Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

BookSprint Edizioni Blog

Martedì, 14 Marzo 2017 10:22

Intervista all'autore - Giuseppe Curia

1. Che cos’è per Lei scrivere, quali emozioni prova? Mi fa rimanere intellettualmente e spiritualmente vivo e nel particolare di questo libro, mi ricorda la mia giovinezza e tutte le cose, belle e meno belle, intensamente vissute. 2. Quanto della sua vita reale è presente in questo libro? Il libro tratta una parte del mio vissuto ma della mia vita attuale c'è ben poco poiché mi sento inaridito dalle vicissitudini che mi hanno in qualche modo intrappolato. 3. Riassuma in poche parole cosa ha significato per Lei scrivere quest’opera. È stato in primis un modo per sopravvivere lì, chiuso in cella, ma l'ho scritto anche con la speranza di comunicare ad altri gioia di vivere e di tolleranza verso tutti i popoli della Terra.
Lunedì, 13 Marzo 2017 10:40

Intervista all'autore - Grazia Barbagallo

1. Che cos’è per Lei scrivere, quali emozioni prova? Scrivere per me è quasi una cosa automatica. Se la mia mente è libera da altri pensieri, da un piccolo spunto la mia mano può partire a scrivere su un foglio bianco con molta facilità. La tastiera mi è amica ma meno della vecchia cara penna. L'effetto che su di me ha la scrittura, è particolarmente rilassante ed emozionante. Cerco, quando scrivo, di sviscerare al meglio il mio stato d'animo o quello dei personaggi da cui traggo spunto e di farli vivere attraverso le parole. 2. Quanto della sua vita reale è presente in questo libro? C'è molto della mia vita reale diciamo un settanta per cento.
Sabato, 11 Marzo 2017 11:28

Intervista all'autore - Mario Federzoni

1. Parliamo un po’ di Lei, dove è nato e cresciuto? Sono nato a Modena, in una famiglia di commercianti di vini e prodotti alimentari. 2. Che libro consiglierebbe di leggere ad un adolescente? I libri di Giulio Verne o i libri di Wilbour Smith per le avventure; “Il dizionario filosofico” di Voltaire per ragionare con la propria testa; un bel libro sull'argomento che più interessa loro. 3. Cosa pensa della progressiva perdita del libro cartaceo a favore dell’ e-book? Purtroppo la cosa è figlia del nostro tempo!
Venerdì, 10 Marzo 2017 12:55

Intervista all'autore - Raffaele Mancuso

1. Ci parli un po' di Lei, della Sua vita. Da dove viene? Come e quando ha deciso di diventare scrittore? Gentile Vito, Cari Tutti, Da studente di Giurisprudenza ho sempre avuto una particolare passione per il mondo del diritto. Da Siciliano una passione per la giustizia nel senso più lato e profondo. Per questo da studente e da studioso mi sono cimentato nell'impresa dello scrivere sul mondo del diritto. 2. Nell’arco della giornata qual è il momento che dedica alla scrittura? Non ho un particolare momento della giornata, piuttosto particolari momenti d'ispirazione.
Venerdì, 10 Marzo 2017 10:51

Intervista all'autore - Marco Mitidieri

1. Che cos’è per Lei scrivere, quali emozioni prova? Dipende molto da ciò che ho intenzione di scrivere. In breve direi che è un'operazione taumaturgica, un atto di psicomagia. È la trasformazione di un vissuto, più o meno reale, dal concetto alla forma. Più che a un'emozione penserei a un vero e proprio stato di illuminazione. 2. Quanto della sua vita reale è presente in questo libro? Molto, forse tutto.
1. Che cos’è per Lei scrivere, quali emozioni prova? Scrivere per me è uno sfogo spesse volte furente. Mi permette di manifestare pensieri e sentimenti che si agitano dentro di me. Scrivere è come vivere esperienze entusiasmanti. 2. Quanto della sua vita reale è presente in questo libro? Il libro è frutto della mia fantasia, non ci sono riferimenti alla mia vita reale.
Mercoledì, 08 Marzo 2017 16:51

Intervista all'autore - Claudio Rugiero

1. Parliamo un po’ di Lei, dove è nato e cresciuto? Sono nato a Napoli e cresciuto a Casoria, un paesino in provincia. Dopo la maturità classica, mi sono trasferito a Torino, dove ho studiato prima DAMS e poi Filmmaking alla Scuola Holden. Nel frattempo, ho seguito anche seminari di critica e ho iniziato a collaborare con quattro webzine. 2. Che libro consiglierebbe di leggere ad un adolescente? Credo nel colpo di fulmine tra il lettore che si aggira tra gli scaffali di una libreria e il libro stesso, quindi non ne consiglierei nessuno.
Mercoledì, 08 Marzo 2017 11:20

Intervista all'autore - Marissa Chiodini

1. Che cos’è per Lei scrivere, quali emozioni prova? Scrivere è rendere fruibile un pensiero. Sento una grandissima Libertà, è il momento più libero di vita che mi rende viva nell'universo. 2. Quanto della sua vita reale è presente in questo libro? Esperienza vissuta e soprattutto sentita in un momento del mio lavoro-assistenza. Mi sono fermata a pensare, dopo aver constatato grande malessere negli ospiti di strutture chiamate Case di Riposo. Io mi sono trovata di fronte a un momento di grande intensità- dolore della nostra vita. Ho solo cercato di parlare e riportare nel mio scritto i malesseri e soprattutto il grande tabù della morte; nessuno di noi ha compreso questo passaggio.
Mercoledì, 08 Marzo 2017 10:15

Intervista all'autore - Youssef El Hirnou

1. Ci parli un po' di Lei, della Sua vita. Da dove viene? Come e quando ha deciso di diventare scrittore? Mi chiamo Youssef e sono nato a Khouribga, una piccola città del Marocco; quando avevo tre mesi i miei portarono i miei fratelli e me qui in Italia. Sono un operaio metalmeccanico e l'idea del libro nasce dal contrasto che mi trovavo a vivere principalmente a casa mia per poi sfociare in tutti i luoghi o ambiti di una vita normale. La frustrazione mi ha spinto a scrivere a me stesso, nessuno mi ha dato la possibilità di raccontare chi sono o forse chi siamo, dunque ho preso la decisione di scrivere per lasciare traccia di ciò che è successo, per prendere una rivincita contro chi non si è mai degnato di chiedermi chi sono.
Martedì, 07 Marzo 2017 16:24

Intervista all'autore - Alessandra Cortese

1. Che cos’è per Lei scrivere, quali emozioni prova? Sono cresciuta a pane e libri, dunque, per me, scrivere è il companatico. Da bambina, fra favole, racconti e romanzi, lessi il Piccolo Principe, mi piacque molto, ma riuscii ad apprezzare davvero la sua essenza con il trascorrere del tempo, emozionandomi. E che cosa c'è di più bello, del provare emozione? Un moto dell'animo che non si può descrivere, ma vivere! E che cosa c'è di più bello, del creare emozioni? E alé, carta, penna e calamaio, si fa per dire, e attingere a tutto ciò che sento a fior di pelle.

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

I contenuti e i pareri espressi negli articoli sono da considerarsi opinioni personali degli autori che
non possono impegnare pertanto l’editore, mai e in alcun modo.

Le immagini a corredo degli articoli di questo blog sono riprese dall’archivio Fotolia.

 

BookSprint Edizioni © 2016 - Tel.: 0828 951799 - Fax: 0828 1896613 - P.Iva: 03533180653

La BookSprint Edizioni è associata alla AIE (Associazione Italiana Editori)