Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

BookSprint Edizioni Blog

Mercoledì, 31 Agosto 2016 17:00

Intervista all'autore - Werther Pattuelli

1. Ci parli un po' di Lei, della Sua vita. Da dove viene? Come e quando ha deciso di diventare scrittore? Non è certamente mia intenzione diventare scrittore. È stato solo un desiderio forse inconscio di mettere per iscritto i miei pensieri. Le mie origini non sono assolutamente letterarie. Sono Geometra, ha svolto questa professione da sempre in una piccola cittadina (Bagnacavallo) in provincia di Ravenna e la mia attività si è sviluppata in questo settore. Le mie origini familiari sono modeste e la formazione me la sono guadagnata leggendo e studiando. 2. Nell’arco della giornata qual è il momento che dedica alla scrittura? I momenti che riesco a strappare al mio lavoro li dedico alla scrittura ma non in modo continuativo in quanto per me la scrittura è un momento di ispirazione che va catturato nel momento in cui arriva. Anche la notte è un buon momento per scrivere. Da solo, coi tuoi pensieri. È strano come la notte siano diversi dal giorno!
Mercoledì, 31 Agosto 2016 10:42

Intervista all'autore - Fernando Zanni

1. Ci parli un po' di Lei, della Sua vita. Da dove viene? Come e quando ha deciso di diventare scrittore? La mia attività professionale è stata - orafo modellista di gioielli, nella quale ho potuto potenziare delle qualità interiori come, la pazienza, fede, responsabilità, coraggio e visone del lavoro ancora da realizzare. Ho viaggiato molto in tutto il mondo, maggiormente in India, dove ho soggiornato lunghi periodi di apprendimento umanistico e spirituale. Mi sono reso conto negli anni, che ho coltivato la pratica di descrivere ogni esperienza vissuta e così ho anche capito che le mie riflessioni potevano essere condivise perché ricche di valori individuali e forse anche sociali. Con profonda modestia, vorrei che le persone leggessero i miei pensieri sotto forma di racconti e romanzi per riflettere sulla grande forza che si trae dalla lettura.
Martedì, 30 Agosto 2016 11:04

Intervista all'autore - Sabrina Chiappetta

1. Che cos’è per Lei scrivere, quali emozioni prova? Scrivere è sicuramente una terapia poiché permette di entrare nella nostra identità individualistica per il tema da trattare e ci dà la possibilità di esternare le nostre emozioni sia negative che positive. Scrivere permette di analizzarci facendoci conoscere nuovi aspetti relativamente alla nostra personalità. In questo modo possiamo fare un'autoanalisi con la conseguenza di migliore solo noi stessi e possiamo apprendere realmente nuove emozioni che vissute in prima persona possono portare ad assumere atteggiamenti concreti per il nostro benessere e dell'umanità esternando la parte positiva a volte anche innata e ignorata. In questo modo, scrivendo, si condivide cosa siamo e cosa vogliamo con il mondo che ci circonda. Per le emozioni che si provano sono sicuramente su una scala di valori molto alta poiché si scrive con smisurata emozione. E tutto questo è meraviglioso perché si cerca di migliorare noi stessi aiutando anche chi ci legge facendo interpretare i nostri concetti per un futuro migliore.
Lunedì, 29 Agosto 2016 14:59

Intervista all'autore - Massimo Distilo

1. Parliamo un po’ di Lei, dove è nato e cresciuto? Sono nato e cresciuto in un piccolo paese della Calabria, Galatro Terme. Ho studiato musica e in particolare il pianoforte fin da piccolo. Ho poi approfondito la musicologia. Il libro è dunque correlato con questi miei interessi. 2. Che libro consiglierebbe di leggere ad un adolescente? Un bel libro di storia dell'arte, con tante immagini di opere d'arte degli ultimi due secoli.
Lunedì, 29 Agosto 2016 12:45

Intervista all'autore - Giulia Sanna

1. Ci parli un po' di Lei, della Sua vita. Da dove viene? Come e quando ha deciso di diventare scrittore? Vivo a Ciampino, una piccola città poco lontana da Roma e sono al quarto anno di scuola superiore. Ho scelto come indirizzo scolastico il commerciale, perché il mio obiettivo è quello di frequentare la facoltà di Giurisprudenza e diventare avvocato. Amo molto anche il mondo del cinema e spero davvero di poter avere un ruolo che ne faccia parte, un giorno. Sono una persona molto semplice e tenace, ed è stato proprio questo a portarmi al raggiungimento del mio obiettivo: quello di vedere tutta la mia fantasia e l'insegnamento che voglio dare con il mio libro, nelle mani di qualcuno. L'idea di diventare scrittrice non mi era mai passata per la mente, nonostante abbia sempre amato scrivere, ma una volta che ho iniziato ad esprimermi in una sola riga, pian piano sono arrivata a scriverne migliaia.
Lunedì, 29 Agosto 2016 11:28

