Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

BookSprint Edizioni Blog

08 Lug
Vota questo articolo
(0 Voti)

Un paese in fuga e non solo

Un saggio sociologico scritto da una sociologa. Un punto di vista diverso, concreto, meno idealista, alla ricerca dei problemi che attanagliano la società italiana e mondiale. Questo è “Un paese in fuga e non solo”, il nuovo libro di Maria Grazia Gemelli pubblicato dalla BookSprint Edizioni e disponibile sia nel classico formato dalla brossura cartacea sia nel formato elettronico dell’e-book.

Il libro è un viaggio nelle incomprensioni della società. La crisi economica, la crisi dei valori, la corruzione, le relazioni Stato-Mafia, le amministrazioni incompetenti, sono solo alcuni degli argomenti trattati e analizzati attraverso l'osservazione dell’autrice e di opere di sociologi ed economisti che hanno fatto la storia del nostro pianeta.

 

“Un paese in fuga e non solo” vuole indicare dei segni su come l’essere umano divide il Bene dal Male. È un’indagine sul senso del tragico specchio della condizione umana, per pensare in profondità. I crimini legali, le utopie e le distopie, la torre di Babele, la ricerca dell’anima, il principio di legalità, la concorrenza sleale della Mafia, il bisogno di trascendenza, la colpa e il karma, la Burocrazia, la meritocrazia, i privilegi e l’inefficienza, la Banca Etica, sono tutti fenomeni colti e rappresentati dall’autrice in compagnia delle pulsioni profonde che li attraversano. Un saggio scritto per i giovani che bombardati da informazioni e angosciati dal caos del mondo moderno non riescono a capire qual è la retta via da seguire. 

Maria Grazia Gemelli è scrittrice, saggista, sociologa ed esperta in psicologia aziendale. Ha condotto ricerche sulla condizione lavorativa nella società contemporanea e ha svolto attività di formazione psicosociale per quadri e dirigenti d’impresa. Già nota alla BookSprint Edizioni per aver pubblicato Pescando nel cinema - e se dio fosse femmina? (2010), Chi ha ucciso la gatta? Lo stato nemico (2010), Uno stato qualunque del Novecento (2013), Attento al numero dieci (2014), ha inoltre pubblicato altri saggi: Donna e lavoro (1989), Il lavoro nella scuola elementare (1989), Lavorare in ospedale (1990), Dai fatti alle parole (1993), Io lavoro (1944), Il senso del futuro, sentimenti politici dei giovani (1994), La metamorfosi del lavoro (1995), Ridefinizione del sentire politico di destra e di sinistra (2004).

Acquista il Libro sul nostro ecommerce

 

 

Mercoledì, 08 Luglio 2015 | di @BookSprint Edizioni

Lasciaun commento

 

Ultimi Commenti

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

I contenuti e i pareri espressi negli articoli sono da considerarsi opinioni personali degli autori che
non possono impegnare pertanto l’editore, mai e in alcun modo.

Le immagini a corredo degli articoli di questo blog sono riprese dall’archivio Fotolia.

 

BookSprint Edizioni © 2016 - Tel.: 0828 951799 - Fax: 0828 1896613 - P.Iva: 03533180653

La BookSprint Edizioni è associata alla AIE (Associazione Italiana Editori)