Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

BookSprint Edizioni Blog

30 Dic
Vota questo articolo
(0 Voti)

Antrace 848

Per la sua terza importante pubblicazione, Marco Martinelli sceglie la casa editrice BookSprint Edizioni che, in formato cartaceo e digitale, lancia nel mondo dei libri il recentissimo “Antrace 848” (256 pagine).
L’autore Martinelli propone ai lettori un fabulario breve di forte impatto, a partire dal titolo che trae origine dal nome del più piccolo agglomerato urbano ed umano in cui Haminot, Spirito Indipendente e fil rouge di tutta la narrazione, scruta e analizza molteplici vicende.


È nel grande condominio dell’umanità, contenitore di vite vissute tra squilibri emotivi e morali, che Marco Martinelli ambienta lo sviluppo comportamentale ed esistenziale dell’uomo moderno. Gli attori di ogni singolo episodio, come cellule di una fibra complessa, sono parte della struttura sociale e della storia umana in senso lato.

Ciascun protagonista si muove all’interno del proprio microspazio (l’abitacolo) e, seppure inconsapevolmente, spinge il lettore ad uno sguardo attento verso l’essenzialità altrui. È nella resa della nudità esistenziale dei personaggi che Marco Martinelli esplicita la sua fine ricerca psicologica e lui, appassionato e praticante dell’arte scultorea, si fa scultore dell’anima. Nel sapiente lavoro di sottrazione della materia, l’elemento emotivo subisce un lavoro di pulitura e lucidatura che – diversamente da quanto ci si potrebbe aspettare – evita ai personaggi una statuaria rigidità. Le vicende che si susseguono nei singoli racconti illustrano, in toni che si alternano, le reazioni, le abitudini e le debolezze umane davanti alla varietà delle situazioni.
E così i personaggi appaiono tutti ben costruiti e la narrazione attrae.

 A conferire carisma al testo si aggiungono le sequenze riflessive in cui Haminot, ossia la coscienza critica, emette e motiva il proprio giudizio sull’umano agire.
«Haminot, lo Spirito Indipendente che osserva i nostri atteggiamenti dal centro dell’extracubo Babylon, rileva una notevole disarmonia34 fra le tendenze innate degli umani terrestri ed i comportamenti razionali con cui essi credono di dominarle o indirizzarle.»
Come in un armonico gioco d’incastri, tali porzioni riflessive ben si combinano con le sequenze dinamiche della narrazione a cui l’uso di un registro sintattico di livello medio conferisce leggerezza; ma pur nella velocità di lettura il lettore è invogliato ad un’attività meditativa su ciò che è bene e ciò che è male.

Acquista il Libro sul nostro ecommerce

 

 


1 COMMENTO

  • Link al commento Marco Martinelli inviato da Marco Martinelli

    Una recensione chiarificatrice, priva degli estremismi esplicativi che di solito imbellettano l'opera di cui si tratta. Emergono la competenza e la capacità di sintesi di Damiana Perrella. Esprimo tuta la mia gratitudine. Marco Martinelli.

    Giovedì, 02 Gennaio 2014 12:22

Lasciaun commento

 

Ultimi Commenti

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

I contenuti e i pareri espressi negli articoli sono da considerarsi opinioni personali degli autori che
non possono impegnare pertanto l’editore, mai e in alcun modo.

Le immagini a corredo degli articoli di questo blog sono riprese dall’archivio Fotolia.

 

BookSprint Edizioni © 2016 - Tel.: 0828 951799 - Fax: 0828 1896613 - P.Iva: 03533180653

La BookSprint Edizioni è associata alla AIE (Associazione Italiana Editori)