Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

BookSprint Edizioni Blog

12 Dic
Vota questo articolo
(1 Vota)

Ciuri Vitalori

Sarà presentato sabato 14 dicembre alle 17:30, “Ciuri Vitalori”, la raccolta di poesie di Maria Stabile. L’evento, patrocinato dal Comune e dalla Pro Loco Vitese, sarà ospitato dall’Auditorium del Centro Sociale Parco Vincenzo Renda, a Vita (Tp), e saranno presenti il Presidente Maria Scavuzzo e il Sindaco Filippa Maria Galifi. “Ciuri Vitalori” (BookSprint Edizioni, 156 pagine disponibili anche in versione ebook) significa “Fiori vitesi”, in omaggio al piccolo paese siciliano, molto amato dall’autrice, che compare anche in copertina.

La raccolta si articola in due sezioni. La prima si compone di poesie composte in dialetto vitese, «perché il dialetto cambia da paese a paese, anche a distanza di pochi chilometri», con testo italiano a fronte. Nella seconda ci sono invece poesie nate in lingua italiana.
Proprio a quest’ultima sezione appartiene Le mani di mia madre, una delle poesie più toccanti della silloge: «Le mani di mia madre / sembravano farfalle / in volo, tremolanti. / Le mani di mia madre / si alzavano verso il cielo, / come ad accarezzarlo. / Le mani di mia madre / volevano giocare a palla, / coi figli dei miei figli. / Le giacevano sul grembo / come fiori appassiti / se sonnecchiava un po’. / […] Le mani di madre / tanto hanno fatto, tanto, / senza stancarsi mai. /... Mi guardo intorno ogni ora, / cercando di mia madre. / ... Adesso le sue mani / riposano con lei, / stringendo la corona».

Amante della scrittura sin da giovanissima, Maria Stabile avrebbe voluto studiare, ma le necessità della vita l’hanno condotta a fare scelte diverse. Nonostante questo ha sempre riservato uno spazio alla scrittura. «Ho ancora i quaderni conservati dagli anni Sessanta». Da molti anni lavora come segretaria in uno studio medico. «Sono ogni giorno a contatto con le persone, con la sofferenza, con i dispiaceri, con le preoccupazioni. Ma è un lavoro che mi gratifica, e mi ha fatto imparare che la vita è bella, e va vissuta ogni minuto».
Ma per vent’anni Mari Stabile ha lavorato come torrettista antincendio nel bosco di Santa Ninfa (Tp), con turni di otto ore che coprivano l’intera giornata. «La mia torretta era alta più di sei metri. Era un lavoro che mi piaceva. Ero sola, ma non ha importanza. Stavo bene con me stessa, amavo quel bosco. Molte poesie sono nate proprio lì. Era un lavoro che amavo, sentivo il bosco come mio, e quando bruciava era come se mi bruciassero le carni».

Acquista il Libro sul nostro ecommerce

 

 


Lasciaun commento

 

Ultimi Commenti

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

I contenuti e i pareri espressi negli articoli sono da considerarsi opinioni personali degli autori che
non possono impegnare pertanto l’editore, mai e in alcun modo.

Le immagini a corredo degli articoli di questo blog sono riprese dall’archivio Fotolia.

 

BookSprint Edizioni © 2016 - Tel.: 0828 951799 - Fax: 0828 1896613 - P.Iva: 03533180653

La BookSprint Edizioni è associata alla AIE (Associazione Italiana Editori)