Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

BookSprint Edizioni Blog

01 Ott
Vota questo articolo
(0 Voti)

Il giardiniere solitario

Il protagonista del nuovo libro di Maria Grazia Gemelli è un uomo colto ed erudito che ha dedicato tutta la sua vita allo studio dei fenomeni naturali e alla botanica, fallendo però nella costruzione dei rapporti interpersonali. L’autrice, già conosciuta alla BookSprint Edizioni per le sue precedenti pubblicazioni, torna in libreria con “Il giardiniere solitario”, 148 pagine fruibili nella consueta duplice veste del libro cartaceo e dell’e-book.

La trama. Prospero Marisotto, integerrimo professore accademico, esperto antropologo e acclamato consulente di fenomeni ambientali e culturali nonché dilettante botanico, ha trascorso la sua intera esistenza relegato nella prigionia degli schemi del sapere accademico studiando e catalogando la realtà. Il suo mondo lo ha imprigionato però nelle spire di un egotismo che lo ha portato a valutare la realtà con i soli occhi della mente allontanandolo così anche il suo unico figlio, Tuccio.

Il libro, così come la vita reale, si basa sulla contrapposizione dei diversi aspetti del sapere: la conoscenza come accumulo di nozioni e verità conclamate e il perseguimento di istinti e slanci di puro soggettivismo nella delineazione di un proprio modello di pensiero che trascende da stereotipi o standard universali di intelligenza e moralità. Nelle pagine, il conflitto dell'uomo moderno con la natura rappresenta il Leitmotiv dell’intero romanzo intorno al quale ruotano le molte vicende e personaggi bizzarri.

Il professor Prospero è colto, gentile, disponibile attento al bene comune. È considerato anti accademico nel suo ambiente. Il figlio è erba cattiva, appartiene alla rumorosa babele superficiale di oggi che non permette alla verità di emergere. Ha l'attitudine alla protesta illogica e demolitiva; distrugge il padre senza alcun rimorso.

Maria Grazia Gemelli, vive a Roma ed è scrittrice, saggista, sociologa ed esperta in psicologia aziendale. Nata con la penna in mano, è una scrittrice prolifica di saggi e romanzi. Ha pubblicato con la BookSprint Edizioni: Pescando nel cinema - E se dio fosse femmina? (2010), Chi ha ucciso la gatta? Lo stato nemico (2010), Uno stato qualunque del Novecento(2013), Attento al numero dieci (2014), Un paese in fuga e non solo (2015). 

 

Acquista il Libro sul nostro ecommerce

 

 

Venerdì, 28 Ottobre 2016 | di @BookSprint Edizioni

Altro in questa categoria: « The King's Italy Un'altra vita »

Lasciaun commento

 

Ultimi Commenti

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

I contenuti e i pareri espressi negli articoli sono da considerarsi opinioni personali degli autori che
non possono impegnare pertanto l’editore, mai e in alcun modo.

Le immagini a corredo degli articoli di questo blog sono riprese dall’archivio Fotolia.

 

BookSprint Edizioni © 2016 - Tel.: 0828 951799 - Fax: 0828 1896613 - P.Iva: 03533180653

La BookSprint Edizioni è associata alla AIE (Associazione Italiana Editori)