Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

BookSprint Edizioni Blog

11 Nov
Vota questo articolo
(5 Voti)

La storia di Giò

Una storia vera vissuta in prima persona. Un susseguirsi di eventi difficili da evitare e impossibili da dimenticare. Un cagnolino abbandonato malridotto che ritrova il suo padrone. Tutto questo è “La storia di Giò”, il racconto breve di Emanuela de Virgilio, pubblicato dalla BookSprint Edizioni e disponibile anche in versione digitale.

40 pagine per raccontare le drammatiche disavventure del piccolo Giò, il cagnetto protagonista del libro. Solo e abbandonato, Giò dovrà farsi forza e proseguire sul suo cammino per poter sopravvivere in un mondo dove tenersi in vita è sempre più difficile. Una storia di abbandono, di solitudine, di sofferenza, come se ne sentono tutti i giorni ai telegiornali. Cani presi, regalati, sedotti e poi lasciati perché frutto di un vizio del momento, di un capriccio.

Ma quella di Giò è una storia a lieto fine. È la storia di un cucciolo che viene trovato da una famiglia che lo accoglie con amore e dedizione, coccolandolo e prendendosene cura. È la storia di un cagnolino che ritrova il suo padrone ma che, nel frattempo, ha capito cosa sia il calore di una famiglia che gli vuole bene davvero e che non lo abbandonerà mai.

Portato infatti dal veterinario per essere curato ad alcune ferite alle zampe, Giò viene notato da un conoscente del suo vero padrone che, avvisato, subito accorre per recuperare il cagnolino smarrito. Giò è stato fortunato, Giò ce l’ha fatta. Ma non sempre questo accade. Anzi, più spesso, i cani abbandonati e non abituati a vivere per strada finiscono sotto una macchina, investiti e schiacciati dagli stessi esseri umani che dovrebbero essere i loro migliori amici.

È per questo motivo che Emanuela de Virgilio, nata a Mentana (provincia di Roma) nel 1967 e parrucchiera nella vita, ha voluto raccontare di questo ritrovamento scrivendo il libro che per lei rappresenta l’esordio nel panorama letterario italiano. Da sempre amante degli animali e della scrittura, infatti, Emanuela ha unito queste due passioni con precisione e premura al fine di esprimere una duplice morale: ammonire coloro che abbandonano gli animali ma anche ricordarci quanto sia incondizionato il bene che questi ultimi sono capaci di dare alle persone

Acquista il Libro sul nostro ecommerce

 

 

Lunedì, 11 Novembre 2013 | di @Dario D’Auriente

Lasciaun commento

 

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

I contenuti e i pareri espressi negli articoli sono da considerarsi opinioni personali degli autori che
non possono impegnare pertanto l’editore, mai e in alcun modo.

Le immagini a corredo degli articoli di questo blog sono riprese dall’archivio Fotolia.

 

BookSprint Edizioni © 2016 - Tel.: 0828 951799 - Fax: 0828 1896613 - P.Iva: 03533180653

La BookSprint Edizioni è associata alla AIE (Associazione Italiana Editori)