Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

BookSprint Edizioni Blog

24 Ott
Vota questo articolo
(0 Voti)

Il buco grigio

Rivoltare forme e contenuti delle discussioni contemporanee sui temi sociali e politici del momento per dare un valore concreto al senso della vita e ripristinare un sistema di valori fondato sulla dignità e i diritti. Si muove su queste basi "Il buco grigio", il saggio politico a firma di Enrico Corti, ora pensionato, ma ex operaio e sindacalista. L'opera, edita dalla BookSprint Edizioni di Vito Pacelli, si struttura in tredici capitoli, tutti importanti e fondati sui diversi argomenti della vita di oggi.
 
Nelle 98 pagine del libro, infatti, emerge, in maniera a volte irriverente e sicuramente fuori dagli schemi e dai preconcetti moderni, sempre con più evidenza come il mondo intero e l'Italia in particolare stiano sacrificando i diritti e la dignità dei lavoratori a favore del dio denaro. In nome del profitto, secondo l'autore, sono stati perciò effettuati interventi economici disastrosi e i politici sono sempre più complici di questo stato di cose.
 
Partendo da questo presupposto, il saggio analizza – con uno stile semplice e diretto e contenuti chiari e aderenti alla realtà – la situazione nel Bel Paese e nell'Occidente in generale, individuando i problemi e i possibili scenari futuri, facendolo però non in modo sintetico, come oggi ci vuole "insegnare" l'agenda dei mass media e la politica, ma approfondendo con calma e nello specifico i diversi aspetti e le diverse sfaccettature di ogni tema affrontato. Temi che vanno dalle armi all'economia, dall'Europa ai fenomeni migratori, passando per la Costituzione e la terza età.
 
C'è tanto su cui riflettere dunque ne "Il buco grigio" di Enrico Corti. Nato a Nova Milanese il 3 novembre del 1933, l'autore ha compiuto gli studi da auto-didatta, svolgendo poi negli anni i lavori di garzone, operaio, caporeparto e artigiano autonomo nel settore mobiliere. Nel 1961 diventa operaio metalmeccanico e l'anno successivo viene eletto segretario di sezione del PCI. La sua carriera nel sindacato e nella politica va via via crescendo, fino a ricoprire la carica di responsabile CGIL nei comuni della zona del Nord dell'hinterland milanese e di vicesindaco della sua città d'origine. Incarico a cui dovrà però presto rinunciare per incompatibilità col ruolo di sindacalista attivo. A fine anni '80 viene chiamato perciò a ricoprire importanti incarichi nella CGIL nazionale e nel 2000 è nominato membro del Consiglio d'Indirizzo e di Vigilanza dell'INPDAP.
 

Acquista il Libro sul nostro ecommerce

 

 

Mercoledì, 24 Ottobre 2018 | di @BookSprint Edizioni

Lasciaun commento

 

Ultimi Commenti

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

I contenuti e i pareri espressi negli articoli sono da considerarsi opinioni personali degli autori che
non possono impegnare pertanto l’editore, mai e in alcun modo.

Le immagini a corredo degli articoli di questo blog sono riprese dall’archivio Fotolia.

 

BookSprint Edizioni © 2016 - Tel.: 0828 951799 - Fax: 0828 1896613 - P.Iva: 03533180653

La BookSprint Edizioni è associata alla AIE (Associazione Italiana Editori)