Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

BookSprint Edizioni Blog

Mercoledì, 22 Giugno 2016 11:34

Giovanni: un varco di luce

È possibile rivivere la predicazione di Giovanni ai tempi nostri? In un'epoca che sembra aver dimenticato Dio, che mette davanti a tutto e tutti l'Io individuo e individuale, si può ancora parlare di Fede, Speranza, Amore per il prossimo e della Parola di Dio? Sì che si può, si deve. Ne è convinto Alberto Grosso, che torna in libreria con "Giovanni: un varco di luce – Il diario di un'anima", il suo ultimo libro storico-biblico pubblicato dalla BookSprint Edizioni e disponibile nel classico formato della brossura cartacea.
Mercoledì, 22 Giugno 2016 10:21

Chiudo gli occhi e...

Esiste Dio? È davvero vicino a noi? E come possiamo trovarlo? Parte da queste domande la silloge di poesie di Luciano Musu, "Chiudo gli occhi e… - Riscoprire se stessi per vivere", una raccolta intima e profonda sul rapporto tra l'uomo e Dio, tra il sacro e il profano, tra il trascendente e l'immanente. Pubblicata dalla giovane casa editrice BookSprint Edizioni, di Vito Pacelli, l'opera è disponibile nel classico formato della brossura cartacea, perché le rime si associno all'odore unico della carta stampata.
Mercoledì, 22 Giugno 2016 10:12

Intervista all'autore - Luciano Musu

1. Ci parli un po' di Lei, della Sua vita. Da dove viene? Come e quando ha deciso di diventare scrittore? Nasco in una famiglia di operai, mio padre meccanico presso le Officine della Società Mineraria Monteponi e Montevecchio, mia madre sarta-casalinga. La mia vita è varia: dal mattino presto faccio servizio presso il Carrefour di San Sperate nel reparto pescheria. La sera mi occupo di Danza e Fitness presso una struttura sportiva cittadina. Mi dedico alla famiglia nella fascia oraria del pranzo e della cena, e in tarda serata o notte inoltrata scrivo.
Martedì, 21 Giugno 2016 11:56

Il Palazzo Ducale di Parete

L’Italia è uno dei Paesi più ricchi dal punto di vista del patrimonio culturale. Purtroppo non sempre i tesori artistici sono valorizzati come dovrebbero ma sempre più spesso sono abbandonati all’incuria e destinati al degrado. Il libro “Il Palazzo Ducale di Parete” vuole rendere nota la storia di un bellissimo palazzo della Campania che è tonato al suo splendore originario dopo un lavoro di restauro. Il libro scritto dall’Architetto Silvestre Pezone, è pubblicato dalla casa editrice BookSprint Edizioni, ed è disponibile nella duplice veste del libro cartaceo e del libro elettronico.
Martedì, 21 Giugno 2016 11:47

Intervista all'autore - Silvestre Pezone

1. Ci parli un po' di Lei, della Sua vita. Da dove viene? Come e quando ha deciso di diventare scrittore? Sono nato nel 1967 a Villaricca, comune del napoletano; ho vissuto, per lungo tempo, a Parete e, poi, tra Lusciano ed Aversa, comuni del casertano. L’ambiente familiare in cui sono cresciuto era abbastanza sereno e amorevole. Nel 1994 ho conseguito la laurea in architettura presso l’Università degli Studi di Napoli Federico II e da lì è incominciato il mio lavoro di architetto. Nel 1998 ho sposato la mia attuale consorte e collega, già compagna di studi, con la quale ho condiviso la nascita di tre figli maschi e la loro crescita, che, attualmente condivido. Svolgo il mio lavoro di architetto, sia per committenze private che pubbliche, con grande impegno, serietà e professionalità negli svariati campi che offre e stando al passo coi tempi. Non mi definisco uno scrittore “di professione”, ma sicuramente, uno a cui piace molto scrivere.
Martedì, 21 Giugno 2016 09:59

