Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

BookSprint Edizioni Blog

12 Nov
Vota questo articolo
(3 Voti)

Il confine del tramonto

A partire dalla suggestione del titolo è evidente la poeticità di Giancarlo Piccoli. “Il confine del tramonto” (198 pagine) è il romanzo di uno scrittore che, dopo una vita trascorsa nel mondo della finanza e delle banche, decide di avventurarsi nel mondo delle parole. Pubblicato dalla BookSprint Edizioniversione cartacea e ebook – il romanzo ha come argomento cardine la vita di Gianni.

Gianni e Claudia sono ormai da anni una coppia felice ma l'ordinarietà della loro routine viene scossa da una turbolenza improvvisa. «Gianni è importante, ma non riesco più ad essere certa di quanto sia indispensabile per me la sua presenza. Da quello che riesco a capire, sicuramente ancora in maniera confusa, Gianni ha costruito sulla mia presenza il suo modo di vivere, ma io? Io sono qui ad interrogarmi se senza lui avrei fatto esattamente la stessa vita.»  La turbolenza è costituita dai dubbi che si insinuano nella mente e nel cuore di lei, ed irrompe improvvisa a squarciare lo strato di stabilità da cui, per anni, sono stati ammorbiditi i complicati meccanismi di una vita a due. In un processo analitico, Claudia per la prima volta sembra guardarsi, e guardare la coppia di cui è completamento, dall'esterno, riuscendo solo ora ad individuare le sbavature di un disegno poco armonico.

L'accusa principale mossa a Gianni è il suo essersi adagiato e avere assecondato passivamente gli eventi.  E quando il mondo gli crolla sulle spalle, Gianni, come dopo una catarsi, con un nuovo e finora sconosciuto impeto,  trova l'energia necessaria per decidere quale corso dare agli eventi.   Nella ricerca di un nuovo equilibrio delle cose, ma soprattutto di sé avviene la partenza verso un soggiorno lontano e all'apparenza poco confortevole. E sull'aereo al momento del decollo, Gianni, come sollevandosi da una vita che ormai non gli appartiene più, riflette su quanto sia importante donarsi a sé stessi e agli altri.  «Siamo come le formiche e non lo sappiamo: lavoriamo per tutta la vita per noi stessi, per sopravvivere. Tutto questo lo chiamiamo civiltà e progresso, ma basta poco per polverizzare le nostre aspirazioni, è sufficiente un dubbio e nessun valore acquisito sembra più reggere, così distruggiamo per ricostruire, andiamo alla ricerca di valori più veri e lentamente ci spegniamo per poi sparire nel nulla».

L'esposizione ben costruita corrisponde alla trama equilibrata e alla graduale crescita del personaggio principale di cui l'autore evidenzia il passaggio evolutivo di maturazione. Non è pertanto illogico considerare questo testo una sorta di romanzo di formazione.

Acquista il Libro sul nostro ecommerce

 

 


Lasciaun commento

 

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

I contenuti e i pareri espressi negli articoli sono da considerarsi opinioni personali degli autori che
non possono impegnare pertanto l’editore, mai e in alcun modo.

Le immagini a corredo degli articoli di questo blog sono riprese dall’archivio Fotolia.

 

BookSprint Edizioni © 2016 - Tel.: 0828 951799 - Fax: 0828 1896613 - P.Iva: 03533180653

La BookSprint Edizioni è associata alla AIE (Associazione Italiana Editori)