Intervista all'autore - Erika Borasco

1. Ci parli un po' di Lei, della Sua vita. Da dove viene? Come e quando ha deciso di diventare scrittore? Io sono nata a Legnago, un paese in provincia di Verona. Ho 38 anni e lavoro come operaia in una ditta di elettronica. Non ho svolto lavori conformi agli studi di lingue che ho fatto. In realtà non è stata una decisione scrivere, ma qualcosa di spontaneo. 2. Nell’arco della giornata qual è il momento che dedica alla scrittura? Scrivo quando sono ispirata, può capitare in qualsiasi momento della giornata, non ce n'è uno in particolare.
Venerdì, 26 Agosto 2016 10:24

Intervista all'autore - Vincenzo Gasparro

1. Ci parli un po' di Lei, della Sua vita. Da dove viene? Come e quando ha deciso di diventare scrittore? La mia vita è stata caratterizzata dalla banalità più disarmante, tra doveri familiari,scolastici e impegni politico-sindacali. Sono stato per oltre 40 anni maestro, educato alla scuola di don Bosco, don Milani e Mario Lodi e per questo considero l'educazione un mezzo di riscatto per gli ultimi e i diversi. Vivo in uno splendido paese della Bassa Murgia, Ceglie Messapica, nel cuore della Messapia che declina nella pianura salentina.
Sabato, 20 Agosto 2016 14:59

Intervista all'autore - Rino Dal Farra

1. Ci parli un po' di Lei, della Sua vita. Da dove viene? Come e quando ha deciso di diventare scrittore? Ho fatto 18 mesi di "naia" a Roma. Data la miseria nera che c'era allora (1958) sono andato in Svizzera dove sono rimasto 35 anni. Raggiunta l'età della pensione, sono ritornato alle origini, per nostalgia delle mie montagne e della mia gente. Sono della provincia di Belluno, Conca dell'Alpago. Fin dalle superiori mi è sempre piaciuto scrivere. Dovendo lavorare per mantenere la famiglia, ho dovuto aspettare l'età della pensione. Adesso mi godo la tranquillità! 2. Nell’arco della giornata qual è il momento che dedica alla scrittura? Mattino, dalle 10 a mezzogiorno; "ampliamenti" e correzioni in qualsiasi momento; quando mi viene l'idea avendo sempre in testa ciò che ho scritto prima.
Sabato, 20 Agosto 2016 12:09

Intervista all'autore - Carlo Bramanti

1. Parliamo un po’ di Lei, dove è nato e cresciuto? Sono nato e cresciuto ad Augusta, in provincia di Siracusa, un comune di circa quarantamila abitanti. I miei inverni li ho trascorsi in città; in estate, invece, mi spostavo con la famiglia per andare in campagna e godermi il mio giardino e i miei gatti. La solitudine, nella quiete della campagna, ha qualcosa di magico. Aiuta a riscoprirsi, a non dare tutto per scontato. Ogni singolo istante può diventare un viaggio, un angolo in cui trasformare i silenzi in gioie da condividere, attraverso la scrittura o il disegno.
Sabato, 20 Agosto 2016 10:40

Intervista all'autore - Enrica d'Alò

1. Che cos’è per Lei scrivere, quali emozioni prova? Scrivere è una parte di me, come suonare. Già da piccola disegnavo piccole story board, o fumetti. Scrivere racchiude la vita passata e presente, ogni scritto rappresenta un'emozione diversa, e alcuni derivano dalla quotidianità. 2. Quanto della sua vita reale è presente in questo libro? Questo libro deriva dalla tesi della mia seconda laurea: vi sono le ricerche scientifiche studiate all'università, con anche le esperienze fatte durante i tirocini sia universitari che non. Molto mi è stato dato dall'esperienza vissuta con una compagnia amatoriale teatrale, sembra strano, ma è così. É un ragazzo con un piccolo sogno molto reale: Rendere umana la sua città. La compagnia si chiama “Dreamers”, di Afragola. Qui ho imparato cosa significa collaborazione, ma anche saper ascoltare.

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

I contenuti e i pareri espressi negli articoli sono da considerarsi opinioni personali degli autori che
non possono impegnare pertanto l’editore, mai e in alcun modo.

Le immagini a corredo degli articoli di questo blog sono riprese dall’archivio Fotolia.

 

BookSprint Edizioni © 2016 - Tel.: 0828 951799 - Fax: 0828 1896613 - P.Iva: 03533180653

La BookSprint Edizioni è associata alla AIE (Associazione Italiana Editori)