Intervista all'autore - Rolando Destri

1. Che cos’è per Lei scrivere, quali emozioni prova? Direi che è semplicemente una passione. Un modo per impiegare al meglio il mio tempo libero. Amo molto la solitudine, andare in quei posti che riescono in qualche modo a darmi pace e serenità. Forse è per questo che amo scrivere, è come dipingere un quadro, la differenza è che anziché usare colori, sfumature o tinte, preferisco esprimere sentimenti e situazioni, magari attraverso una storia. Spesso, scrivere mi porta alla ricerca del passato, di situazioni ed esperienze vissute, che poi possono essere lo stimolo per un breve racconto o un romanzo che prende forma giorno dopo giorno. L'emozione maggiore che provo, è quando riesco a sviluppare al meglio il susseguirsi degli eventi che intendo raccontare, senza porre un limite alla fantasia finché c'è la voglia e l'ispirazione di quel che voglio raccontare.
Lunedì, 20 Giugno 2016 09:59

La legge del serpente

Mauro Franz nel suo libro “La legge del serpente” riporta dubbi e pensieri sulla vita, frutto di ricerche, studi e riflessioni. Il testo è breve, ma ricco di spunti filosofici che spaziano dal conflitto bene/male, alle domande sul significato della religione per poi continuare sulle organizzazioni economiche e politiche che guidano e determinano le nostre esistenze.
Lunedì, 20 Giugno 2016 09:50

Intervista all'autore - Mauro Franz

1. Ci parli un po' di Lei, della Sua vita. Da dove viene? Come e quando ha deciso di diventare scrittore? La mia vita è stata molto semplice. Come per una buona parte dei comuni mortali mi sono sposato una prima volta per poi divorziare e risposato una seconda. Ho cominciato a lavorare in ambiente ospedaliero e così ho continuato fino ad oggi. Ho vissuto da adolescente a Milano per il resto a Trieste . Avevo un camper e quando ero ridivenuto single ho viaggiato con lui per tre quarti dell’Europa. Con l'aereo ho girato Tunisia, Egitto , Brasile e Portogallo oltre che Londra. Da queste esperienze ne ho ricavato una visione del mondo meno chiara di quanto avessi immaginato, da cui il mio interessarmi di più della sfera religiosa e spirituale mondiale. uando ho ritenuto di averne capito abbastanza la decisione di scrivere questo libro.
Sabato, 18 Giugno 2016 14:55

Intervista all'autore - Jennifer Atzori

1. Che cos’è per Lei scrivere, quali emozioni prova? La scrittura per me è diventata una passione, diciamo che è il mio modo di sfogarmi. Scrivere per me è poter dare spazio alle mie idee, qualunque esse siano. In quanto alle mie emozioni, posso dire che a volte mi piacerebbe far parte della storia, perché in certi momenti quasi riesco a viverla, e qualche volta mi sembra anche più bella della realtà. 2. Quanto della sua vita reale è presente in questo libro? Potrei dire quasi niente, a parte forse un po’ dei miei sentimenti. Ho l'abitudine di scrivere in base ai miei stati d'animo, e se io sono arrabbiata, triste o felice, lo sono anche le protagoniste. Perché per me è impossibile scrivere qualcosa di allegro se invece sono triste, e per questo credo che il libro rispetti praticamente quasi tutte le mie emozioni.

 

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

I contenuti e i pareri espressi negli articoli sono da considerarsi opinioni personali degli autori che
non possono impegnare pertanto l’editore, mai e in alcun modo.

Le immagini a corredo degli articoli di questo blog sono riprese dall’archivio Fotolia.

 

BookSprint Edizioni © 2016 - Tel.: 0828 951799 - Fax: 0828 1896613 - P.Iva: 03533180653

La BookSprint Edizioni è associata alla AIE (Associazione Italiana Editori)