Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

BookSprint Edizioni Blog

08 Set
Vota questo articolo
(0 Voti)

Intervista all'autore - Oscar Cervi

1. Ci parli un po' di Lei, della Sua vita. Da dove viene? Come e quando ha deciso di diventare scrittore?

Che dire, nasco in un piccolo paese di provincia, la mia vita è stata tranquilla e vissuta in maniera semplice sempre circondato da amici. Sono nato e vivo tuttora a Pavullo nel Frignano in provincia di Modena. Cittadina di circa 18000 persone e circa sette anni fa è nata in me la passione di scrivere, da allora non ho più smesso e sono giunto con questo nuovo libro al mio settimo lavoro.



2. Nell’arco della giornata qual è il momento che dedica alla scrittura?

Senza dubbio il pomeriggio, ma capita a volte che se finisco presto al lavoro, anche la notte diventa un momento magico per scrivere.



3. Il suo autore contemporaneo preferito?

Ne ho un paio, Dan Brown e Ken Follet.



4. Perché è nata la sua opera?

Parlando di questa opera mi riporta al 2013 quando scrissi il primo capitolo "Le trentatré verità" sinceramente non pensavo ad una trilogia, poi di punto in bianco mi son detto:"Perché no?" Quindi nel 2015 uscì il secondo capitolo sempre edito BookSprint edizioni e intitolato "L'angelo dagli occhi di ghiaccio" e dopo aver scritto con una collega, Romina Ceroni, un thriller intitolato "Chi sei?" mi sono ributtato sull'ultimo capitolo che ritengo il mio lavoro preferito "Apokalips".



5. Quanto ha influito nella sua formazione letteraria il contesto sociale nel quale vive o ha vissuto?

Sono in mezzo ad un sacco di gente tutto il giorno, quindi ho modo di conoscere vari contesti sociali, ed essendo uno a cui piace la storia antica non ho trovato difficolta (se non a carattere ortografico, poiché non avevo mai provato a conseguire questa passione) comunque piano piano sto migliorando su tutti i campi e mi sono tuffato in questa meravigliosa avventura.



6. Scrivere è una evasione dalla realtà o un modo per raccontare la realtà?

Opterei per la prima situazione, quando scrivi ti estranei dalla routine giornaliera per entrare a far parte di un mondo tutto tuo. A volte però in certi racconti è facile incappare anche nella seconda soluzione e scrivere riflessioni e situazioni reali.



7. Quanto di lei c’è in ciò che ha scritto?

Direi tutta la mia fantasia e confermo che ne ho da vendere.



8. C’è qualcuno che si è rilevato fondamentale per la stesura della sua opera?

Sicuramente tre persone speciali, oltre alla famiglia. Partirei da un carissimo amico d'infanzia che si chiama Gianni Ricci, che mi supporta in maniera eccezionale tutte le volte che sto per uscire con un libro. Poi la mia grafica personale Pamela Jica Mezea con la quale ho un rapporto stupendo e che crea le mie copertine con vera passione. La terza persona speciale per la stesura di quest'opera è stata la mia collaboratrice Mary Gherardini con la quale abbiamo fatto un lavoro capillare su ogni capitolo all'interno del libro, tra dettagli e configurazioni abbiamo creato una cosa veramente speciale.



9. A chi ha fatto leggere per primo il romanzo?

Per ora solo Mary Gherardini è a conoscenza della storia essendo come detto sopra la mia collaboratrice.



10. Secondo lei il futuro della scrittura è l’e-book?

Non penso che l'e-book possa rubare il posto al cartaceo, anche se ritengo sia più semplice avere una vasta scelta di libri all'interno di un i-pad, ma toccare la carta è una sensazione particolare come sentirne l'odore…cartaceo per sempre.



11. Cosa ne pensa della nuova frontiera rappresentata dall’audiolibro?

Potrebbe essere utile per le persone non vedenti, per il resto non saprei che dire.

 


 

Acquista il Libro sul nostro ecommerce

 

 


Lasciaun commento

 

Ultimi Commenti

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

I contenuti e i pareri espressi negli articoli sono da considerarsi opinioni personali degli autori che
non possono impegnare pertanto l’editore, mai e in alcun modo.

Le immagini a corredo degli articoli di questo blog sono riprese dall’archivio Fotolia.

 

BookSprint Edizioni © 2016 - Tel.: 0828 951799 - Fax: 0828 1896613 - P.Iva: 03533180653

La BookSprint Edizioni è associata alla AIE (Associazione Italiana Editori)