Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Errore
  • JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 74

BookSprint Edizioni Blog

12 Dic
Vota questo articolo
(0 Voti)

Un vernacolo stracciato

Se c’è una lingua in grado di accorciare vistosamente il gap fra pensiero e comunicazione di esso è probabilmente il romanesco. “Un vernacolo stracciato” nelle sue 240 pagine (BookSprint Edizioni, versione ebook disponibile) ne è una continua dimostrazione. Alessandra Napoleoni d’altronde ci ha abituati alla pragmatica potenza del suo scrivere, come all’incredibile capacità di mostrarci com’è fatto un pensiero, un sentimento, una sensazione, con il solo ausilio della parola scritta.


 Alessandra Napoleoni nasce a Sambuci nel 1937 e fin da piccola ha avuto un’immensa passione per tutto ciò che è arte: per il teatro, per la letteratura e, soprattutto, per la poesia. Quella per l’arte è una vera e propria missione, che la porta ad essere parte attiva del panorama culturale della sua terra. Nonostante questa predisposizione precoce per il percorso poetico non scrive da sempre. L’epifania artistica dell’autrice si è avuta solo in occasione del matrimonio della figlia. È questo il momento in cui la parola semplice, consueta, risulta insufficiente a traghettare il pensiero, in quel momento l’autrice ha ritenuto necessario dire qualcosa che “non si può dire”, approdando infine negli universi della poesia.

Nelle liriche di Alessandra napoleoni c’è un mondo, e l’unico modo che si ha per scrivere un mondo e averlo dentro. L’autrice non fa altro che somatizzare la propria vita, segnata da momenti terribili e da immense gioie. Nel suo mondo interiore c’è la seconda guerra mondiale, il dolore delle privazioni, l’arte e la voglia di vivere, c’è la ferma volontà di costituire, con il proprio corpus poetico di liriche in dialetto e in italiano, un vero e proprio dono alle generazioni future, qualcosa da preservare avidamente, e che toccherà a noi tenere d’occhio.

Un vernacolo stracciato” è uno splendido esempio di testimonianza vitale-poetica. Addentrandosi fra le pagine dell’opera è possibile scorgere storie di tutti i giorni e l’umanità varia descritta o congelata nelle parole dell’autrice ci fa sentire noi stessi protagonisti. In Alessandra Napoleoni non c’è tempo per il superfluo, tanto dense appaiono le sue parole, tutto ciò che leggiamo semplicemente è necessario che esista, ed esiste.

Acquista il Libro sul nostro ecommerce

 

 


Lasciaun commento

 

Ultimi Commenti

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

I contenuti e i pareri espressi negli articoli sono da considerarsi opinioni personali degli autori che
non possono impegnare pertanto l’editore, mai e in alcun modo.

Le immagini a corredo degli articoli di questo blog sono riprese dall’archivio Fotolia.

 

BookSprint Edizioni © 2016 - Tel.: 0828 951799 - Fax: 0828 1896613 - P.Iva: 03533180653

La BookSprint Edizioni è associata alla AIE (Associazione Italiana Editori)