Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Errore
  • JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 75

BookSprint Edizioni Blog

12 Ago
Vota questo articolo
(2 Voti)

Intervista all'autore - Angela Anna Tozzi

1. Ci parli un po' di Lei, della Sua vita. Da dove viene? Come e quando ha deciso di diventare scrittore?

La scrittura è sempre stata la mia passione. Nelle classi elementari ebbi come insegnante di italiano una Suora bravissima. Era appassionata dell'insegnamento: ci aiutava con letture che ci portavano a riflettere, ci comunicava la gioia di vivere, di stare insieme, di dare agli altri il meglio di noi stessi. E proprio nelle classi elementari iniziai a scrivere versi poetici che rivelavano il mio intimo.



2. Nell’arco della giornata qual è il momento che dedica alla scrittura?

Non c'è un momento particolare. Avendo insegnato per tanti anni tutti i momenti erano buoni. Preferisco i momenti di solitudine, di tranquillità. Quando scrivo libri cerco di essere fedele agli orari e di rimanere per lungo tempo in riflessione.



3. Il suo autore contemporaneo preferito?

Rosario Livatino, il giudice ragazzino, come lo chiamava Giulio Andreotti.



4. Perché è nata la sua opera?

È nata perché volevo mettere in luce questi testimoni del Vangelo che hanno dato la vita per il bene degli altri. Hanno vissuto la Politica Alta.



5. Quanto ha influito nella sua formazione letteraria il contesto sociale nel quale vive o ha vissuto?

Il contesto sociale nel quale ho vissuto e continuo a vivere ha influito moltissimo. Le radici sono state messe proprio nella mia tenera età. Quell'umile insegnante, or ora citata, è stata il fondamento della mia riuscita negli studi e nell'insegnamento.



6. Scrivere è una evasione dalla realtà o un modo per raccontare la realtà?

Per me è sempre stato un modo per raccontare con vivacità la realtà. Questi testimoni del Vangelo che ho presentato nel libro sono la manifestazione piena della realtà della vita. Sono uomini forti e generosi che hanno dato la vita per gli altri.



7. Quanto di lei c’è in ciò che ha scritto?

La mia vivacità, la passione per il regno di Dio, il desiderio di essere forte e generosa come questi uomini che hanno dato la vita per gli altri.



8. C’è qualcuno che si è rilevato fondamentale per la stesura della sua opera?

Sono tutti molto interessanti. Mi ha toccato profondamente la vita del giudice Rosario Livatino per la passione per l'uomo sull'esempio di Cristo.



9. A chi ha fatto leggere per primo il romanzo?

L'ho fatto leggere all'Avvocato Nanni Ziaco perché ha scritto la presentazione al libro: "Rocce che non si frantumano: uomini politici costruttori di pace".



10. Secondo lei il futuro della scrittura è l’e-book?

Senz'altro sarà l'e-book. Non escluderei mai il cartaceo.



11. Cosa ne pensa della nuova frontiera rappresentata dall’audiolibro?

Per me è importante. La tecnologia avanza e dobbiamo stare con i tempi. Però dobbiamo condurre i nostri giovani alla riflessione. Tenerli ore ed ore con gli auricolari aperti, prima di tutto avremo una generazione sorda, distratta e con la testa fra le nuvole.

 

 

Acquista il Libro sul nostro ecommerce

 

 

Sabato, 12 Agosto 2017 | di @BookSprint Edizioni

Lasciaun commento

 

Ultimi Commenti

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

I contenuti e i pareri espressi negli articoli sono da considerarsi opinioni personali degli autori che
non possono impegnare pertanto l’editore, mai e in alcun modo.

Le immagini a corredo degli articoli di questo blog sono riprese dall’archivio Fotolia.

 

BookSprint Edizioni © 2016 - Tel.: 0828 951799 - Fax: 0828 1896613 - P.Iva: 03533180653

La BookSprint Edizioni è associata alla AIE (Associazione Italiana Editori)