Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Errore
  • JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 74

BookSprint Edizioni Blog

05 Dic
Vota questo articolo
(2 Voti)

I pensatori ignoti

Domenico Coviello è un grande conoscitore della filosofia dei grandi pensatorirussi a partire dal 1200 fino ai giorni nostri. Di questa filosofia si conosce poco a causa delle politiche di chiusura che questa nazione ha dimostrato sempre, per alterne fortune, verso il mondo esterno. Intento dell’autore è porre l’accento sul grande contributo alla cultura mondiale di molti pensatori russi.

Lo fa con “Invito alla filosofia russa” (408 pagine, BookSprint Edizioni, versione ebook disponibile) un libro in cui a fianco di  Dostoevskij e Tolstoj, trovano spazio molti altri meno noti ma di enorme peso culturale

Domenico Coviello è uno studioso preciso e acutoLaureato nel 1973 presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore con Virginio Melchiorre, fa una tesi su Ludwig Feuerbach, discorso che riprenderà in diversi lavori successivi. La filosofia è la sua vera passione e l’importanza di questo suo ultimo lavoro è notevole. Infatti esistono ben poche fonti in italiano sull’argomento che costituisce un campo di speculazione enorme. Basti pensare che il poderoso lavoro di Domenico Coviello è, ha detta dello stesso autore, solo una prima presentazione di un ensemble  di figure umane dotate di grande intelligenza, una sconfinata creatività, e che costituiscono una variegata intellighenzia, un importante parte della storia del pensiero.

Un segno comune a tutti questi pensatori è l’attaccamento alla Chiesa Ortodossa, alla spiritualità. C’è chiaramente anche una serie di similitudini del pensiero sul “sociale”, una quantità di pensatori che non ritieneaccettabile lo status politico/sociale della loro terra. Il testo alla fine risulta essere la strada da percorrere per tutti coloro che ambiscono ad intraprendere un serio percorso di conoscenza verso questa parte, poco conosciuta, della storia del pensiero russo, dimostrandoci come esso legga l’Occidente, lo comprenda e ne proponga revisioni, superamenti, critiche. Un avviso ai lettori; troverete qui qualcosa di originale e trattato sporadicamente in Italia, vi troverete di fronte a una serie di stereotipi che andranno inesorabilmente in mille pezzi. Tale libro, per la mente curiosa, è proverbiale vaso di Pandora, in cui compresso c’è l’essenza di quasi mille anni di storia del pensiero filosofico russo pronto a deflagrare in tutta la sua splendente magnificenza. L’invito di Domenico Coviello è semplice: aprire.

 

 

Acquista il Libro sul nostro ecommerce

 

 

 

Giovedì, 05 Dicembre 2013 | di @

Lasciaun commento

 

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

I contenuti e i pareri espressi negli articoli sono da considerarsi opinioni personali degli autori che
non possono impegnare pertanto l’editore, mai e in alcun modo.

Le immagini a corredo degli articoli di questo blog sono riprese dall’archivio Fotolia.

 

BookSprint Edizioni © 2016 - Tel.: 0828 951799 - Fax: 0828 1896613 - P.Iva: 03533180653

La BookSprint Edizioni è associata alla AIE (Associazione Italiana Editori)