Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

BookSprint Edizioni Blog

12 Ago
Vota questo articolo
(0 Voti)

Intervista all'autore - Giorgia Salvatico

1. Parliamo un po’ di Lei, dove è nato e cresciuto?

Nata e cresciuta tra il mare e la montagna, in un piccolo paese nella Provincia Granda (Cuneo).



2. Che libro consiglierebbe di leggere ad un adolescente?

Amo scrivere ma ho poco tempo per leggere, i libri che ho letto sono stati scelti per particolari motivi, occasioni o passioni. Consiglierei nessun libro in particolare, ma di entrare in libreria o biblioteca e lasciarsi guidare dai colori, font, odori...ah com'è buono l'odore della carta!



3. Cosa pensa della progressiva perdita del libro cartaceo a favore dell’ e-book?

Tendo a essere parecchio tradizionalista, amo l'antico, ciò che è vecchio e ha molto da raccontare ancora e faccio fatica a pensare che un giorno tutta la magia del cartaceo svanisca. È qualcosa che sfiora e fa brillare quasi tutti i nostri sensi, anche per gli occhi la lettura sulla carta è meno stancante, ha quel "sapore" quel dettaglio in più che a parer mio il digitale non avrà mai, io stessa scrivo sempre prima a biro, sui fogli, prima di copiare il tutto al pc.



4. La scrittura è un colpo di fulmine o un amore ponderato?

Entrambi, nata per caso mi sono sempre più appassionata, come un'esigenza, uno sfogo, come la sete che aumenta sempre di più. Il bianco di quel foglio, il silenzio iniziale e poi, un fiume in piena, il rumore della carta e le lettere che volano, che danzano veloci diventando parole e infiniti pensieri. La quiete e la soddisfazione terminato il momento di ispirazione o a scuola i temi e altro ancora.



5. Cosa l’ha spinta a scrivere questo libro?

Tutto o niente, destino o un'occasione che mi avete dato Voi. Avevo fatto una "promessa" in quarta superiore: un giorno se avessi raggiunto le 100 poesie avrei provato a realizzare un libro. Una parte l'ho potuta vivere, comporre interamente e vederla nascere con la tesi di Laura in grafica pubblicitaria ed editoriale.



6. Quale messaggio vuole inviare al lettore?

Nel grande libro della Vita cercate di ritagliare sempre un po' di spazio, qualche pagina per voi stessi, per riflettere, per coltivare una passione, per imparare nuove cose, per amare chi vi sta accanto e scoprire ogni giorno di più chi siete e cosa volete. Saper aspettare, saper fermarsi e confrontarsi sempre. Il tempo è così veloce, non si può tornare indietro, bisogna respirare profondamente, amare forte, vivere ogni secondo che ci viene donato.



7. La scrittura era un sogno nel cassetto già da piccolo o ne ha preso coscienza pian piano nel corso della sua vita?

Nel corso della vita, nato per gioco, per caso, eseguendo un esercizio di un libro di quinta elementare e poi continuando a comporre nel corso degli anni, sostenuta da amiche e insegnanti di Italiano.



8. C’è un episodio legato alla nascita o alla scrittura del libro che ricorda con piacere?

Dovevo decidere l'argomento della tesi del quinto anno di università concludendo così i miei anni di scuola dalle elementari fino a lì. Così ho pensato al libro di poesie vedendomi completamente protagonista, ho curato la grafica, la fotografia da sempre altra mia passione e il contenuto.



9. Ha mai pensato, durante la stesura del libro, di non portarlo a termine?

Devo ammettere che è da un po' che non scrivo poesie, ma solo piccole, rare, riflessioni, ma spero non abbia "mai fine".



10. Il suo autore del passato preferito?

L'Italiano è sempre stata la mia materia preferita, amavo conoscere anche la vita, i pensieri, le idee e sfumature degli autori del passato. Più recente ho amato e amo la grande donna giornalista e scrittrice Oriana Fallaci e con lei la meravigliosa Toscana.



11. Cosa ne pensa della nuova frontiera rappresentata dall’audiolibro?

Potrebbe essere un'alternativa interessante all' E-book senza sostituire il cartaceo.  


Acquista il Libro sul nostro ecommerce

 

 

Sabato, 12 Agosto 2017 | di @BookSprint Edizioni

Lasciaun commento

 

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

I contenuti e i pareri espressi negli articoli sono da considerarsi opinioni personali degli autori che
non possono impegnare pertanto l’editore, mai e in alcun modo.

Le immagini a corredo degli articoli di questo blog sono riprese dall’archivio Fotolia.

 

BookSprint Edizioni © 2016 - Tel.: 0828 951799 - Fax: 0828 1896613 - P.Iva: 03533180653

La BookSprint Edizioni è associata alla AIE (Associazione Italiana Editori)