Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

BookSprint Edizioni Blog

17 Ott
Vota questo articolo
(3 Voti)

La voce dei poeti

Non è un elogio alla natura e nemmeno alla musica. Non è affermazione della tristezza o della felicità. “Un fiore colto nel giardino del pensiero – la voce dei poeti” è un inno. Un inno all’evasione, a quella dell’anima che ha bisogno di uscire fuori dalle regole e dagli schemi, di allontanarsi dalla realtà sempre più distorta e meschina della nostra società.

La raccolta di poesie del ventenne Edoardo Santi è questo e molto altro perché, nelle 174 pagine edite da BookSprint anche in formato ebook, il giovane autore, originario di Roma e iscritto all’Università della Tuscia, indirizzo Lettere moderne (scienze umanistiche), spera di ridare lustro a quella che per lui è una forma d’arte ormai sottovalutata. Con questo libro Edoardo Santi spera di ri-avvicinare i lettori alle poesie perché la poesia è potente, ha una forza interiore che ha la necessità di ri-collegarsi con la gente. E prova a farlo con una penna bizzarra e creativa, espressione del cambiamento che l’autore stesso ricerca.
Il titolo stesso, che sembra appartenere più ad una penna esperta che ad un giovane poeta, richiama il senso stesso della poesia: un fiore che deve sbocciare nell’intimo di ognuno di noi, che va coltivato affinché tocchi le corde giuste dell’anima e solleciti quella solitudine che è sola di ogni essere umano. Una solitudine positiva, un proprio spazio all’interno del cosmo.
Così “Un fiore colto nel giardino del pensiero – la voce dei poeti” si dipana su temi variopinti e varieganti quali la donna, l’amore, la guerra e la natura, con l’autore (che dice di ispirarsi al grande poeta turco Nazim Hikmet) che di volta in volta dà un giudizio sulle vicende dell’uomo. Una raccolta di poesie che è il frutto di un lavoro lungo quasi cinque anni, ma che per Edoardo Santi, che scrive da quando aveva 12 anni e che trova nella scrittura una necessità impellente come mangiare o bere, ha un grande obiettivo: quello di provare a cambiare il mondo, pur sapendo, però, che la poesia è in continuo cambiamento, ma non riuscirà a modificare il mondo che, viceversa, ha cambiato e continua a cambiare la poesia.

 

 

Acquista il Libro sul nostro ecommerce

 

 

Giovedì, 17 Ottobre 2013 | di @Dario D’Auriente

Lasciaun commento

 

Ultimi Commenti

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

I contenuti e i pareri espressi negli articoli sono da considerarsi opinioni personali degli autori che
non possono impegnare pertanto l’editore, mai e in alcun modo.

Le immagini a corredo degli articoli di questo blog sono riprese dall’archivio Fotolia.

 

BookSprint Edizioni © 2016 - Tel.: 0828 951799 - Fax: 0828 1896613 - P.Iva: 03533180653

La BookSprint Edizioni è associata alla AIE (Associazione Italiana Editori)