Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

BookSprint Edizioni Blog

12 Ago
Vota questo articolo
(0 Voti)

Madre di me stessa

Una vita segnata dalla mancanza di una famiglia vera e dalla presenza di una madre fredda e distaccata, una prostituta. La paura di crescere, di vivere, di mangiare, di scoprirsi a sua volta madre. Cosa riserva il futuro di Maria Sole, la protagonista di "Madre di me stessa", il nuovo romanzo di Nadia Battiston? Pubblicato per i tipi di BookSprint Edizioni, il romanzo, profondo e commovente, affronta la difficile tematica dell'anoressia e delle conseguenze di un ambiente familiare non sereno.

La trama. Maria Sole è solo una ragazzina quando comincia a conoscere il mondo che la circonda. Un mondo fatto di alcolismo, droghe, di rifiuto del cibo. Tutto, pur di non dover ricordare e soffrire, pur di mettere a tacere il passato, che con impeto pazzesco vuole a tutti i costi riaffiorare per far del male. L'anoressia, la malattia, l'autodistruzione, la ricerca di un amore mai ricevuto e le battaglie per cercare di sentirsi più rilassata diventano così il pane quotidiano di questa donna, specie dopo aver dato alla luce la piccola Lavinia, a cui vorrebbe non offrire la stessa esistenza sofferta che ha provato sulla propria pelle.

L'anoressia è purtroppo ancora uno dei mali più brutti e frequenti nella nostra epoca. Il rifiuto del cibo, il desiderio di vedersi sempre più magre, il vortice della depressione, l'annullamento della realtà e la chiusura in se stesse sono i corollari di una malattia che continua a fare danni soprattutto tra le giovani ragazzine, sempre più accecate dalla moda e dalla magrezza dei simboli che la società di oggi trasmette. E che l'autrice conosce molto bene.

Nadia Battiston, nata a Vancouver, in Canada, ha scoperto l'amore per la scrittura sin dalla tenera età. Trasferitasi in Italia, in provincia di Venezia, da più di trenta anni, vive viaggiando, dedicando alla scoperta degli angoli della terra più disparati i momenti di pausa dal lavoro di parrucchiera. Questo girovagare l'ha portata a contatto con realtà eterogenee e complesse, che ritroviamo nel suo romanzo d'esordio, che è incentrato sull'importanza del valore delle origini e sulla consapevolezza di se stessi.

Le diverse storie che si intrecciano in "Madre di me stessa" (188 pagine), le persone che si "incontrano", sono infatti anche il sunto dei viaggi dell'autrice, che attraverso la sua opera mette se stessa, si racconta, e offre ai lettori i suoi dubbi. Esiste qualcosa al di là della vita terrena? E cos'è quella brezza, accompagnata da un buon profumo, che Maria Sole sente da quando è morta sua madre Matilde?

Acquista il Libro sul nostro ecommerce

 

 


Articoli correlati (da tag)

Lasciaun commento

 

Ultimi Commenti

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

I contenuti e i pareri espressi negli articoli sono da considerarsi opinioni personali degli autori che
non possono impegnare pertanto l’editore, mai e in alcun modo.

Le immagini a corredo degli articoli di questo blog sono riprese dall’archivio Fotolia.

 

BookSprint Edizioni © 2016 - Tel.: 0828 951799 - Fax: 0828 1896613 - P.Iva: 03533180653

La BookSprint Edizioni è associata alla AIE (Associazione Italiana Editori)