Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

BookSprint Edizioni Blog

03 Gen
Vota questo articolo
(0 Voti)

L’uomo dai tre borselli

Ormai avvezzo alla pubblicazione delle sue creature letterarie con la BookSprint Edizioni, Mario Serena affida alla casa editrice salernitana il suo ultimo romanzo.
Persona dal vissuto dinamico e ricco di interessanti esperienze, Mario oggi si concede la definizione di fantasista, e con l’umiltà di pochi rifugge la connotazione di scrittore.
“L’uomo dai tre borselli” (204 pagine disponibili in formato cartaceo e digitale) è un noir che tiene incollato il lettore alle pagine del libro.

 

Il protagonista è Antonio, un uomo il cui passato affonda nel buio torbido della guerra in Vietnam; è lì che Antonio ha conosciuto uno dei lati più profondi del dolore umano e quali ferite, a livello psicologico e fisico, possa causare la ferocia della guerra.
 
Un passato quindi non facile da scrollarsi di dosso, nonostante lo sforzo sincero di immergersi nuovamente nel mare della normalità. Il destino purtroppo ha però in serbo per lui un altro progetto e, vittima della sua impulsività, Antonio si troverà prigioniero presso un carcere di massima sicurezza. In una continua sovrapposizione di piani cronologici, la lettura scorre velocemente, in bilico tra passato e presente.
«Devo trovare un varco, ma il prato è circondato da un muro alto almeno due metri, con la ferita al braccio è impensabile che cerchi di scaval-care, devo trovare un’uscita forse un cancello carraio, sul lato destro c’è un laghetto, mi dirigo in quella direzione se trovo un rigagnolo che sfocia fuori sono salvo, non mi prenderanno posso restare sommerso anche tre minuti e raggiungere uno sfogo esterno.»

Nel suo gioco delle parti il protagonista assume, ad un certo punto del romanzo, il ruolo di esponente di una giustizia basata su norme non scritte, non codificata da nessuna legge e assai lontana dal potere ufficialmente riconosciuto. Diventa quindi difficile, nell’intricato groviglio dei fatti, distinguere il filo dell’onestà da quello della scorrettezza, e diventa ancora più complicato se la mano criminale agisce come appendice di chi si trova ai massimi livelli del potere.
La trama coinvolgente, i ripetuti flashback e le suggestive atmosfere del romanzo catturano il lettore che, spinto al termine da un ritmo incalzante, trova il parallelo tra fatti narrati e realtĂ  attuale

Mario Serena è nato a Napoli e ha vissuto in quasi tutte le regioni d’Italia. Per BookSprint Edizioni ha già pubblicato “Io c’ero” (228 pagine, ebook disponibile), uscito nel 2011.

Acquista il Libro sul nostro ecommerce

 

 


Lasciaun commento

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicitĂ .
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

I contenuti e i pareri espressi negli articoli sono da considerarsi opinioni personali degli autori che
non possono impegnare pertanto l’editore, mai e in alcun modo.

Le immagini a corredo degli articoli di questo blog sono riprese dall’archivio Fotolia.

 

BookSprint Edizioni © 2016 - Tel.: 0828 951799 - Fax: 0828 1896613 - P.Iva: 03533180653

La BookSprint Edizioni è associata alla AIE (Associazione Italiana Editori)