Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

BookSprint Edizioni Blog

25 Feb
Vota questo articolo
(2 Voti)

Milos Fabbri con "Una nuova vita" a Casa Sanremo Writers

Anche il paradosso dei tempi moderni è in lizza per vincere il titolo di Casa Sanremo Writers 2014 grazie all'originalità e alla bravura artistica di Milos Fabbri, autore della raccolta di racconti brevi "Una nuova vita" (Arduino Sacco Editore), sua opera prima.

174 pagine ricche di spunti di riflessioni e di storie ben espresse, unite dal filo comune della sofferenza e della non totale realizzazione di sé, dell'impossibilità di trovare una via d'uscita.  

 L'assurdo che prende vita per fermare finalmente un'esistenza manchevole di qualche cosa, dall'amore al lavoro, dai ricordi all'affetto. L'alienabilità di ogni essere umano, l'infelicità di fronte alla propria vita. La sofferenza legata all'esistenza umana. L'insoddisfazione come causa di gesti estremi e sconvolgenti. Il presente vittima di una società pluralista e troppo frammentata, in cui la coesione tra le persone non è più elemento fondante dei rapporti. È questo ciò che racconta l'autore, con malizia e cogliendo sempre al volo l'opportunità di sorprendere il lettore.  

 

Ognuno dei sedici racconti affronta così un aspetto critico del vivere oggi, che può essere l'isolamento della vecchiaia, i rapporti di coppia consumati dal tempo, la logica del denaro che abbatte l'etica umana e umanistica di un medico. Storie in cui la speranza ha sempre poco spazio e la morte e il distacco sembrano essere gli unici espedienti per alleviare la sofferenza morbosa e l'amarezza di un vivere che si porta avanti latente. E anche laddove il miraggio di potercela fare, di un futuro migliore, sembra farsi spazio, ci si rende conto che in realtà la schiarita è solo un'effimera illusione.  

Ecco perché "Una nuova vita" è destinato a sorprendere critici ed esperti, attraverso vite verosimili narrate con freddo disincanto e sempre condite da quel colpo di scena finale dal crudo retrogusto amaro. Come l'amarezza della vita umana, che non sempre è tutta rosa e fiori come si vuol credere.  

Milos Fabbri è nato a Faenza. Classe 1976, si è diplomato in un istituto professionale, imparando il mestiere dell'elettricista, senza davvero avere una vocazione, ma assecondando, più che altro, i consigli degli altri. Sposato e con due figli, ha vissuto nel comune della provincia ravennate per ventiquattro anni, prima di cominciare una vita fatta di traslochi (ad oggi è arrivato a quota dodici). Il numero dodici che ritorna nella sua vita perché, quando aveva dodici anni, il padre gli regalò una macchina da scrivere e così il giovane Milos Fabbri iniziò a produrre i suoi primi racconti. Ma è solo con l'incontro con Ivan, scrittore elettricista come lui, che ha trasformato la passione in qualcosa di più, riuscendo a pubblicare il suo primo libro lo scorso anno. 

>>> Guarda il video su Casasanremo.it

Martedì, 25 Febbraio 2014 | di @Dario D’Auriente

Lasciaun commento

 

Ultimi Commenti

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

I contenuti e i pareri espressi negli articoli sono da considerarsi opinioni personali degli autori che
non possono impegnare pertanto l’editore, mai e in alcun modo.

Le immagini a corredo degli articoli di questo blog sono riprese dall’archivio Fotolia.

 

BookSprint Edizioni © 2016 - Tel.: 0828 951799 - Fax: 0828 1896613 - P.Iva: 03533180653

La BookSprint Edizioni è associata alla AIE (Associazione Italiana Editori)