Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

BookSprint Edizioni Blog

11 Ago
Vota questo articolo
(0 Voti)

Intervista all'autore - Mario Decima

1. Ci parli un po' di Lei, della Sua vita. Da dove viene? Come e quando ha deciso di diventare scrittore?

Sono Crotonese, vivo in questa città. Ho insegnato e svolto la libera professione di Architetto, ora sono in pensione e ho iniziato da poco a scrivere. Ho già scritto quattro libri tre di favole e uno di narrativa. Non è stata una decisione, ma una scelta quasi obbligata da quando mi sono sentito attratto da un qualcosa che fortemente mi spingeva a farlo.



2. Nell’arco della giornata qual è il momento che dedica alla scrittura?

Tutti momenti sono buoni, congegno la mattina prestissimo e scrivo durante la giornata. Scrivo velocemente, ma impiego molto tempo ad organizzare e limare i periodi. È il momento più bello della mia giornata.



3. Il suo autore contemporaneo preferito?

Mario Decima.



4. Perché è nata la sua opera?

La mia ultima opera: IL FASCINO DEI MITI è nata allorquando ho deciso di tributare il mio omaggio alla città dove sono nato, narrandone un po’ fantasticamente le imprese di alcuni personaggi realmente vissuti.



5. Quanto ha influito nella sua formazione letteraria il contesto sociale nel quale vive o ha vissuto?

Non mi ritengo formato letteralmente, sono uno scrittore improvvisato. Ho seguito la mia indole di architetto per immaginare...immaginare...immaginare, quando scrivo mi emoziono e mi limito a descrivere cose vede la mia fantasia.



6. Scrivere è una evasione dalla realtà o un modo per raccontare la realtà?

Realtà e fantasia si fondono, spesso ciò che crediamo fantasioso, forse è una realtà che non conosciamo, amo la fisica quantistica perché in essa vi sono racchiusi i segreti della vita e del cosmo.



7. Quanto di lei c’è in ciò che ha scritto?

C'è tutto, fino all'ultima virgola. Amo scrutare gli aspetti profondi della coscienza e descrivere i sentimenti umani e cogliere il bello dei misteri della vita.



8. C’è qualcuno che si è rilevato fondamentale per la stesura della sua opera?

Sì! Senza una musa ispiratrice non riesco a manifestare i miei stati d'animo, ma non necessariamente deve essere una donna, può ispirarmi anche il mistero e grandezza dell'universo che ci circonda.



9. A chi ha fatto leggere per primo il romanzo?

Ad alcuni miei amici.



10. Secondo lei il futuro della scrittura è l’e-book?

Assolutamente no! Il libro deve essere palpabile, e qualcosa da conservare.



11. Cosa ne pensa della nuova frontiera rappresentata dall’audiolibro?

Non ne ho conoscenza!

 

Acquista il Libro sul nostro ecommerce

 

 


Articoli correlati (da tag)

Lasciaun commento

 

Ultimi Commenti

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

I contenuti e i pareri espressi negli articoli sono da considerarsi opinioni personali degli autori che
non possono impegnare pertanto l’editore, mai e in alcun modo.

Le immagini a corredo degli articoli di questo blog sono riprese dall’archivio Fotolia.

 

BookSprint Edizioni © 2016 - Tel.: 0828 951799 - Fax: 0828 1896613 - P.Iva: 03533180653

La BookSprint Edizioni è associata alla AIE (Associazione Italiana Editori)