Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

BookSprint Edizioni Blog

24 Feb
Vota questo articolo
(0 Voti)

Intervista all'autore - Mario Serena

1. Che cos’è per Lei scrivere, quali emozioni prova?

Non è sicuramente un impegno, ma un momento di riflessione, di ricordi. Veder nascere un racconto è come crescere un figlio, lo vedi dai primi passi, dalle prime parole, e giorno dopo giorno lo accompagni nella sua vita futura. E quando finalmente riesci a concretizzarlo sei felice per lui. Non lo abbandoni, anzi lo riprendi, lo coccoli, e pensi al prossimo.



2. Quanto della sua vita reale è presente in questo libro?

Quasi nulla, soltanto una breve parentesi da ragazzo, quando lavorai come apprendista in un’officina.




3. Riassuma in poche parole cosa ha significato per Lei scrivere quest’opera.

È stata una sfida non ci credevo, avevo solo il titolo in testa, ma nessuna idea.



4. La scelta del titolo è stata semplice o ha combattuto con se stesso per deciderlo tra varie alternative?

Nessun combattimento era l'unica cosa certa.



5. In un’ipotetica isola deserta, quale libro vorrebbe con sé? O quale scrittore? Perché?

“Guerra e Pace”, che non sono riuscito a leggere. Potrebbe essere finalmente vincere la sfida. I miei scrittori preferiti? Tutti.



6. E-book o cartaceo?

Sicuramente cartaceo. Mi piace guardare la mia libreria, soffermarmi sui libri e scegliere il prossimo da sfogliare.



7. Quando e perché ha deciso di intraprendere la carriera di scrittore?

Parola grossa "scrittore" mi farei prendere in giro almeno dai miei figli, che guardano questa mia passione con superficialità.



8. Come nasce l’idea di questo libro? Ci racconterebbe un aneddoto legato alla scrittura di questo romanzo?

Come ogni anno dopo l'Epifania si ascoltano i commenti dei delusi che speravano in una vincita. Ecco come è nata l'idea, ascoltavo un collega che aveva riposto ogni speranza proprio in una vincita per risolvere un grave problema familiare.



9. Cosa si prova a vedere il proprio lavoro prendere corpo e diventare un libro?

Sicuramente è un'emozione. Speri sempre che l'ultimo lavoro raggiunga il successo. Per poter dire ce l’ho fatta!



10. Chi è stata la prima persona che ha letto il suo libro?

E chi potrebbe essere se non l' anima gemella che condivide le tue passioni? La donna che ha dedicato la sua vita alla famiglia e che oggi che siamo rimasti soli, si dedica alla mia persona.



11. Cosa ne pensa della nuova frontiera rappresentata dall’audiolibro?

Non conosco bene questa nuova frontiera e mi riprometto di aggiornarmi.  


 

Acquista il Libro sul nostro ecommerce

 

 


Lasciaun commento

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

I contenuti e i pareri espressi negli articoli sono da considerarsi opinioni personali degli autori che
non possono impegnare pertanto l’editore, mai e in alcun modo.

Le immagini a corredo degli articoli di questo blog sono riprese dall’archivio Fotolia.

 

BookSprint Edizioni © 2016 - Tel.: 0828 951799 - Fax: 0828 1896613 - P.Iva: 03533180653

La BookSprint Edizioni è associata alla AIE (Associazione Italiana Editori)