Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Errore
  • JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 64

BookSprint Edizioni Blog

22 Ott
Vota questo articolo
(4 Voti)

I fantasmi dell’Unità

L’unità d’Italia vista dagli occhi di un meridionale. Fu vera guerra patriottica o conquista coloniale?In 372 pagine pubblicate dalla BookSprint Edizioni, si snoda il racconto di quel che fu negli anni convulsi e movimentati (dal 1858 al 1862) che videro il Piemonte riunificare sotto le insegne dei Savoia lo Stato italiano. Una storia romanzata che narra dell’annientamento del Regno delle due Sicilie da parte del Regno di Sardegna e che è, ancora oggi, causa dei pregiudizi attuali sul Meridione creati dalla propaganda del tempo per giustificare tutti gli eccessi di quella sanguinosa conquista.

“Il sigillo di carta – Memorie di un soldato borbonico”, disponibile anche in formato ebook, è un romanzo complesso ed avvincente, molto accurato nella ricostruzione storica e ricco di dettagli e informazioni ricavate dall’autore Giuseppe Spinelli grazie alle analisi dei documenti del tempo e delle leggi emanate dai Borboni (la famiglia Spinelli le conserva in un archivio insieme ad altri 15mila titoli) in un regno che, più di centocinquanta anni fa, già si preoccupava di difendere il proprio paesaggio e di inaugurare le riserve per gli animali e le piante.
Il protagonista della storia è il capitano Spinelli, soldato valoroso e allo stesso tempo brigante, convinto che l’unità d’Italia possa avvenire con modalità diverse da quelle della guerra. Un’unione sulla base della collaborazione e del rispetto, anziché della lotta senza quartiere e dei fatti di sangue per difendere l’identità culturale dei popoli del sud. Una serie di crimini, abusi e soprusi che hanno dato il via a quella che poi diventerà la questione meridionale.
Il merito del romanzo è di ricostruire con leggerezza e brio anni drammatici e confusi della nostra storia, dando anche una leggera tinta rosa agli eventi con alterne vicende d’amore tra i vari personaggi che compaiono nella trama. Una storia romanzata in cui s’evidenzia tutta la bravura di Giuseppe Spinelli, nato a Reggio Calabria nel 1942, storico meridionalista, nonché presidente del C.s.e.a.a.m. e figlio di un insegnante di storia e filosofia al liceo.
“Il sigillo di carta – Memorie di un soldato borbonico”, un libro per poter dire ad altre persone, ad altre culture, come sono andate davvero le cose.

 

 

Acquista il Libro sul nostro ecommerce

 

 

Martedì, 22 Ottobre 2013 | di @Dario D’Auriente

Lasciaun commento

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicitĂ .
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

I contenuti e i pareri espressi negli articoli sono da considerarsi opinioni personali degli autori che
non possono impegnare pertanto l’editore, mai e in alcun modo.

Le immagini a corredo degli articoli di questo blog sono riprese dall’archivio Fotolia.

 

BookSprint Edizioni © 2016 - Tel.: 0828 951799 - Fax: 0828 1896613 - P.Iva: 03533180653

La BookSprint Edizioni è associata alla AIE (Associazione Italiana Editori)