Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

BookSprint Edizioni Blog

28 Nov
Vota questo articolo
(1 Vota)

Confessioni di un milanista

Si chiama Alessandro F. Ruta, classe 1982, ed è l’autore di “Confessioni di un Milanista” (BookSprint Edizioni, 174 pagine, disponibile anche in versione ebook). Non si tratta della solita autobiografia, e neppure dell’ennesimo almanacco calcistico, ma del «racconto di una vita attraverso le partite della propria squadra del cuore. Trent'anni di passioni, dolori, amori e delusioni, filtrate da uno sfondo rossonero in mezzo a una realtà concreta».

Ironico, divertente, maledettamente vero, l’insolito racconto di Alessandro Ruta ripercorre partite memorabili, ricordi di vita, calciatori passati come meteore e altri che resteranno per sempre negli annali, storie d’amore finite, gol da cineteca e sconfitte indimenticabili.

«Quando sono nato, il Milan era in Serie B. Non ho visto vincere il Mondiale di luglio all’Italia, se è per quello. Ero nella pancia di mia mamma e, mi hanno riferito anni dopo, scalciavo di brutto: in effetti sono nato di otto mesi, e la fretta c’era a prescindere. Mi sono rifatto nel 2006, per la Coppa del Mondo, nel pieno del passaggio dall’adolescenza all’età adulta. E anche il Milan, nel frattempo, era cresciuto parecchio. Come me, del resto. Caro papà e cara mamma (più altre persone che citerò), grazie per avermi fatto nascere in B. Ci ho solo guadagnato». Con un testo asciutto e una prosa scorrevole, l’autore racconta il Milan e la sua vita come nessuno aveva mai fatto. Ma ognuno di noi avrebbe qualcosa da scrivere, ripensando a tutti i 90 minuti della propria squadra del cuore.

Una sua ex lo definiva “un anima inquieta”, ma Alessandro F. Ruta, giornalista di Milano, ci ripensa e sorride. Pensa a se stesso come a un ragazzo che lavora e che ama il cambiamento, che cerca sempre qualcosa anche se non sa bene cos’è. «Una delle cose che mi aiuta è la scrittura. Mi piace, mi è sempre piaciuta. Appena ho una mezza ispirazione mi metto a scrivere, e scrivo di tutto». Ed è così che è venuto fuori “Confessioni di un Milanista”, «nato in un pomeriggio estivo in cui facevo tutt’altro». Ma l’idea è buona, Alessandro va avanti, continua a scrivere, corregge, ordina, e si ritrova con un libro in mano. «È venuto fuori una specie di “Alla ricerca del Milan perduto”», dice scherzando, e lo scrive sin dalla quarta di copertina («Qua non c'è nessuna madeleine proustiana»). I diavoli rossoneri hanno certo avuto giorno migliori.

Alessandro F. Ruta è un professionista della penna, ma ritiene che «l’autoironia dev’essere la dote principale di una persona. È una cosa che manca a molti giornalisti. Alla fine sei pur sempre un parere, sei una visione del mondo e non LA visione del mondo. E poi a me è sempre piaciuto sdrammatizzare, è una dote di natura». E questo suo ultimo lavoro non fa eccezione. Semplice, ben scritto, diretto. «Sono “Confessioni”, sono io, parlo in prima persona. Avrei voluto inventare un Marcel, come nella Recherche, che parla in terza persona. Ma qui stiamo parlando di calcio, i famosi massimi sistemi non sono questi».

Acquista il Libro sul nostro ecommerce

 

 


Lasciaun commento

 

Ultimi Commenti

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

I contenuti e i pareri espressi negli articoli sono da considerarsi opinioni personali degli autori che
non possono impegnare pertanto l’editore, mai e in alcun modo.

Le immagini a corredo degli articoli di questo blog sono riprese dall’archivio Fotolia.

 

BookSprint Edizioni © 2016 - Tel.: 0828 951799 - Fax: 0828 1896613 - P.Iva: 03533180653

La BookSprint Edizioni è associata alla AIE (Associazione Italiana Editori)