Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

BookSprint Edizioni Blog

10 Gen
Vota questo articolo
(2 Voti)

L’Italia deve crescere e la Cina?

Una classe politica inadeguata per rispondere alle necessità economiche del tempo ed i poteri forti impegnati più a fare guadagni che a migliorare il sistema Italia. È l’idea, non tanto isolata, riportata dall’ingegnere Ugo Vittorio Rocca nel libro “L’Italia deve crescere e la Cina?” pubblicato per i tipi di BookSprint Edizioni e disponibile sia nella classica versione cartacea che nel formato digitale.

 

 Il saggio, 92 pagine ricche di excursus storici, ricostruzioni interessanti e critiche non tanto velate, affronta la questione della crescita dell’Italia all’interno del contesto economico mondiale, in cui normative e sistema produttivo globale e locale non favoriscono la produzione dei beni, impedendo la massima espansione del nostro PIL (Prodotto Interno Lordo) al fine di garantire quel benessere a cui la popolazione è abituata ormai da diversi decenni.

La causa, secondo l’autore, risiede anche in “un’informazione disinformata” che ci propina ogni sorta di interpretazione bugiarda e poco attendibile della realtà, non fornendo ai cittadini i giusti mezzi per avere una panoramica attendibile degli eventi e delle situazioni critiche, in maniera tale da poter analizzare al meglio l’attuale convergenza economica. Ugo Vittorio Rocca non lesina critiche agli uomini politici italiani, colpevoli di non permettere e di non favorire in alcun modo la crescita economica di un sistema da troppo tempo in fase di recessione.

Nato a Nicastro, oggi Lamezia Terme, il 18 febbraio del 1941, Ugo Vittorio Rocca si diploma al liceo classico prima di iscriversi e superare, con eccellenti voti, il percorso di studi universitari in Ingegneria al Politecnico di Torino. Assistente stesso al Politecnico, inizia poi a lavorare prima al CNEN e, successivamente, diventa dirigente Ansaldo di Genova e del Centro Studi Finmeccanica di Roma. Grazie alle sue importanti esperienze ed ai risultati ottenuti sul campo, diventa presidente della ANIT per il fotovoltaico e della WESR per l’eolico, società sempre dell’Ansaldo. Membro dal 1996 al 2000 del gruppo di consulenti della Commissione Europea “Advisory External Energy”, attualmente è professore di Perfezionamento in Energetica al Politecnico di Torino e, con questo piccolo volume, prova a dare uno sprono a tutto l’intero settore economico italiano, alla ricerca di quelle soluzioni utili per uscire da questa odiata crisi.

Acquista il Libro sul nostro ecommerce

 

 

Venerdì, 10 Gennaio 2014 | di @Dario D’Auriente

Lasciaun commento

 

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

I contenuti e i pareri espressi negli articoli sono da considerarsi opinioni personali degli autori che
non possono impegnare pertanto l’editore, mai e in alcun modo.

Le immagini a corredo degli articoli di questo blog sono riprese dall’archivio Fotolia.

 

BookSprint Edizioni © 2016 - Tel.: 0828 951799 - Fax: 0828 1896613 - P.Iva: 03533180653

La BookSprint Edizioni è associata alla AIE (Associazione Italiana Editori)