Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Errore
  • JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 74

BookSprint Edizioni Blog

21 Nov
Vota questo articolo
(6 Voti)

In apnea nel mare della vita

Da lontani vicini ci fa” (146 pagine, BookSprint Edizioni, versione ebook disponibile) è una splendida, avvolgente e potentestoria d'amore, nonché un fascinoso racconto sul destino. Donato Calamita incentra la propria storia su due personaggi principali, Roberto ed Anna, i quali “non si erano mai visti, non si erano mai incrociati. Sconosciuti. Per questo, misteriosamente attratti, si incontrarono”.

Roberto è un uomo ben oltre i 50 anni, laico, democratico, di buone maniere, con un educazione  cattolica ma agnostico razionalista, con la ferrea volontà di superarsi, di migliorarsi continuamente. Roberto ha vissuto una vita piena, densa di emozioni, eventi, dolori eppure mancante di qualcosa, comprensibile solo oltre la ragione e l'esperienza. Anna ha vissuto invece una vita quasi all'opposto. Fatta di privazioni e mancanze affettive, di sacrifici per la propria famiglia è  “passata dai banchi della scuola elementare e quelli delle monache alle braccia del marito, passando velocemente per gli anni dell’università”. Di famiglia povera, è affidata alle suore di un convento-convitto a Bari per permetterle di studiare, passa l'adolescenza così, tornando a casa solo per le feste comandate. Alunna e novizia quasi perfetta ma senza alcuna vocazione, questione fra l'altro che non costituiva segreto per nessuno. Sposa l'erede di un'agiata famiglia e assume un ruolo importante nell'azienda di famiglia e lo fa per la propria famiglia, per consentire loro una vita migliore. Anna è democratica, di sinistra, credente, romantica, lettrice appassionata. Fra i due il mare. Questo è ciò che avevano in comune. Un mare che è sollievo per l'anima, sfogo per la tristezza.

Il libro si delinea come una splendida dimostrazione letteraria grazie all'efficace penna dell'autore, forte di una solida cultura umanistica. I personaggi sono poetici, reali, carne in carta e inchiostro. L'autore non cade nella tentazione di descriverli secondo stereotipi. Li crea e li sviluppa approfonditamente, ponendo l'accento sul realismo e la verosimiglianza. L'intero testo si fonda su di una metafora: quella della balena. Il gigantesco essere marino che vive in apnea ma che non può far a meno, di tanto in tanto, di riemergere in superficie, è metafora del bisogno di ognuno di superare il mare magum che la “solita vita” può diventare, fra l'assillo dei vincoli e i tabù che essa produce. Fra le righe la vita e le passioni di Donato Calamita. Canzoni, poesie, suggestioni, l'autore ci dice che sono presenti semplicemente perché: “Fanno parte di noi, per questo ci sono.”

Acquista il Libro sul nostro ecommerce

 

 

Giovedì, 21 Novembre 2013 | di @

Lasciaun commento

 

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

I contenuti e i pareri espressi negli articoli sono da considerarsi opinioni personali degli autori che
non possono impegnare pertanto l’editore, mai e in alcun modo.

Le immagini a corredo degli articoli di questo blog sono riprese dall’archivio Fotolia.

 

BookSprint Edizioni © 2016 - Tel.: 0828 951799 - Fax: 0828 1896613 - P.Iva: 03533180653

La BookSprint Edizioni è associata alla AIE (Associazione Italiana Editori)