Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Errore
  • JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 74

BookSprint Edizioni Blog

02 Nov
Vota questo articolo
(3 Voti)

Semplicemente amore

Chi ha detto che nel 2013 l’amore è demodè?

Di certo Erika Argenziano non ne è convinta ed orgogliosamente nella sua prima raccolta di poesie “Benvenute emozioni” (BookSprint Edizioni, 48 pagine, versione ebook disponibile) è l’Amore che fa da padrone. Quello di cui parla è un sentimento potente quanto puro verso la sua famiglia, suo marito, la sua patria, è un amore disarmante e delicato, scritto con parole semplici che sembrano azzerare ogni ostacolo fra chi scrive e chi legge.

Queste tenere ed intime poesie sorprendono perché in esse ogni cosa significa quello che vuole significare, senza banalità o ridondanza, quasi a ricordarci che la semplicità è la via più magnifica e diretta verso la verità.

Erika Argenziano scopre la poesia tardi nella sua vita e la scopre come dono. È infatti nel 2013 che ne scrive una per suo marito; è la prima poesia della sua vita. Dopo è impossibile fermarsi. Ogni emozione, per quanto triste o capace di ferire, è accolta dall’autrice, metabolizzata e ributtata fuori in forma di parola, perché; “non bisogna aver paura di vivere”. Ed Erika non ha paura, non più.

Non c’è solo l’amore dentro le pagine di “Benvenute emozioni”. C’è un sagace spirito di osservazione dei nostri tempi, che rende Erika Argenziano capace di andare oltre lo schermo dell’autoanalisi o il mero compiacimento stilistico/concettuale. C’è la critica ad un mondo dove si fa una foto quasi esclusivamente per essere testimonianza “facebook” della nostra esistenza, c’è il dolore, che filtra dall’enorme atto d’amore che questo libro dimostra d’essere. C’è che: “la mia poesia spera di arrivare, insomma, di arrivare e di non far sentire soli”. L’autrice pensa che la poesia debba essere nuovamente di tutti, oltre la complessità stilistico-terminologica che il mondo artistico contemporaneo pare possedere sopra ogni cosa. Lo fa pescando a piene mani alle origini della poesia, probabilmente della stessa umanità, prende il vecchio e lo scrive senza banalità, senza banalità scrive Amore.

Chi ha detto che nel 2013 l’amore è demodè?

Acquista il Libro sul nostro ecommerce

 

 


Lasciaun commento

 

Ultimi Commenti

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

I contenuti e i pareri espressi negli articoli sono da considerarsi opinioni personali degli autori che
non possono impegnare pertanto l’editore, mai e in alcun modo.

Le immagini a corredo degli articoli di questo blog sono riprese dall’archivio Fotolia.

 

BookSprint Edizioni © 2016 - Tel.: 0828 951799 - Fax: 0828 1896613 - P.Iva: 03533180653

La BookSprint Edizioni è associata alla AIE (Associazione Italiana Editori)