Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

BookSprint Edizioni Blog

04 Dic
Vota questo articolo
(0 Voti)

Le strade bianche

Carlo Angelone fa propria la dolcezza dei prodotti tipici della sua città e la riversa nelle 142 pagine del suo libro. Affidato alla pubblicazione della casa editrice BookSprint Edizioni, in versione cartacea e digitale, il testo “Le strade bianche” catapulta il lettore nella difficile dimensione degli anni della guerra quando, nel lontano ’43, durante un bombardamento alleato ben sette componenti della sua famiglia muoiono sotto i colpi delle bombe.

 

È un evento luttuoso a segnare per sempre la vita del protagonista del romanzo che narra i fatti in prima persona. Il trauma si insinua nella mente e nel cuore del bambino testimone della tragedia, e il trascorrere del tempo non cancella la crudele immagine di morte che si imprime indelebilmente nei suoi occhi. «Tutti si raggrupparono, tremando, dentro il corso d’acqua che scorreva verso la fer-rovia. Il rumore degli aerei si faceva più forte e rabbioso. Con boati assordanti caddero le prime bombe sulla vicina stazione ferroviaria. Le donne incominciarono a strillare e a pregare, i bambini a tremare In un crescendo di suoni e di ombre che oscurano il cielo la sciagura si avvicina alle limpide e genuine vite degli uomini di campagna. Qui, tra la fratellanza dell’organizzazione comunitaria della famiglia patriarcale, trascorreva tranquilla la vita della sua famiglia. Il dolore spezza ma non annienta il piccolo testimone che, con coraggio e tanta forza, cercherà di superare, talvolta con esito poco felice, la forte frattura emotiva, i cui sintomi cominciano presto a manifestarsi. Ma la caparbietà è grande ed il bambino diventa un ragazzo assetato di conoscenza e soprattutto di vita.

La lettura diventerà il suo rifugio, strumento di evasione nelle vite dei personaggi che animano le letture occasionali, tanto da diventare egli stesso, ormai adulto, scrittore. Se nell’esercizio della lettura ha tratto occasione di analisi e di difesa dalla mostruosità della paura, è nell’esercizio della scrittura che trova modo di dare parola alla memoria. Carlo, nella doppia veste di protagonista e scrittore del romanzo, con un affettuoso lirismo recupera la bellezza della vita tra i monti d’Abruzzo. Utilizzando un riferimento dell’importante filosofo della sua terra, Giuseppe Capograssi, si sofferma con dolcezza nella descrizione delle campagne abruzzesi, un tempo animate dal vociare degli uomini impegnati nei lavori nei campi e popolate dalla numerose famiglie contadine.

Se Carlo Angeloni trova nella scrittura la sua ancora di salvezza, il lettore trova nella prosa lirica del suo romanzo la sincera confessione di un uomo che, attraverso la rievocazione del passato, consente di capire il dramma di tutti quelli, la maggior parte, che della guerra  ne subiscono il peso.

Acquista il Libro sul nostro ecommerce

 

 

Giovedì, 05 Dicembre 2013 | di @Damiana Perrella

1 COMMENTO

  • Link al commento Enea Di Ianni inviato da Enea Di Ianni

    Conosco visivamente l'autore, ma non sapevo della sua pubblicazione.Intanto mi congratulo con lui per aver dato a noi, suoi conterranei e concittadini, una immagine in più di un vissutoe passato che abbiamo, con troppa facilità, accantonato per lasciarci andare nelle illusioni di un presente che non gestiamo più. Mi piacerebbe leggere il libro ed essere autorizzato dall'autore e dall'editore a tradurlo in "audiolibro" per renderne possibile la conoscenza ai non vedenti ma anche a tanti che hanno oggettiva difficoltà (visiva o motoria) per poterlo sfogliare. Enea Di Ianni, Presidente Regionale A.I.M.C.(Asspcoazopme Otaliana Maestri Cattolici) d'Abruzzo, Sede Sulmona via Ciofano 31, Sulmona.

    Sabato, 14 Dicembre 2013 11:14

Lasciaun commento

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

I contenuti e i pareri espressi negli articoli sono da considerarsi opinioni personali degli autori che
non possono impegnare pertanto l’editore, mai e in alcun modo.

Le immagini a corredo degli articoli di questo blog sono riprese dall’archivio Fotolia.

 

BookSprint Edizioni © 2016 - Tel.: 0828 951799 - Fax: 0828 1896613 - P.Iva: 03533180653

La BookSprint Edizioni è associata alla AIE (Associazione Italiana Editori)