Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

BookSprint Edizioni Blog

26 Ott
Vota questo articolo
(1 Vota)

Da aNobii a Zazie, il lato social dei libri

Da aNobii a Zazie, il lato social dei libri Foto: © CandyBox

Proliferano i social network dedicati alla lettura, occhio all'italianissimo Zazie

Leggere è da sempre passione. Un atto solitario di viaggio dentro la storia raccontata e nella propria storia vissuta. Ma oggi anche la lettura sta scoprendo il suo lato social. Stanno proliferando, infatti, i social network dedicati alla lettura, dove chi ne ha voglia può condividere con una comunità davvero aperta le librerie, le opinioni e anche i propri manoscritti.

Questi siti permettono ad ogni utente di avere la propria bacheca, l'elenco degli amici e quello dei libri. Il più famoso social network dedicato alla lettura è senz'altro aNobii. L'utente può creare la propria libreria, inserendo i titoli dei libri o il loro codice ISBN. Spetta poi alla piattaforma digitale, tramite una comparazione, di individuare le librerie simili alle proprie, in maniera tale da crearne un'affinità che faciliti la scoperta di nuovi libri e autori che si avvicinano ai propri gusti.
Su Book Country, invece, oltra a scambiare opinioni, è possibile inserire un proprio testo. Esso permette, cioè, di condividere produzioni originali e di dare visibilità agli scrittori emergenti o agli ultimi libri usciti. Ma anche agli scrittori di scambiarsi idee, ad esempio su come scrivere un libro.
Con Book Glutton è possibile ricreare l'atmosfera dei vecchi caffè parigini. I lettori si riuniscono virtualmente in una stanza a scambiarsi opinioni sullo stesso libro online che stanno leggendo in contemporanea.
Book Moock crea, invece, un mercatino usato del libro, dove gli utenti possono scambiarsi gratuitamente i volumi che hanno già avuto modo di leggere.
Esistono poi social network di lettura completamente italiani. Bookliners, ad esempio, consente di creare un'esperienza di lettura di social reading, in cui gli utenti arricchiscono i contenuti dell'opera stessa.
Ma la novità è rappresentata da Zazie. Nato lo scorso 12 dicembre, la sua particolarità è la possibilità di catalogare i libri in base all'emozioni (mood) che hanno suscitato nel lettore. Perché un libro scatena sempre ricordi e emozioni.

 

 

 

 

 

 

Martedì, 30 Ottobre 2012 | di @Dario D’Auriente

Lasciaun commento

 

Ultimi Commenti

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

I contenuti e i pareri espressi negli articoli sono da considerarsi opinioni personali degli autori che
non possono impegnare pertanto l’editore, mai e in alcun modo.

Le immagini a corredo degli articoli di questo blog sono riprese dall’archivio Fotolia.

 

BookSprint Edizioni © 2016 - Tel.: 0828 951799 - Fax: 0828 1896613 - P.Iva: 03533180653

La BookSprint Edizioni è associata alla AIE (Associazione Italiana Editori)