Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

BookSprint Edizioni Blog

27 Feb
Vota questo articolo
(2 Voti)

Romanzi post-datati e letture differite… tra 100 anni

Romanzi post-datati e letture differite… tra 100 anni © Andy

L’editore Ilmo Malagoli inaugura una collana di dieci romanzi, da leggere obbligatoriamente a partire dal 2110. Sarà l’idea giusta per salvare il cartaceo?
Tutto e subito!
No, per carità. È questa l’idea di Ilmo Malagoli e della sua casa editrice IV Millennio, che proprio in onore della sua ragione sociale, inaugura una collana di libri un po’ particolare.

Romanzi post datati e letture differite, è questa la particolarità dei dieci romanzi scritti da autori più o meno emergenti e pubblicati dall’editore modenese che ha avuto l’intuizione di tramandare ai posteri un tesoro cartaceo che potrebbe avere valore immenso fra un secolo, per non parlare di un millennio.
L’idea? Una collana di 10 libri, sigillati con un lucchetto, da aprire, uno alla volta, ogni cento anni, a partire, cioè, dal 2110, e fino al 3010. Così da essere sicuri che il libro cartaceo sopravvivrà all’età del digitale, agli ebook e a quello che l’editoria mondiale riserverà negli anni a venire per i libri.
Dato che, “dati” alla mano (scusate il gioco di parole), il libro cartaceo sta trovando la sua tomba. La data di estinzione ancora non c’è, ma quel che è certo è che sempre meno sono le vendite in libreria, ai supermercati, negli scaffali, e sempre di più gli acquisti in formato digitale, e che, in un futuro non così lontano, la carta esalerà il suo ultimo “respiro”.
Per un curioso gioco di parole, forse per una coincidenza, forse voluto, il primo di questi dieci romanzi si intitola “La vera storia dei dinosauri” di Davide Cavazzutti, forse perché fra cento anni i veri dinosauri saranno i libri in “carta e ossa”.
Ma la domanda sorge spontanea: chi comprerebbe una collana che, evoluzioni scientifiche e della medicina a parte, non potrebbe mai leggere se non nell’aldilà? Ne varrebbe la pena?
Di certo non sarebbero molti i lettori in grado di attendere un secolo prima di leggere un volume comprato. Nell’epoca del tutto e subito, dell’oggi e del presente, chi penserebbe ad una lettura nel futuro? Chi riuscirebbe ad aspettare la data incisa sulla copertina, indicante il momento preciso dell’apertura di ogni singolo romanzo?
Insomma, sarà quella di Ilmo Malagoli l’idea giusta per salvare i libri? Ai posteri l’ardua sentenza.
Ma intanto tu, sapresti aspettare?

 

Mercoledì, 27 Febbraio 2013 | di @Dario D’Auriente

Lasciaun commento

 

Ultimi Commenti

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

I contenuti e i pareri espressi negli articoli sono da considerarsi opinioni personali degli autori che
non possono impegnare pertanto l’editore, mai e in alcun modo.

Le immagini a corredo degli articoli di questo blog sono riprese dall’archivio Fotolia.

 

BookSprint Edizioni © 2016 - Tel.: 0828 951799 - Fax: 0828 1896613 - P.Iva: 03533180653

La BookSprint Edizioni è associata alla AIE (Associazione Italiana Editori)