Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Errore
  • JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 74

BookSprint Edizioni Blog

29 Apr
Vota questo articolo
(0 Voti)

La storia dimenticata del Cardinale Antonio Panciera

Cardinale Antonio Dei Conti Panciera Di Zoppola (1350-1431)” (BookSprint Edizioni, 84 pagine, versione ebook disponibile) è un saggio sulla vita e sull'opera del cardinale Antonio Panciera. Vissuto fra Trecento e Quattrocento ricoprì nella sua vita ruoli chiave nella storia della Chiesa.

Fu prima Vescovo di Concordia, poi Patriarca di Aquileia ed infine Segretario del Papa. Quale che fosse il proprio ruolo, il segno che veniva a galla fu sempre la personalità e la capacità di un uomo di Chiesa in grado di muoversi in contesti storici e politici turbolenti, come ad esempio il Concilio di Costanza, vivendo e agendo su teatri di cambiamento epocali per la chiesa, come ad esempio il periodo della scissione fra Chiesa d’oriente e d’occidente. Quella del Cardinale Antonio Panciera fu una figura capace di opporsi a quella parte della Chiesa ben lontana dai princìpi religiosi e dedita esclusivamente a comportamenti immorali e politiche secolari miopi. Partendo dal lavoro di un illustre storico della Chiesa, Monsignore Pio Paschini, e del dott. Francesco Panciera, Matteo Candido vuole dare luce ad un uomo dimenticato imperdonabilmente dalla storia nonostante l’importanza dei ruoli che ricoprire e la peculiarità della sua rettitudine.  

 

Matteo Candido nasce Carnia (Friuli) e compie i suoi studi a Pordenone. Molto importante per lui fu la vita della comunità di Zoppola (in provincia di Pordenone) dove trovò tante persone dal carattere singolare e piene di risorse. Di alcuni di questi decise di tracciare la storia soprattutto quando con il proprio “… animo e le opere furono così singolari e rimasero tanto vive nella mente della popolazione che era impossibile non tramandarne il ricordo. Specialmente quando il pensiero e l’azione appaiono in una sintesi che può essere un modello e uno stimolo per i giovani, oggi sempre meno in condizione di assistere a stili di vita da condividere.” Così scrisse, nonostante gli impegni nella polita e nel volontariato internazionale, vari “libretti”, ricordando il maestro Pierobon ad esempio, compositore e organista parrocchiale con due opere intitolate “La Corale di Zoppola del Maestro Comm. Giuseppe Pierobon” e “Il Maestro Pierobon e il Movimento Apostolico Ciechi”, altra opera è stata la biografia del Mons. Amadio Maurizio nell’opera intitolata “Mons. Amadio Maurizio 1903-1999”, fino a giungere alle sue due opere di più ampio respiro; “Augusto Del Noce – Spina nella cultura” (BookSprint Edizioni, 45 pagine, versione ebook disponibile) e naturalmente “Cardinale Antonio Dei Conti Panciera Di Zoppola (1350-1431)”.  

Matteo Candido, scrive delle persone, per scrivere degli avvenimenti, delle cose del mondo, e cerca quelle personalità che non solo possano aver ricoperto un importante ruolo nel contesto di una comunità più o meno ampia, ma che siano state in grado di portare anche un contributo morale a chi le ha conosciute, in grado di portarlo anche a chi ne leggerà. Esemplare di questo modo di vedere il mondo e di questa incrollabile fiducia nell’umanità è la dedica al suo ultimo libro: “A chi non si limita a deprecare il male, ma anche s’impegna affinché nella società subentri il bene.” 

Acquista il Libro sul nostro ecommerce

 

 

Martedì, 29 Aprile 2014 | di @

2 COMMENTI

  • Link al commento matteo candido inviato da matteo candido

    A chi si interessa di storia, specie se universitario, l'azione del Card. Panciera al Concilio di Costanza è un punto da sviscerare. L'apporto dato da lui, grazie alla sua esperienza in segreteria vaticana, per la soluzione dello scisma, che vide tre papi nella Chiesa d'Occidente, potrebbe apparire dalla consultazione degli Atti di quel Concilio, che però mi pare non siano ancora apparsi in lingua italiana.
    Matteo Candido

    Venerdì, 30 Maggio 2014 09:38
  • Link al commento Matteo Candido inviato da Matteo Candido

    Suggerirei a qualcuno degli oltre cento lettori che hanno preso visione del testo, una ricerca sul pensiero del Card. Panciera, servendosi dei suoi scritti, raccolti nel preziono Codice Pancierino depositato presso la Biblioteca Guarneriana di S.Daniele del Friuli.
    Matteo Candido

    Giovedì, 29 Maggio 2014 09:08

Lasciaun commento

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

I contenuti e i pareri espressi negli articoli sono da considerarsi opinioni personali degli autori che
non possono impegnare pertanto l’editore, mai e in alcun modo.

Le immagini a corredo degli articoli di questo blog sono riprese dall’archivio Fotolia.

 

BookSprint Edizioni © 2016 - Tel.: 0828 951799 - Fax: 0828 1896613 - P.Iva: 03533180653

La BookSprint Edizioni è associata alla AIE (Associazione Italiana Editori)