Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

BookSprint Edizioni Blog

Mercoledì, 15 Luglio 2015 12:48

Intervista all'autore - Vanda Teodonno

1. Che cos’è per Lei scrivere, quali emozioni prova? Scrivere mi rasserena poiché in questo modo riesco a esprimere i miei sentimenti più inconsci, le mie paure, la mia rabbia. Inoltre scrivere mi dà modo di riflettere su questi sentimenti e spesso di risolverli. Per questo motivo, alla fine di tutto, come ho detto all'inizio, scrivere mi rasserena. 2. Quanto della sua vita reale è presente in questo libro? il 90%!
Martedì, 14 Luglio 2015 15:14

Intervista all'autore - Aldo Misefari

1. Parliamo un po’ di Lei, dove è nato e cresciuto? Sono nato in provincia di Messina quando la seconda guerra mondiale volgeva già al termine. Ho vissuto sempre a Messina dall’età di sei anni, tranne i quasi cinque anni trascorsi per motivi di studio a Roma all’Università Cattolica del S. Cuore e in USA a Winston-Salem (NC) alla Bowman Gray Medical School e a Charleston (SC) alla Medical University of South Carolina. Ho studiato pianoforte dall’età di undici anni fino al diploma, conseguito quando ero al 3° anno di Medicina, e ho frequentato la classe di composizione del Musicista Gino Contilli, superando prima della sua partenza da Messina il 1° step di esami, previsto al IV anno di studi. Ho intrapreso, subito dopo la laurea in Medicina, la carriera universitaria percorsa con regolarità e continuità prima come assistente, poi come professore incaricato e associato e infine, per quasi trenta anni, come professore ordinario di Immunologia. Sono in quiescenza da due anni.
Martedì, 14 Luglio 2015 12:54

Intervista all'autore - Tommaso Lapenna

1. Ci parli un po' di Lei, della Sua vita. Da dove viene? Come e quando ha deciso di diventare scrittore? Sono nato sotto una tenda perché mentre io nascevo, c'era il terremoto ad Orta Nova (Fg) e insieme alla terra, tremava anche mia mamma perché in quelle condizioni doveva far uscire un bambinone di 5 Kg e mezzo. Andò tutto bene e iniziai la mia esistenza nel caldo torrido di Orta Nova, seguito dall'emigrazione nelle fitte nebbie di una Torino piena di grandi opportunità, la successiva integrazione, gli studi, i primi amori, le prime delusioni e finalmente il tanto sospirato riscatto sociale. Nel 1970, grazie ad Antonietta, conobbi una piccola frazione valdostana, Margnier, che fa parte del comune di Chambave.
Martedì, 14 Luglio 2015 12:02

Intervista all'autore - Alec Igral

1. Ci parli un po' di Lei, della Sua vita. Da dove viene? Come e quando ha deciso di diventare scrittore? Sono di origine italiana, ma da più di dieci anni mi sono trasferita a Monaco coi miei figli. Amiamo moltissimo il mare e viviamo prevalentemente in barca. Non lavoro, ma con tre bambini piccoli e varie passioni, non ho certo tempo di annoiarmi. Ho sempre sentito forte il desiderio di esprimermi in qualche modo e crescendo è diventata una necessità che provo a soddisfare in parte scrivendo, ma anche dipingendo o cucinando (arte ormai inflazionata ma pur sempre indispensabile). Ognuna di queste attività mi permette di mostrare e donare qualcosa di me, quindi il mio romanzo, così come un mio dipinto o una mia “quiche lorraine” non sono altro che la trasposizione di me stessa. E mi sento più di questa terra.
Martedì, 14 Luglio 2015 11:06

Intervista all'autore - Mario Demela

1.Parliamo un po’ di Lei, dove è nato e cresciuto? Sono nato a Padru (SS) e sono cresciuto ad Alghero nell’Istituto “Casa del fanciullo” dai due ai tredici anni, dopo sono stato in altro collegio “Pozzo maggiore” dove ho avuto l'esperienza di guardiano di porci per tre anni da solo su un monte chiamato Su Tippiri. 2. Che libro consiglierebbe di leggere ad un adolescente? Pinocchio di Collodi 3. Cosa pensa della progressiva perdita del libro cartaceo a favore dell’ e-book? Sarà inevitabile fermare il successo dell’e-book, resterà della nostalgia per il cartaceo.
Martedì, 14 Luglio 2015 10:29

