Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Errore
  • JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 64

BookSprint Edizioni Blog

29 Gen
Vota questo articolo
(15 Voti)

Casa Sanremo Writers: Ecco i dieci finalisti

Tanti libri interessanti riconducibili a diversi generi, così com’è diversa la provenienza dei dieci finalisti di “Casa Sanremo Writers 2013”, concorso letterario che, quest’anno, vede la partecipazione attiva della nostra casa editrice, insieme a Gruppo Eventi.
Moltissime le opere in gara per altrettanti giurati, chiamati ad esprimersi su testi di autori emergenti e non, che si contenderanno la finale al Palafiori di Sanremo, dall’11 al 16 febbraio, nella splendida cornice di "Casa Sanremo".

Vi avevamo già svelato in precedenza due finalisti d’eccezione, due autori di casa BookSprint, vincitori entrambi del concorso “Vota il tuo libro preferito” che, dalla scorsa estate, ha coinvolto tantissimi utenti della Rete. Costoro, alla fine, hanno scelto di mandare in finale, a Sanremo, Eliseo Davì e il suo “Societas” (BookSprint 2011) insieme a Rossella Pescante e Katia Vellucci autrici di “Proteggersi con la difesa personale israeliana” (BookSprint 2012).
Un romanzo storico e un manuale, quindi, i testi scelti dal popolo del web, due generi che, invece, non si trovano nei lavori premiati dalla giuria popolare che, tra i molti testi editi, non ha mancato di gratificare opere mai pubblicate fino ad ora. Entrano a far parte, così, della rosa dei finalisti Silvana Roselli con il suo “L’eredità di Elisa” e Agostino Moschettino autore di “Fiore di loto”. Volendo, invece, analizzare le origini geografiche degli autori in finale, la regione più premiata risulta il Veneto con Celeste, pseudonimo dietro cui si cela l’autrice di “Resta con noi - Una storia vera” (F.lli Corradin editori), Thomas Sanson e le sue poesie di “Come in un romanzo”(Albatros 2010) e Sara Cestari, giovane firma di “Le voci del cuore” (BookSprint 2012). Amore, realismo, sofferenza gli argomenti più graditi alla giuria che, però, non ha disdegnato di ricompensare anche l’umorismo, come nel caso di “Su e giù per la storia” (BookSprint 2012), libro di satira storica scritto da Mario Nirta. E di storia sa anche “Liebesleid - Cuore Innamorato” (La Compagnia della Stampa Massetti Rodella Editori 2010) di Ileana Tudor, un testo che fonde passione per la musica e memoria delle persecuzioni razziali subite dagli ebrei. Di tutt’altro genere, invece, è il libro di Vincenzo Galati, il giallo intitolato “Lo strano mistero di Torre Mozza” (Onirica Edizioni 2010).
Completano il gruppo dei concorrenti al titolo di vincitore di “Casa Sanremo Writers 2013” il toscano Pietro Massimo Marchi, autore di “L'ultimo dei giorni terribili” (BookSprint 2012) e l’abruzzese Mario De Santis, che a Sanremo presenterà il racconto “L'angelo dai riccioli d’ oro” (BookSprint 2011).

Appuntamento al Palafiori di Sanremo, per saperne di più su questi dieci testi ma, soprattutto, per scoprire chi sarà, per il 2013, il vincitore assoluto di questo concorso nazionale, giunto alla sua quinta edizione.

 

 

 

 

 

 

 

Mercoledì, 30 Gennaio 2013 | di @

16 COMMENTI

  • Link al commento Orlindo Riccioni inviato da Orlindo Riccioni

    Penso che coloro che partecipano al concorso sono coloro che in genere tengono soltanto all'aspetto commerciale. Sarebbe molto utile che si potesse anche una idea all'aspetto culturale! molto spesso non si ha di curare questo aspetto. Sarebbe molto utile se coloro che sono i lettori dessero un punteggio a tale scopo.

    Giovedì, 20 Febbraio 2014 10:05
  • Link al commento Roberto Giorgi inviato da Roberto Giorgi

    Per quello di cui sono sicuro e posso esprimermi, è che pur essendo stato coinvolto nel sistema di scelta dei lavori, non ho avuto nessuna pressione sul mio lavoro da parte di Booksprint, anzi, si sono manifestati equidistanti e imparziali su ogni cosa, un indiscutibile comportamento da genltleman.

