettura ora che i libri sono disponibili anche su tavolette elettroniche.
E chissà che questi ragazzi, rapiti dal fascino dei libri, comincino ad amare così tanto la lettura da poter diventare, un domani, a loro volta, nuovi scrittori emergenti, capaci di conquistare con i loro libri nuovi bambini.

 

 

 

Venerdì, 12 Aprile 2013 | di @

1 COMMENTO

  • Link al commento agostino giannini inviato da agostino giannini

    Certo è che sarebbe, una vera rivoluzione, iniziare i bambini alla lettura. Come i nostri antenati che scrivevano sulle rocce, e sugli alberi, iniziando dalle figure e graffiti.
    Sarebbe una svolta del genere umano!
    e in poche generazionisi vedrebbero i risultati.

    Mercoledì, 17 Aprile 2013 18:23

Lasciaun commento

 

Ultimi Commenti

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

I contenuti e i pareri espressi negli articoli sono da considerarsi opinioni personali degli autori che
non possono impegnare pertanto l’editore, mai e in alcun modo.

Le immagini a corredo degli articoli di questo blog sono riprese dall’archivio Fotolia.

 

BookSprint Edizioni © 2016 - Tel.: 0828 951799 - Fax: 0828 1896613 - P.Iva: 03533180653

La BookSprint Edizioni è associata alla AIE (Associazione Italiana Editori)