Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

BookSprint Edizioni Blog

10 Dic
Vota questo articolo
(0 Voti)

Lorenzo Bracco vola negli Usa con Oggi7

Lorenzo Bracco vola negli Usa con il suo saggio“Anoressia – i veri colpevoli”. Il volume, uscito lo scorso anno per Booksprint Edizioni, è in viaggio sulle pagine di Oggi 7, il settimanale di AmericaOggi che esce ogni domenica in allegato al quotidiano italiano pubblicato negli Stati Uniti. Il vincitore del Premio Pavese, che ha visto Bracco trionfare al primo posto per la categoria Medici Scrittori, il magazine per gl’italiani d’America lo ha cercato per un’ampia intervista.

«Data la premessa che più concause sono a monte di anoressia e disturbi alimentari» dice il nostro autore, «se non si identificano veramente tutte le cause si rischia di dare un’importanza eccessiva a un aspetto che è concausa, ma che non è fondamentalmente “il colpevole” di tutta la storia. Si rischia di creare colpevolizzazioni che non sono di alcuna utilità operativa». Di qui muove la sua ricerca, che rifugge dal senso comune e si basa sui dati clinici. Infatti, nelle «famiglie in cui c’è un’anoressica vengono alle volte colpevolizzate quando in realtà ognuno all’interno di esse, genitori, figlia, eventuali altri figli, non riesce a comportarsi in modo diverso senza un aiuto specifico ben mirato. Il paradosso è che la colpevolizzazione solitamente aumenta ancora di più il comportamento disfunzionale».

 Pur non venendo mai meno al rigore scientifico, Lorenzo Bracco ci porta alla scoperta dei “veri colpevoli” con uno stile narrativo avvincente, da medical serie televisiva, in un percorso di investigazione che porta alla diagnosi. L’intuizione di Bracco arriva per caso, come «la mela sulla testa di Newton». Grazie a un intervento di una sua paziente capisce che il gruppo sanguigno, informazione che spesso neppure compare nelle cartelle cliniche, compare costantemente nei casi di anoressia. «Presi l’abitudine di chiedere a ogni anoressica il gruppo sanguigno suo e della madre. Con mio grande stupore, la risposta era sempre la medesima. Il risultato negli anni è stato il seguente: la caratteristica costante è che la figlia in questione non ha il gruppo sanguigno della propria madre. Ciò mi fu confermato dall’osservazione di famiglie in cui vi erano più figlie. Stesso padre, stessa madre, stesso contesto, una sola anoressica: guarda caso la figlia che non aveva il gruppo sanguigno della madre. La differenza di gruppo sanguigno 0, A, B, AB, sarebbe quindi una concausa necessaria, anche se da sola non sufficiente, per lo scatenamento dell’anoressia».

>>>Clicca qui per leggere l'articolo completo di OGGI7

Acquista il Libro sul nostro ecommerce

 

 

Martedì, 10 Dicembre 2013 | di @Carmine Morriello

Lasciaun commento

 

Ultimi Commenti

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

I contenuti e i pareri espressi negli articoli sono da considerarsi opinioni personali degli autori che
non possono impegnare pertanto l’editore, mai e in alcun modo.

Le immagini a corredo degli articoli di questo blog sono riprese dall’archivio Fotolia.

 

BookSprint Edizioni © 2016 - Tel.: 0828 951799 - Fax: 0828 1896613 - P.Iva: 03533180653

La BookSprint Edizioni è associata alla AIE (Associazione Italiana Editori)