    Mercoledì, 20 Febbraio 2013 14:15
  • Link al commento Dilva Attolini inviato da Dilva Attolini

    Ho partecipato al concorso con un racconto favola "Piero sogna la Nazionale". Mi piacerebbe sapere, anche privatamente, se qualche lettore dei 300, lo ha apprezzato. Al concorso quanti libri editi o inediti hanno partecipato? Grazie. Complimenti ai finalisti.

    Lunedì, 11 Febbraio 2013 17:18
  • Link al commento Imelde Cassino Rosati inviato da Imelde Cassino Rosati

    Complimenti ai finalisti e potenziali vincitori del premio sanremese! E' gratificante per un autore constatare che il proprio lavoro viene apprezzato e posto in evidenza; solo così si è motivati a continuare su questa difficile strada. Ho pubblicato anch'io un romanzo con Booksprint " La casa dello specchio"; ho quasi completato un secondo racconto, che intendo pubblicare con la stessa casa, ma, onestamente, penso a volte che sia fatica sprecata...Tuttavia mi ripeto l'adagio:" Un autore di successo è soltanto uno che non ha mollato! " E' davvero così?

    Sabato, 09 Febbraio 2013 19:35
  • Link al commento Ufficio Stampa - BookSprint Edizioni inviato da Ufficio Stampa - BookSprint Edizioni

    @anna cibotti
    Salve Anna,
    in occasione di "Casa Sanremo", noi della BookSprint abbiamo dato vita a 2 concorsi:
    Il primo, "Vota il tuo libro preferito", aperto solo ai nostri autori, è stato pensato per il popolo del web e ai vincitori (nello specifico, Eliseo Davì e le autrici Pescante-Vellucci), che avrebbero ottenuto più voti, assicurava la partecipazione alla finale di “Casa Sanremo Writers”.
    Questi due libri sono arrivati in finale, insieme ad altri 10 che hanno inviato la propria opera a “Casa Sanremo Writers”. Le opere qui pervenute (inedite o edite anche da altre case editrici), invece, sono state lette da una giuria popolare composta da oltre 300 giurati, provenienti da tutta Italia.
    Quelli nell'articolo su riportati, quindi, sono i nomi di tutti i finalisti di "Casa Sanremo Writers", di cui 10 sono stati giudicati dalla nostra giuria e 2 dal popolp del web (che non si può dire non abbia letto il libro).
    Tra questi 12, infine, sarà fatta un'ulteriore selezione che porterà alla proclamazione del vincitore assoluto di "Casa Sanremo Writers" che si terrà a Sanremo, il 16 Febbraio prossimo.
    Come s'intuisce, quindi, il libro che vincerà sarà stato letto, poiché tutti quelli arrivati in finale lo saranno, compresi quelli che se la sono aggiudicata soltanto con i voti del web.

    Cordiali saluti
    Ufficio Stampa - BookSprint Edizioni

    Venerdì, 08 Febbraio 2013 15:02
  • Link al commento anna cibotti inviato da anna cibotti

    Spesso si vince per popolarità e non per merito. I voti sono stati chiesti ad amici e conoscenti e chi più ne ha, più voti rimedia. Non entro nel caso specifico del libro che ha vinto, non lo conosco e quindi non ho nulla da eccepire, ma si sa che un "mi piace" dato per cortesia non è l'espressione reale del tuo apprezzamento. Detto questo aggiungo che quando si crede nelle proprie possibilità non sono queste vincite virtuali a cui ambire.
    La Booksprint è da ringraziare e apprezzare per l'impegno e l'aiuto, ma mi chiedo in quanti abbiano letto il libro arrivato primo! Al suo autore comunque i miei personali complimenti e un sincero "in bocca al lupo"

    Venerdì, 08 Febbraio 2013 14:32
  • Link al commento Annamaria Gigante inviato da Annamaria Gigante

