Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

BookSprint Edizioni Blog

04 Lug
Vota questo articolo
(1 Vota)

I bambini migranti ovvero sulle tracce del bocconotto perduto

Tornano le avventure di Vitariello che incessantemente è alla ricerca della preziosa ricetta del bocconotto. “I bambini migranti ovvero sulle tracce del bocconotto perduto- volume 2” è il sequel del primo libro di Giuseppe Mazzilli pubblicato sempre dalla casa editrice BookSprint e fruibile nella duplice veste del libro cartaceo e dell’e-book.

Questa volta il protagonista ha deciso di ottenere a tutti i costi gli ingredienti del tradizionale dolcetto IGP, simbolo della tradizione dei Caparbi e Orgogliosi Panariellesi, per venderlo ai cinesi. Dopo tante peripezie e viaggi in giro per l’Italia, trova la ricetta e comincia a produrre i dolci. Grazie ai contatti con Anghela, un’imprenditrice tedesca, riesce a distribuire le leccornie a milioni di migranti con la speranza di debellare il problema della malnutrizione. Ma la beffa è dietro l’angolo e per Vitariello le cose si metteranno male. Riuscirà a evitare la bancarotta e a salvare i suoi affari? 

Nel romanzo sono presenti numerosi personaggi esilaranti che rappresentano lo specchio della nostra società. L’autore con una sottile ironia riesce a intrattenere ma allo stesso tempo a scuotere le coscienze dei lettori. Il lavoro di Mazzilli è una satira perché ridicolizza i politici, mette in luce le contraddizioni di una società alle prese con l’eccessiva industrializzazione e la perdita di identità territoriale, ma allo stesso tempo è una denuncia quando evidenzia le difficoltà di gestire un fenomeno di dimensioni allarmanti quale l’immigrazione. Infine, è un libro di riflessioni esistenziali, in quanto l’autore lancia dei messaggi forti, universalmente riconosciuti e su cui tutti noi abbiamo il dovere di riflettere.

Giuseppe Mazzilli è stato anche lui un bambino migrante, a solo undici anni infatti ha lasciato la Puglia, povera e miseria, per trovare condizioni di vita migliori a Torino. Lì ha svolto diversi lavori per poi trovare impego nel settore dell’artigianato.  

 

Acquista il Libro sul nostro ecommerce

 

 

Martedì, 04 Luglio 2017 | di @BookSprint Edizioni

Lasciaun commento

 

Ultimi Commenti

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

I contenuti e i pareri espressi negli articoli sono da considerarsi opinioni personali degli autori che
non possono impegnare pertanto l’editore, mai e in alcun modo.

Le immagini a corredo degli articoli di questo blog sono riprese dall’archivio Fotolia.

 

BookSprint Edizioni © 2016 - Tel.: 0828 951799 - Fax: 0828 1896613 - P.Iva: 03533180653

La BookSprint Edizioni è associata alla AIE (Associazione Italiana Editori)