Intervista all'autore - Maurizio Rossi

1. Ci parli un po' di Lei, della Sua vita. Da dove viene? Come e quando ha deciso di diventare scrittore? Sono nato a Valdagno, una cittadina della provincia di Vicenza. Già a vent'anni sono emigrato in Germania per lavoro. Tornato a casa, mi sono trasferito in Lombardia dove risiedo da quarantacinque anni. Mi sono sposato e la mia famiglia è stata allietata dall'arrivo di due figli, attualmente ci sono anche tre nipoti. Nel 1991 ho fondato la “Plasteva srl” che si occupa di trasformazione di materie plastiche di cui sono attualmente amministratore delegato. Non c'è data che indichi la mia nascita come scrittore, ho letto moltissimo e scritto molto sin da bambino e alcune borse di studio vinte mi hanno permesso di ultimare gli studi; sono diplomato come Perito chimico. Ho deciso, dieci anni fa , di trasformare in un libro tanti miei scritti che conservavo nel cassetto; ritratti di persone, diari di viaggi, storie fantastiche.
Lunedì, 13 Luglio 2015 15:39

Intervista all'autore - Giovanni Pellegrino

1. Parliamo un po’ di Lei, dove è nato e cresciuto? Sono nato e cresciuto a Frattaminore in provincia di Napoli dove tutt'oggi vivo con la mia famiglia, mia moglie e due figli uno di 12 anni e uno di 18 mesi. La mia vita ruota intorno a due grandi passioni l'informatica e la poesia. Sono come il Dr Jekyll e MR Hyde perché mentre di giorno vesto i panni di informatico, di notte mi trasformo in un poeta sognatore. 2. Che libro consiglierebbe di leggere ad un adolescente? Senza dubbio consiglierei “I Pilastri della Terra” di Ken Follet, un romanzo storico affascinante e ricco di suspense e colpi di scena. Un viaggio nella storia che ti trasporta in una dimensione dalla quale non vorresti più uscire.
1. Ci parli un po' di Lei, della Sua vita. Da dove viene? Come e quando ha deciso di diventare scrittore? Desiderosa di apprendere e apprendere e apprendere ,assetata di “armonia”, bisognosa di essere utile agli altri. Gioia grande sentirsi “in comunione” con la natura. Magica infanzia e prima giovinezza tra l’amore che abbracciava la mia famiglia della terra di Sicilia. Poi la morte prematura del mio papà. A Roma felice sposata con un ingegnere, che in silenzio accolse nei suoi ultimi 14 anni una grave malattia, e dal 2010 attende il momento in cui anch’io m’incamminerò nel tempo senza tempo.
Sabato, 11 Luglio 2015 10:51

Intervista all'autore - Annalisa Vozza

1. Parliamo un po’ di Lei, dove è nato e cresciuto? La scrittrice esordiente Annalisa Vozza è nata, esattamente il venti marzo del 1981, a Taranto. Sono cresciuta in questa città. La mia Puglia mi piace e la apprezzo profondamente per quello che potrebbe offrire. Nella mia città ci vivo tutt'ora ma amo viaggiare. Ho viaggiato per lavoro e continuo a farlo ora per pubblicizzare il romanzo; viaggio anche per fini universitari ma anche per seguire la mia grande passione per la musica, per poterla ascoltare live perché andare ai un concerti del tuo idolo ti fa solo stare bene. Quindi viaggio anche per divertimento, viaggio anche per riunirmi alle amicizie nate grazie alla musica. Mi piace fare sport e circondarmi di gente positiva.
 1. Ci parli un po' di Lei, della Sua vita. Da dove viene? Come e quando ha deciso di diventare scrittore? Vengo da un paesino della Calabria Rocca di Neto. Sono nato il 1968. Sono laureato in ingegneria informatica statistica e tecnologia dell’informazione. Ho conseguito un master in informatica e un dottorato di ricerca in statistica. Nel tempo libero dipingo. Da bambino studiavo la storia della Calabria e mi appassionavano tanto i canti e il clima popolare, il brigantaggio, la borghesia, la cultura, cosi mi sono immerso nel mondo della scrittura popolare.

 

Ultimi Commenti

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

I contenuti e i pareri espressi negli articoli sono da considerarsi opinioni personali degli autori che
non possono impegnare pertanto l’editore, mai e in alcun modo.

Le immagini a corredo degli articoli di questo blog sono riprese dall’archivio Fotolia.

 

BookSprint Edizioni © 2016 - Tel.: 0828 951799 - Fax: 0828 1896613 - P.Iva: 03533180653

La BookSprint Edizioni è associata alla AIE (Associazione Italiana Editori)