    Non capisco perché non riusciamo a "perdere" e dobbiamo mettere in cattiva luce una casa editrice che comunque ci ha dato la possibilità di editare un nostro elaborato, anche se non siamo nè un Faletti, né una Fallaci. Possibilmente su molti di noi la BookSprintEdzioni non ci guadagna proprio nulla, forse neanche noi, ma quante porte ci sono state sbattute in faccia da altre case editrici, magari più conosciute, ma molto più esigenti. Personalmente, anche se non ho vinto nulla sono arcicontenta di aver partecipato aad una avventura gratificante ed emozionante e per questo ringrazio sempre e comunque Vito e tutto lo staff

    Domenica, 03 Febbraio 2013 17:32
  • Link al commento Annamaria Gigante inviato da Annamaria Gigante

    Perché dobbiamo sempre pensare di essere i migliori e non riusciamo ad accettare la sconfitta? Essa serve a crescere, a farci maturare sopratutto nel campo della "scrittura". Se siamo meritevoli, al di la dei concorsi che sono dei "terni al lotto" saremo comunque apprezzati, magari nel tempo.Desiderare tutto e subito non può far parte di persone mature e responsabili e la casa editrice, se abbiamo voluto affidarle le nostre opere, già fa molto nel metterci in luce presso un vasto pubblico. Dobbiamo quindi ringraziare sempre chi ha creduto in noi e non lamentarci se non abbiamo vinto, ma cercare eventualmente di migliorarci sempre di più. Io personalmente continuo a dire grazie alla booksprintedizioni che mi ha dato l'opportunità di pubblicare tre miei libri. Cosa altro potrei ancora desiderare? Non sono una Fallaci e mi contento di quanto ho raggiunto fino ad oggi.

    Domenica, 03 Febbraio 2013 02:41
  • Link al commento Anonimo inviato da Anonimo

    Io credodo che la book sprint vada al meglio e che siamo tutti ragazzi in gamba!!!!!!!!!

    Venerdì, 01 Febbraio 2013 20:23
  • Link al commento Ufficio Stampa - BookSprint Edizioni inviato da Ufficio Stampa - BookSprint Edizioni

    Salve @Qualcuno che credeva nellonestà delle persone,
    “Vota il tuo libro preferito” è stato elaborato per dare la possibilità ai nostri autori di farsi pubblicità, facendosi votare da amici e parenti, invogliandoli al passaparola
    e a leggere il libro (come accade in tantissimi altri concorsi sviluppati sul web).

    I nostri tecnici, poi, dall’inizio alla fine del concorso, hanno vigilato su tutti i possibili ed eventuali comportamenti scorretti che potevano verificarsi.
    In questo modo, sono stati eliminati i voti generati da sistemi automatici, quelli provenienti dallo stesso indirizzo mail o, peggio, da mail fasulle e da altri “trucchetti informatici”.
    L’unica cosa su cui non abbiamo potuto vigilare è stata l’abilità dei vincitori di farsi votare da più persone possibili che, ricordiamo, non erano tenuti ad esprimere un giudizio qualitativo sul testo ma erano chiamate soltanto a dare una preferenza, riconducibile anche alla semplice conoscenza personale con l’autore.

    Lo spirito del concorso era quello che abbiamo descritto e tutti i nostri autori ne erano ben consapevoli, oltre a essere stati tempestivamente informati sulle modalità di votazione ecc.
    Pertanto, né noi, né tantomeno i vincitori possono essere tacciati di poca onestà, non credendo di essere stati poco rispettosi verso gli altri autori che non hanno vinto anche perché, come già sottolineato, la casa editrice non aveva nessun peso decisionale in questa competizione e si è limitata ad accogliere le preferenze espresse dal popolo del web.

    Coriali Saluti
    Ufficio Stampa – BookSprint Edizioni

    Giovedì, 31 Gennaio 2013 13:47
  • Link al commento Luigi Jadicicco inviato da Luigi Jadicicco

    A chi non piacerebbe vincere un concorso letteraio? E' la cosa più bella, ma anche la più difficile di tutta una luinga carriera di speranze. Ma, al di là dei concorsi, bisogna sempre cerredere in se stessi se si ha la frza demtro di sè di ritenerte di aver qualcosa d'importante e di significatvo da comunicare agli slytri: E proprio questa è la grande forza che fa il grande scrittore, a prescindere o meno da un concorso letterario.

