Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

BookSprint Edizioni Blog

21 Dic
Vota questo articolo
(3 Voti)

La zia signora

Sicilia, primi anni del Novecento. Maria Cristina, di origini napoletane, vive con la zia in un paesino nei pressi di Siracusa. Umile di origini, ma forte e piena di risorse, incontra e sposa il notaio Antonino Farro, di molti anni più vecchio di lei. La sua vita cambia, ma le difficoltà sono dietro l’angolo, specie nell’Italia del sud agli inizi del secolo scorso.
È questa la trama di “La zia signora”, il nuovo romanzo (biografico) della scrittrice Maria Capuano, pubblicato dalla BookSprint Edizioni e disponibile anche in formato digitale.

 

 

Nata a Napoli, Maria Capuano è attualmente in pensione, ma sin da giovane è appassionata di letteratura e teatro, tanto da produrre diversi testi teatrali sia in lingua che in vernacolo, per i quali è, oltre che autrice, anche regista e attrice. Apprezzata dal pubblico e dalla critica per le sue opere originali e divertenti, con sullo sfondo sempre la storia napoletana e la napoletanità, con questo romanzo ripercorre la vita avventurosa e sognata di una lontana parente, da cui si è sempre sentita attratta.

Maria Cristina, infatti, dopo il matrimonio, si trova a scontrarsi con le signore della nobiltà siracusana, che non apprezzano né le sue origini popolane, né la scelta di sposare un uomo molto più vecchio. Talmente anziano da non riuscire ad appagarne i sensi, così Maria Cristina, sempre alla ricerca di emozioni forti e di avventure appassionate, ma comunque innamorata di Antonino, appena può tradisce suo marito con una serie di scappatelle amorose, come quella con Peppino, un giovane anarchico conosciuto a Napoli, o con un giovane ingegnere incontrato durante le vacanze estive al mare.

Non avendo figli dal matrimonio, la coppia decide di adottare la piccola Santa. Poco dopo Antonino Farro viene a mancare e per Maria Cristina e sua figlia la vita non sarà sempre piacevole, ma la donna, forte del proprio passato, riuscirà a condurre una vita eccentrica e irriverente, oltre le insoddisfazioni, fino all’ultimo, quando, dopo la sua morte, ne viene letto il testamento tanto atteso dai parenti che la chiamavano “zia signora”.

Un finale da commedia napoletana, divertente e paradossale, per un romanzo appassionante sia per la storia della protagonista, che per gli excursus storici che ne fanno da contorno: le due guerre mondiali, il referendum per la Repubblica, gli anni della DC, le diseguaglianze sociali, le differenze tra nord e sud e la condizione della donna che cambia nel Novecento. 260 pagine da non perdere, per rivivere la peculiare quotidianità di quei tempi e di quei luoghi.

Acquista il Libro sul nostro ecommerce

 

 

Venerdì, 03 Gennaio 2014 | di @Dario D’Auriente

2 COMMENTI

  • Link al commento Mena  Niola inviato da Mena Niola

    E vero questa sintesi fa venire proprio voglia di leggerlo, e lo farò certamente mlto presto.

    Mercoledì, 26 Marzo 2014 18:30
  • Link al commento Maria Munafò inviato da Maria Munafò

    Complimenti! Proprio un bell'articolo! La sintesi della trama del romanzo è chiara e dettagliata, ben inquadrata nel tempo e nel luogo; il carattere della protagonista è ben delineato; tutta la recensione è positiva e fa nascere veramente la voglia di leggere questa interessante storia.

    Martedì, 07 Gennaio 2014 12:34

Lasciaun commento

 

Ultimi Commenti

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

I contenuti e i pareri espressi negli articoli sono da considerarsi opinioni personali degli autori che
non possono impegnare pertanto l’editore, mai e in alcun modo.

Le immagini a corredo degli articoli di questo blog sono riprese dall’archivio Fotolia.

 

BookSprint Edizioni © 2016 - Tel.: 0828 951799 - Fax: 0828 1896613 - P.Iva: 03533180653

La BookSprint Edizioni è associata alla AIE (Associazione Italiana Editori)