    Giovedì, 31 Gennaio 2013 12:17
  • Link al commento Qualcuno che credeva nellonestà delle persone. inviato da Qualcuno che credeva nellonestà delle persone.

    Salve volevo avere sottolineare una precisazione in merito al concorso “Vota il tuo libro preferito”. Nel suddetto concorso e si sono verificati e riscontrati, come avete controllato e monitorato anche voi, molti voti fittizi assegnati al libro “Proteggersi con la difesa personale israeliana” (BookSprint 2012) . Non mi sembra dunque un comportamento corretto. Questo di certo non vi fa onore. Il libro più votato deve essere il più votato dai lettori,dalle persone e non con semplici "trucchetti" informatici. La vostra classifica era ricolma di autori certamente più meritevoli ed onesti. Tutto ciò non è ammissibile per il rispetto di tutti gli autori che hanno deciso di pubblicare con voi.

    Cordiali Saluti

    Mercoledì, 30 Gennaio 2013 20:57
  • Link al commento Ufficio Stampa - BookSprint Edizioni inviato da Ufficio Stampa - BookSprint Edizioni

    @giovanna livraghi
    Il suddetto articolo è stato già aggiornato con i nominativi dei finalisti definitvi.

    Mercoledì, 30 Gennaio 2013 16:38
  • Link al commento giovanna livraghi inviato da giovanna livraghi

    Come faccio a sapere il nome dei due scelti??

    Mercoledì, 30 Gennaio 2013 15:52
  • Link al commento Vito Pacelli - Editore inviato da Vito Pacelli - Editore

    Salve ci tengo a precisare quanto segue.
    Al concorso hanno partecipato, gratuitamente, ben 410 opere, divise tra edite e inedite.
    Dietro questi lavori inscritti alla selezione ci sono 390 autori, di cui solo la metà ha già pubblicato con la mia casa editrice.

    Affidandomi alla matematica che, com’è noto, non è un’opinione, tengo a precisare quanto segue:
    al momento, nel nostro catalogo, abbiamo poco meno di 1.950 per oltre 1.100 autori; di questi oltre 1000 autori, solo il 18% si è iscritto al nostro concorso (che, Le ricordo, era gratuito ed aperto a tutti).
    In sintesi, quindi, solo il 12,5% dei titoli del nostro catalogo ha partecipato alla selezione ma, com'è intuibile, questa esigua porzione del nostro catalogo, rappresentava quasi la metà degli autori iscritti, ragion per cui non è poi così improbabile che alcuni nostri autori risultassero tra i finalisti di "Casa Sanremo Writers".

    Unica ammenda da parte nostra, di cui, però, avevamo già preso coscienza nella giornata di ieri, è l’errata indicazione di due dei nostri titoli che presenzieranno al Concorso (“Societas” di Eliseo Davi e “Proteggersi con la difesa personale israeliana” di Rossella Pescante e Katia Vellucci) non perché giudicati dalla giuria popolare, ma perché risultanti vincitori da un Concorso interno alla casa editrice ("Vota il tuo libro preferito"), che metteva in palio proprio la presenza a "Casa Sanremo Writers".

    Per questi motivi, colgo l'occasione per anticipare che stiamo già procedendo ad un ripescaggio tra i titoli più votati dai nostri giurati e che, nella giornata odierna, annunceremo gli ulteriori due finalisti.

    Cordialmente
    Vito Pacelli

    Mercoledì, 30 Gennaio 2013 13:04
  • Link al commento immaginavo loso inviato da immaginavo loso

    Guarda caso sono quasi tutti pubblicati da voi

    Martedì, 29 Gennaio 2013 15:44

Lasciaun commento

 

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

I contenuti e i pareri espressi negli articoli sono da considerarsi opinioni personali degli autori che
non possono impegnare pertanto l’editore, mai e in alcun modo.

Le immagini a corredo degli articoli di questo blog sono riprese dall’archivio Fotolia.

 

BookSprint Edizioni © 2016 - Tel.: 0828 951799 - Fax: 0828 1896613 - P.Iva: 03533180653

La BookSprint Edizioni è associata alla AIE (Associazione Italiana Editori)